Dolomiti senza confini, festa al Rif. Carducci

 

Si chiama “Dolomiti senza confini” ed è giunta alla sua terza edizione. Si svolge sabato 3 e domenica 4 settembre 2011 al Rifugio Carducci in alta Val Giralba, proprio sul confine tra la provincia di Belluno e quella di Bolzano. I protagonisti della festa saranno, anche quest’anno, le Guide alpine e l’associazionismo alpinistico delle valli che si sviluppano ai piedi delle Dolomiti di Auronzo di Cadore e di Sesto Pusteria.

Il ricco programma prevede una serie di ascensioni lungo alcune vie classiche della Croda dei Toni e del Popera che durante l’estate sono state messe in sicurezza dalle Guide alpine della Scuola di Auronzo. Sarà presentato anche un quaderno che raccoglie tutte le vie aperte da Ettore Castiglioni sulla Croda de Toni. A lui è dedicata la palestra di roccia realizzata nei pressi del rifugio che sarà inaugurata nel corso del grande concerto di musica classica eseguito dall’Orchestra Dolomiti Sinphonya, diretta dal maestro Delio Cassetta, che rappresenta il clou della festa “Dolomiti senza confini” di quest’anno.
Domenica mattina, prima e dopo il concerto le squadre del Soccorso alpino di Auronzo e di Sesto eseguiranno alcune manovre di intervento in parete.

La festa di quest’anno assume un significato speciale alla luce della bella collaborazione maturata dalle Guide alpine, dalle Associazioni alpinistiche e dai Comuni di Auronzo e di Sesto in occasione delle celebrazioni per i 130 anni della prima salita alla Cima Piccola di Lavaredo da parte della Guida alpina Michael Innerkofler. Celebrazioni che si sono svolte il 20 agosto ad Auronzo e il 26 agosto a Sesto. Allo scopo di favorire la partecipazione alla festa anche gli appassionati che non se la sentono di salire al rifugio Carducc a piedi, gli organizzatori informano che domenica 4 settembre a partire dalle ore 9 presso il campo sportivo di Auronzo entrerà in funzione un servizio di elitrasporto.

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su