Il successo e l’importanza di “Un Fiore Rosso 2010”

“Un Fiore Rosso” dedicato a tutte le donne è sbocciato anche quest’anno in Cadore per ricordare ancora una volta quanto la prevenzione sia importante per la salute. Anche la 4° edizione della pedonata non competitiva di circa 6 km. che si è svolta il 2 giugno 2010 da Pieve a Valle di Cadore ha visto una grande ed attenta partecipazione.
Nata 4 anni fa quasi per scherzo sulla falsa-riga de “Il vento tra i capelli” che si svolge a Belluno ogni primavera, ha visto anno dopo anno aumentare l’interesse e l’adesione di tante persone.
Il ricavato della raccolta fondi è da sempre destinato al Comitato Salute Donna che è un insieme di 8 associazioni femminili e di volontariato. Il Comitato è nato con lo scopo di lanciare una campagna di raccolta fondi per acquistare e dare in donazione ai reparti di radiodiagnostica dell’ospedale San Martino di Belluno e degli ospedali di Pieve di Cadore e di Agordo un moderno sistema informatico da utilizzare nell’ambito dello screening mammografico in atto all’ULSS n. 1. (E’ stato anche acquistato un “mammotone”, sistema che affina la tecnica dell’agobiopsia).

E’ importante sottolineare che questa manifestazione si svolge a conclusione de “Il Corso di Corsa”, programma di allenamento progressivo e differenziato, ideato dall’atleta Julia Jones per le donne di tutte le età. Il CdC ha l’obiettivo di avvicinare le donne alla corsa, facendo scoprire loro una pratica sportiva semplice ed economica, che in breve tempo permette di accrescere l’efficienza fisica ed il benessere psicologico.
Lo spirito che anima il CdC non è assolutamente competitivo ed è dettato dalla libertà di voler fare un’attività in modo semplice. La solidarietà che si forma in ogni gruppo fa si che il cerchio si allarghi stagione dopo stagione sfociando al termine delle 8 lezioni di gruppo in una manifestazione che per le donne cadorine si è concretizzata con l’organizzazione de “Un Fiore Rosso”.

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su