Simone Bertazzo trionfa nel bob a 2 a Lake Placid

Straordinaria impresa per l’azzurro Simone Bertazzo: il 28enne di Pieve di Cadore si è imposto nella quarta gara stagionale di Coppa del Mondo di scena a Lake Placid, tornando ad assaporare il dolce aroma della vittoria a quasi tre anni dall’ultima volta (nel gennaio 2008 a Cesana Pariol).

Per il pilota tricolore, alla seconda affermazione in carriera, salgono a 4 i podi conseguiti nel circuito maggiore. L’azzurro, coadiuvato dal frenatore Sergio Riva, ha terminato la prima manche in seconda posizione ad 8 centesimi dal teutonico Karl Angerer. Nella frazione conclusiva, poi, il rappresentante del Bel Paese ha realizzato un vero e proprio capolavoro, risultando preciso, determinato ed incisivo nell’ultimo tratto guidato del budello, riuscendo infine a prevalere sul russo Alexandr Zubkov di 0.04 e sullo stesso Angerer di 0.13.
Con questo brillante successo, che va ad aggiungersi al secondo posto conseguito lo scorso fine settimana a Park City, Bertazzo entra di diritto tra i contendenti alla conquista della sfera di cristallo: ora il veneto è terzo nella graduatoria generale con 747 punti, 64 in meno del tedesco Manuel Machata. Proprio il leader della classifica è stato autore di una prestazione sottotono, concludendo la propria prova in sesta piazza. Ai piedi del podio l’americano Steven Holcomb, a caccia di rivincite nella prova del bob a 4 in programma domani.

Discreta quinta posizione per il canadese Lyndon Rush, altro grande specialista della slitta di maggiori dimensioni. Si conferma nella top10 il monegasco Patrice Servelle, nono e lontano 0.71 dal vincitore. Da segnalare la totale assenza di equipaggi svizzeri, mentre l’equipaggio dell’Australia composto da Heath Spence e Alex Zborowski ha chiuso all’ultimo posto ad oltre sei secondi di distacco dalla vetta.

Solo alcuni giorni fa avevamo pubblicato un articolo (con video della gara) in cui Bertazzo si era classificato secondo.

di Federico Militello (fonte: wintersport-news.it / Foto: Getty Images)

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su