Gli ortaggi del Cadore

In Centro Cadore, nel cuore delle Dolomiti bellunesi, l’ambiente è salutare e privo di inquinamento.
Tra queste valli, a Lozzo, Vigo e Domegge di Cadore, a 1000 metri d’altitudine, l’
Azienda Agricola Centro Cadore ha scelto i terreni migliori, per posizione ed esposizione.
Le nostre terre sono particolarmente produttive, anche senza concimazioni particolari, sia perché per più di 50 anni non sono state coltivate, sia perché il clima alpino consente un unico raccolto all’anno.
Per evitare la crescita delle erbe infestanti usiamo teli biodegradabili, stesi da un apposito macchinario che contemporaneamente fresa la terra, interra i sassi e stende il telo. Questo procedimento si chiama pacciamatura.
Raccogliamo direttamente gli ortaggi, che arrivano sulla tavola del consumatore in giornata, integri e con tutte le proprietà naturali originarie.
E per garantire al Cliente i migliori standard di qualità nel corso di tutto il processo produttivo, dalla scelta dei semi fino alla raccolta e alla distribuzione degli ortaggi, è in corso la certificazione di conformità dei prodotti presso la CSQA Certificazioni. L’Azienda Agricola Centro Cadore coltiva i seguenti ortaggi: bieta, cavolfiori, cavoli cappucci, fagiolini, finocchi, insalata brasiliana o iceberg, insalata lollo, insalata trocca, insalata gentile, mais, porri, prezzemolo, radicchio di Chioggia, radicchio rosso precoce, radicchio rosso tardivo, radicchio variegato veneto, sedano, zucchini. Il periodo di raccolta va dal 15 luglio al 15 settembre. Fa eccezione il radicchio rosso tardivo che, essendo un prodotto invernale, deve rimanere sotto le prime brine e viene raccolto verso ottobre. Gli ortaggi sono attualmente disponibili in alcuni negozi e supermercati del Cadore. Per ulteriori informazioni visitate il sito
www.centrocadore.com

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su