Alla Patreider di Auronzo il premio regionale per lo sviluppo economico

E’ la ditta Patreider srl di Auronzo di Cadore l’azienda che venerdì 11 giugno verrà premiata per la provincia di Belluno con il Premio regionale per lo sviluppo economico, assegnato annualmente da Unioncamere del Veneto, ad aziende che operano in settori di rilevante interesse per l’economia del territorio, contribuendone all’accelerazione dello sviluppo. L’azienda premiata, capitanata da Thomas Patreider, opera infatti nel comparto delle macchine speciali ad Auronzo di Cadore, ormai da circa vent’anni. Si tratta di una realtà di nicchia ad alto contenuto tecnologico, con sede ai piedi delle Dolomiti, da cui raggiunge i vari mercati stranieri, come solution provider ad alta tecnologia, sviluppando macchine speciali che integrano robot, sistemi di visione e di controllo qualità, spaziando dalla meccanica all’occhialeria, al legno; dal montaggio industriale alla subfornitura per l’industria delle auto motive alla realizzazione di macchine per l’assemblaggio di piccoli pezzi meccanici. Ma è il comparto alimentare quello nel quale l’azienda è prevalentemente concentrata nello sforzo produttivo, risultando fornitrice di marchi leader internazionali, con la fornitura di processi di taglio del prodotto, della relativa manipolazione e con i vari sistemi di pick and place dei singoli prodotti. Dal comparto alimentare al farmaceutico, dal cosmetico al meccanico, dal legno all’occhialeria, la ditta Patreider srl fornisce soluzioni flessibili per molteplici applicazioni, realizzando macchinari su misura per il cliente. Mentre grazie a un team altamente specializzato, l’azienda è in grado di offrire un servizio d’assistenza completo e un elevato know how, che permettono di realizzare prodotti speciali perfettamente rispondenti alle più elevate esigenze individuali.
“Questo riconoscimento, che giunge in occasione della 42^ edizione del Premio, è particolarmente significativo per il comparto dell’artigianato e della piccola impresa – commenta Luigi Curto, presidente dell’UAPI di Belluno – almeno per tre motivi: l’
alto tasso di innovazione tecnologica e ricerca dell’azienda; la territorialità, che fa emergere un Cadore che non è solo occhialeria e la forte propensione dell’azienda all’export, tutte caratteristiche vincenti soprattutto in momenti difficili come gli attuali”.

La ditta Patreider nasce nel 1991 per iniziativa di Thomas Patreider, che avvia l’attività con 2 dipendenti a Tai di Cadore. Si tratta di azienda che opera sul mercato europeo nel settore delle macchine speciali.
Nel 1996 trasferisce la sede nella zona industriale di Cima Gogna di Auronzo di Cadore, andando a occupare 13 addetti (dipendenti e titolari), che gradualmente aumentando fino a raggiungere il numero di 15 dipendenti nel 2000, anno in cui la Patreider si trasforma in Srl. Lo sviluppo dell’azienda continua fino a oggi, tanto che attualmente l’organico aziendale annovera: progettisti, programmatori/elettricisti, impiegati amministrativi e commerciali, operai e i soci.
Sito web della Patreider.

(fonte: BellunoPress.com)

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su