Stihl Timbersports: ad Auronzo in tantissimi per seguire lo sport a colpi di ascia, sega e motosega

Nella splendida cornice delle Dolomiti, Patrimonio dell’Umanità, Paolo Vincenzi di Pejo alza al cielo la medaglia d’oro 2013.

Grande successo per la manifestazione sportiva “Stihl Timbersports”, che ha richiamato ad Auronzo di Cadore una folla festante di oltre 2000 persone, provenienti anche da oltre i confini regionali. Dalle 14.30 di oggi, domenica 16 Giugno, il paese ha rimbombato ai colpi delle asce, delle seghe e al suono delle motoseghe degli atleti protagonisti di questa straordinaria e curiosa disciplina sportiva.

“La splendida location del lago di Santa Caterina, messa a disposizione dal Comune e dal Consorzio Turistico Auronzo Misurina, si è rivelata ideale ed è stata invasa sia da un pubblico fidelizzato che da persone curiose di osservare uno sport davvero speciale”. Commenta così a caldo Giulio Franceschi, responsabile Timbersports per Stihl Italia.

“Una grande risposta di pubblico che non solo valorizza questo sport e l’impeccabile organizzazione di Sthil, ma anche il luogo dell’evento: le Dolomiti, che fanno del loro legame storico e culturale con il legno un marchio di fabbrica. Abbiamo creduto in questa manifestazione ed il suo successo ci rende felici”. Anche il Sindaco di Auronzo, Daniela Larese Filon, non nasconde la propria soddisfazione a pochi minuti dalla fine delle gare.

L’aspetto sportivo, curato nei dettagli dall’organizzazione, ha consacrato Paolo Vincenzi Campione Italiano 2013. Vincenzi si riprende il titolo conquistato nel 2011 e poi strappatogli l’anno scorso dal novarese Andrea Rossi. Proprio Rossi, primo in classifica dopo 5 delle 6 discipline che compongono Timbersports, è stato infatti squalificato nell’ultima gara per un errore non concesso dal regolamento ed è sceso così al terzo posto nella classifica generale.

Il nuovo campione italiano, festeggiando con numerosi supporters arrivati dal Trentino e dalla Svizzera per sostenerlo, commenta con ironia e soddisfazione: “forti si nasce, non si diventa! Non ho eccelso ma sono stato costante in tutte le 6 discipline, registrando sempre buoni tempi e senza farmi mai squalificare. E’ stata la concentrazione, la testa, a riportarmi in cima al podio”. Ottimo piazzamento anche per Riccardo Ambrosini, di Varese, che sale al secondo posto nella classifica italiana, un gradino in più rispetto al piazzamento dell’anno passato.

Andrea Rossi, ormai ex campione italiano, si consola con due ottimi risultati: i record nazionali per le discipline del “Single Buck” e dell’“Underhand chop”. Altro nuovo record italiano registrato ad Auronzo è quello di Daniele Sobrero, nella disciplina “Stock Saw”.

Ma ad Auronzo non si sono sfidati solo i “veterani” di Timbersports: prima dell’evento clou sono stati i “Rookie” ad intrattenere il pubblico, ragazzi giovanissimi di varie nazioni che praticano questo sport. La classifica finale degli under 25 ha visto sul primo posto del podio Csongor Nagy, rumeno, sul secondo Christophe Trincaz, francese, e sul terzo un italiano davvero promettente, Federico Turri.

Fonte: BellunoPress.it

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su