Il Cadore dei Fatti e il Comune Unico

Si chiama Davide Milan ed è l’audace giovane cadorino che sta riuscendo a comunicare con tutti i facebookiani del Cadore. Ha fondato un gruppo “Il Cadore dei Fatti” e il 15 aprile raggiungendo 400 iscritti ufficiali ha fatto partire il suo ambito progetto: “creare dialogo senza imporre nessuna idea”. È alla ricerca di proposte e intenzioni collettive; il suo non è un comizio elettorale ma un desiderio profondo di conoscere il pensiero popolare riguardante temi di importante rilevanza. Primo tra tutti quello del Comune Unico. L’idea generale è appunto quella di unificare i comuni per ridurre le spese e ottenere così finanziamenti extra dallo stato per i 10 anni successivi all’unificazione. Poter leggere direttamente su un muro virtuale del famosissimo social network i pensieri delle persone, rende molto trasparente il lavoro del giovane Milan, che ha suscitato subito un vasto consenso popolare (attualmente ha 680 iscritti) e, come prevede il normale meccanismo della comunicazione, ha registrato anche qualche dissenso. Ma Milan ha saputo tener testa confrontandosi civilmente, cercando di capire quali siano i punti discordanti e tenendo in considerazione tutti coloro che volevano delucidazioni sul tema. Per divulgare il suo progetto ha usato tutti i metodi a lui possibili e, dopo un eloquente intervista radiofonica su Radio Club 103 rivolgendosi non solo ai cittadini, ma a tutti gli organi politici e a tutte le associazioni e organizzazioni cadorine, ha spiegato come vorrebbe procedere per ottenere un iniziale risultato. Si parla di Referendum popolare. Il progetto è ancora in fase di elaborazione, a breve Milan convocherà tutti i suoi sostenitori presso il Gran Caffè Tiziano cercando di formare una squadra che lavori a questo progetto. Nessuna impostazione politica, infatti in radio afferma: “Noi non siamo di destra, di sinistra o di centro… Noi siamo Cadorini!” Contemporaneamente ne “Il Cadore dei fatti” si continua a discutere su altri temi di attuale importanza; la viabilità locale, la gestione delle ULSS locali e molto ancora. Non resta altro che collegarsi in rete e seguire in diretta come l’audace Milan riuscirà a realizzare il suo progetto.

di Lucia Anello 

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su