Alimenti anti-malanni

Starnuti, mal di gola, febbre, malessere sono disturbi frequenti in questa stagione, soprattutto nelle nostre zone, in cui le abitazioni spesso sono anche fin troppo calde e questo crea degli sbalzi termici elevati, dannosi per il nostro organismo. Quest’anno in particolare il clima anomalo che ha interessato il nostro territorio, ha determinato una forte riduzione dell’umidità a causa del calo delle precipitazioni, creando un terreno fertile per i temuti disturbi virali, che hanno colpito come mai prima.
Come fare quindi per prevenire i cosiddetti malanni di stagione, da cui non siamo ancora del tutto indenni?

Ecco alcuni alimenti che, apportando preziosi sali minerali e vitamine, possono rendere più forte l’organismo e migliorare la sua resistenza alle malattie. Agiscono in due modi: aumentano le difese immunitarie ed esercitano proprietà antisettiche, cioè contrastano i microbi.

– Vitamina C, è il più importante fattore protettivo: aumenta gli anticorpi e i globuli bianchi (le nostre difese più efficaci), inattiva alcune tossine, ci protegge dai famigerati radicali liberi e aiuta l’organismo a riparare i tessuti danneggiati. La vitamina C è presente in moltissimi frutti e ortaggi di stagione come agrumi, kiwi, spinaci, broccoli, lattuga, senza dimenticare il prezzemolo, che ne è così ricco da esserne una fonte importante, anche se usato in quantità ridotte.

– Vitamina A: esercita un’azione diretta nella difesa delle vie respiratorie, aiutando lo sviluppo e il nutrimento delle mucose polmonari. La vitamina A si trova soprattutto nella verdura giallo-arancione, come carote e zucca.

– Vitamina E: con la C e la A completa il trio dei cosiddetti ”spazzini dell’organismo”, capaci di neutralizzare ed eliminare radicali liberi e tossine, che raggiungono i polmoni attraverso l’aria inquinata. Buone fonti di vitamina E sono le noci, le mandorle, l’olio extravergine e, soprattutto, il germe di grano, col quale si può arricchire lo yogurt della merenda.

– Zinco: tra i sali minerali, merita un posto di rilievo; sembra che, combinandosi con alcune sostanze presenti nel virus del raffreddore (rinovirus), ne impedisca l’ingresso nelle cellule e ne fermi la riproduzione. Di zinco sono ricchi il formaggio grana, la carne di tacchino, il pesce azzurro, i legumi, le mandorle e le noci. Insieme a questi alimenti, ce ne sono altri che hanno un effetto antibatterico naturale.

– Aglio (contiene allicina che aiuta a prevenire l’influenza e i sintomi del raffreddore).

– Zenzero, ottimo contro il mal di gola perché disinfiamma e disinfetta, soprattutto se masticato fresco.

– Crucifere (broccoli, cavoli, verze,..) hanno un elevato contenuto di antiossidanti: stimolano le mucose e facilitano la secrezione del muco.

Il mio consiglio quindi è quello di fare il pieno di tutti questi alimenti sia per aiutare il nostro organismo a combattere i virus tanto temuti, sia come prevenzione dalle malattie. Il rimedio deriva dalla Natura!

 

A cura della Dott.ssa Patrizia De Pol, biologo nutrizionista


Commenti

commenti

Author: Orsola1

Condividi questi articoli su