Cadore in Rosa per il Giro d’Italia 2012

Grande fermento tra le Dolomiti per l’arrivo del Giro d’Italia. Cortina d’Ampezzo e San Vito di Cadore, entrambe tappe di gara in questa edizione 2012, hanno presentato questa mattina in conferenza stampa i numerosi e attesissimi eventi collaterali organizzati per accogliere la carovana rosa. Data di arrivo a Cortina il prossimo 23 maggio. Dopo 34 anni di silenzio la Regina delle Dolomiti sarà infatti arrivo della 17esima tappa, che si preannuncia a cinque stelle. Il 24 maggio sarà invece la volta di San Vito di Cadore, da cui prenderà il via la 18esima tappa del tour.

Ecco quindi che l’area di Cortina-San Vito, ma più in generale l’intero Cadore e la Provincia di Belluno, diventano protagonisti di uno degli eventi sportivi più amati e celebrati d’Italia. Un’importante occasione anche per valorizzare il territorio, le sue specificità e le sue offerte. Durante la conferenza di questa mattina hanno infatti presenziato i rappresentanti di tutti i comuni del Cadore, la Provincia di Belluno e la Regione Veneto.

«Cortina, San Vito e tutti i comuni limitrofi, grazie all’arrivo del Giro d’Italia hanno iniziato un percorso di collaborazione volto alla costruzione di un progetto comune in grado di valorizzare una risorsa fondamentale per il territorio: la Ciclabile delle Dolomiti. Nell’aria si respirano l’energia e l’entusiasmo dei grandi eventi. A mio avviso, già due fondamentali risultati»: queste le parole introduttive del sindaco di Cortina, Andrea Franceschi.

«L’arrivo del Giro d’Italia è soprattutto l’occasione per parlare al mondo della Lunga Via delle Dolomiti, uno dei percorsi più interessanti a livello internazionale – ha ricordato Renzo Minella, moderatore della conferenza – Le Dolomiti, Cortina, San Vito e tutto il territorio iniziano il loro viaggio promozionale già a partire da domani. Destinazione: Danimarca, da dove, giovedì 5 maggio, partirà la carovana rosa. Uno stand itinerante seguirà il lungo percorso del 95° Giro d’Italia con l’obiettivo di presentare la tappa di San Vito e quella di Cortina».

Anche Cortina2017 farà il suo giro d’Italia: grazie a uno speciale concorso a premi, la candidatura di Cortina ai Mondiali di sci alpino del 2017 passerà di tappa in tappa presentando un progetto ambizioso e raccogliendo consensi, ma soprattutto voti.

«È la prima volta che San Vito si affaccia sulla scena dei grandi eventi – ha proseguito Andrea Fiori, sindaco di San Vito di Cadore – Siamo pronti. L’obiettivo è quello di fare entrare la ciclabile all’interno delle case delle persone e grazie a tutte le iniziative collaterali e agli sforzi di comunicazione ce la faremo».

In attesa e per festeggiare al meglio il grande ritorno, i giorni dal 18 al 23 maggio si animeranno di iniziative e appuntamenti dedicati ai tifosi che vorranno seguire i loro beniamini da vicino e vivere in prima persona le emozioni della gara.

Ad aprire le danze sarà la Pedalata in Rosa, evento top in programma domenica 20 maggio. Una biciclettata amatoriale per grandi e piccini, da Cortina a Calalzo.

37 chilometri alla scoperta della Lunga Via delle Dolomiti (l’ex ferrovia dismessa nel 1964) e definita uno tra gli itinerari ciclabili più spettacolari d’Italia, vero e proprio vanto a livello internazionale. Partenza alle ore 10.00 da Cortina e alle 10.45 appuntamento a San Vito di Cadore per un’originale sfilata. Il percorso si snoderà in altri tre pit-stop folkloristici tutti da scoprire: a Borca di Cadore andrà di scena il Gincana Bike, ovvero un Gran Premio goliardico composto da tanti imprevisti e ostacoli buffi da superare. A Vodo di Cadore, invece, sarà il momento giusto per una sosta in cui poter assaporare i prodotti tipici dell’Alto Cadore, prima di rimettersi in corsa per lo step successivo, la Valle di Cadore. Qui, grazie al Cultural Bike, i partecipanti avranno l’opportunità di conoscere da vicino le tradizioni e la cultura popolare cadorina e di raccogliere tutte le energie necessarie per il rush finale. L’arrivo a Calalzo sarà celebrato con Pasta Party, intrattenimento musicale e, ovviamente, le premiazioni. Una domenica diversa, all’insegna del divertimento, giochi e tanto sport da vivere in compagnia di amici o con la propria famiglia, misurandosi in una sorta di tappa, in miniatura, del Giro d’Italia.

La Pedalata in Rosa vuole essere un evento promozionale di apertura stagione, con l’obiettivo di diventare un appuntamento fisso per l’inizio stagione (iscrizioni su www.ridedolomites.com).

Il tutto senza dimenticare cultura e memoria. Dono 23 infatti i musei provinciali e gli istituti culturali che tra il 18 e il 27 maggio si “vestiranno di rosa” tra mostre temporanee, laboratori didattici e visite guidate. A Cortina la magia del Giro d’Italia si mette in mostra alla Ciasa de ra Regoles con I Musei in rosa: foto d’epoca e scatti storici del passaggio della gara sui passi dolomitici.

Per rinfrescare la memoria di chi ha seguito quei momenti solo in tv, ma anche per dare testimonianza a chi era troppo piccolo per ricordare, in esposizione anche alcune biciclette degli anni che furono, provenienti direttamente dal museo di Cesiomaggiore.

Cinque giorni a cinque stelle, quindi, tanti eventi off a fare da cornice alla manifestazione rosa per sentirsi un po’ protagonisti e provare il brivido di veder sfrecciare, in volata, delle migliori squadre del panorama ciclistico internazionale.

Fonte: GoBelluno.it

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su