DONNE OGGI: incontri a Valle di Cadore

In attesa dell’8 marzo arrivano una serie di incontri organizzati dalla PRO LOCO DI VALLE DI CADORE in collaborazione con L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE presso la Sala del Consiglio alle ore 21:30

VENERDI’ 01 FEBBRAIO 2013 BENVENUTA CELOTTA, tra l’altro Presidente dell’ADOS Cortina Cadore Comelico, racconterà la sua esperienza di donna durante il viaggio in Ruanda dove un nutrito gruppo di Soroptimiste di tutta Europa (Olanda, Belgio, Lussemburgo, Germania,Austri, Italia) ha visitato i luoghi dove il Club è presente per promuovere ed incoraggiare la ricostruzione di istituti, scuole, centri di accoglienza promuovendo in particolare la formazione di giovani e donne perchè possano raggiungere l’indipendenza economica lavorando.
Il Ruanda appare come uno di quei paesi in cui le sorti della gente, attraverso la ricostruzione della vita economica e sociale, stanno in gran parte nelle mani delle donne perchè sono loro che progettano scuole, centri di formazione, case per vedove e orfanatrofi. Donne che trasportano sulla loro testa, mattoni per costruire case, legna per alimentare il fuoco, zappe per dissodare la terra. I prodotti dell’orto e gli oggetti dell’artigianato da vendere al mercato sono trasportati sulla testa delle donne. Pesi, pacchi, carichi che si contendono forza ed equilibrio spesso con il più piccolo della loro prole, il bimbo che cullano con lo stesso movimento del loro instancabile lavoro.

VENERDI’ 08 FEBBRAIO 2013 è la volta di ANTONELLA FORNARI, alpinista scrittrice, che racconterà la sua passione per la storia e per la montagna. Basta andare sul Suo sito per capire e conoscere il personaggio. Sulla home page infatti si può leggere:

“Se ognuno di noi potesse capire cosa vale un pezzetto di roccia, capirebbe la propria ricchezza.
Pietra creata da millenni di storia.
Pietra che mi porta fra le mani il caldo color del corallo del tiepido mare della Tetide.
Queste cime sono troppo civettuole perchè animo di alpinista possa resistervi.
Sono in possesso di tutte le più sottili armi della seduzione.
E camminare su questi sentieri e scalare queste pareti in bilico fra terra e cielo, in guerra come in pace è come essere funamboli che si cimentano nella difficile arte di camminare su un filo, il filo sottile dell’armonia, il filo sottile che divide la nostra ansia di vivere da uno scenario inconcepibile dalla mente di qualsiasi artista, il filo sottile che divide l’Uomo dal suo vero mondo fatto di natura, di vento, di nuvole, di mari, di fiumi, di pinnacoli e cattedrali di roccia che, con la loro perfezione, fanno scomparire qualsiasi manufatto dell’arte umana.
E anche chi, prima della guerra, non era mia stato sulle “crode”, non poté sottrarsi al loro fascino.
Queste splendide dame di roccia conquistarono anche il cuore del più semplice dei Fanti…”

VENERDI’ 15 FEBBRAIO 2013 sarà la volta di FRANCESCA LARESE FILON, docente universitaria, medico, Presidente della Federazione dei ladini del Veneto che “racconterà” “Femenes” il libro scritto insieme a Francesca de Meio e dedicato alle donne d’altri tempi. Una pubblicazione che non nasce dal desiderio di testimoniare il duro e faticosissimo lavoro che le nostre donne di un tempo dovevano quotidianamente affrontare. Non ce nè bisogno. Sono ampliamente riconosciuti i mille doveri a cui ogni donna si assogettava. “Femenes” è un tributo a quelle donne che quel lavoro lo hanno compiuto, in qualsiasi condizione, soffrendo, piangendo, stringendo i denti con profonda rassegnazione ma certe di adempiere ad un ruolo insostituibile. Uno scritto dedicato alle donne di ieri ma anche alle donne contemporanee che, seppur in un ambiente sociale radicalemnte cambiato, sono chiamate, oggi come allora, a sostenere con forza e dedizione la famiglia.

VENERDI’ 22 FEBBRAIO 2013 sarà presente ADRIANA LOTTO, insegnante e ricercatrice, Presidente dll’Associazione Culturale Tina Merlin che racconterà l’impegno, la forza, la ribellione di “quella del Vajont”.

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su