Un piano di sviluppo turistico per rilanciare l’immagine di Auronzo Misurina

Proseguono i lavori nell’ambito del Piano di Sviluppo Turistico Auronzo Misurina promosso dall’Amministrazione Comunale di Auronzo in collaborazione con il locale Consorzio Turistico. Nei giorni scorsi il dottor Manfred Canins, ex direttore dell’Azienda di Soggiorno di Badia e ora responsabile della “messa in moto” del progetto di rilancio turistico di Auronzo Misurina, ha infatti illustrato a comune, consorzio e operatori del gruppo di lavoro costituitosi a dicembre i risultati raggiunti in questa prima fase, stabilendo in base a questi tempi e modalità di prosecuzione del progetto.

A nemmeno quattro mesi dall’inizio dei lavori si può dire conclusa la fase analitica, basata sull’esame e la rielaborazione dei dati statistici riguardanti flussi e domanda turistica di Auronzo Misurina e di una serie di documenti e studi di approfondimento sul settore. A questi, per fornire il quadro completo della situazione turistica del paese, si è aggiunta la realizzazione di una ventina di colloqui individuali con gli opinion maker individuati dal gruppo di lavoro: dalle interviste sono emerse le considerazioni in grado di definire dettagliatamente punti di forza, di debolezza, opportunità e minacce per il turismo di Auronzo Misurina, gli elementi fondamentali per tracciare competenze chiave, profilo e immagine della destinazione.

L’obiettivo è quello di ridefinire in base al profilo emerso il proprio prodotto, il target e la relativa strategia di marketing e comunicazione con particolare riguardo alla vendita. Quattro gruppi di lavoro stabiliranno i progetti da perseguire, le loro modalità attuative e le misure da prendere a breve, medio e lungo termine rispettivamente nell’ambito della definizione del prodotto, del marketing, della riorganizzazione interna della destinazione e della vivibilità dell’ambiente e del territorio.

L’intero lavoro è finalizzato ad aumentare notorietà e appetibilità di Auronzo Misurina, incrementando alla lunga le presenze, il giro d’affari e la redditività. Il settore, oggi più che mai strategico nel contesto dell’economia locale, necessita e merita di essere trattato in maniera imprenditoriale e coordinata tra tutte le parti in causa: a tal proposito Canins ha in questi mesi elaborato una proposta di potenziamento e riorganizzazione della struttura operativa del Consorzio Turistico, con relativo finanziamento e budget a disposizione per realizzare le attività promo-commerciali.

Tutti i soggetti interessati sono chiamati a concorrere allo sviluppo del settore: l’amministrazione, promotrice del piano; albergatori e affittacamere, tramite le quota associativa al consorzio; le altre attività direttamente o indirettamente connesse al turismo, la cui richiesta di associarsi al Consorzio Turistico Auronzo Misurina è aumentata negli ultimi mesi; l’ospite stesso, che a fronte dell’imposta di soggiorno che sarà chiamato a pagare dal primo giugno riceverà maggiori e migliori servizi. In questa maniera, chiedendo il contributo di ognuno, si punta a ridare ad Auronzo Misurina il vecchio splendore di località turistica per eccellenza, ben sapendo che il valore di una destinazione è dato in primis dalle competenze e dalla passione delle persone che vi lavorano.

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su
Privacy Policy Cookie Policy