Lago di Centro Cadore: grande potenzialità turistica

Alcuni amanti degli sport nautici praticati sul Lago di Centro Cadore vorrebbero unirsi “per fondare un circolo nautico e creare un punto di riferimento per queste attività che negli ultimi anni si stanno diffondendo nella nostra zona, e ai quali noi crediamo molto come contributo al rilancio turistico del nostro bel lago” spiega Stefano Campi, portavoce del gruppo.

Il lago che bagna i comuni del Centro Cadore, infatti, è il luogo ideale per praticare sport come come windsurf, canoa, barca a vela e sub, inoltre uno degli obiettivi del gruppo, di cui fanno parte anche istruttori, è di avvicinare i giovani a questi sport organizzando dei corsi. “Nel nostro ultimo incontro del 3 agosto” spiega Campi “ci siamo dati come obbiettivo di ripulire per bene la spiaggia del Miralago, a Sottocastello di Pieve di Cadore. Lì c’è uno storico bar sulla riva che però da alcuni anni è chiuso, così la spiaggia attigua è stata abbandonata totalmente”. 

La spiaggia versava infatti in pessime condizioni: “vedere la gente prendere il sole o partire con le imbarcazioni in mezzo ai rifiuti non è un buon biglietto da visita per una zona turistica. Così ci siamo rimboccati le maniche e sabato mattina ci siamo ritrovati in una quindicina a ripulire la spiaggia”. L’ottimo risultato è stato apprezzato il giorno stesso sia dai turisti che dalla gente locale che ha affollato di fatto l’unica spiaggia grande e facilmente accessibile, anche dai disabili, del Lago di Centro Cadore. “Ora stiamo lavorando con l’amministrazione di Pieve per capire come gestire l’area al meglio e riuscire a trarne il massimo in stagione, il sindaco è molto favorevole alla nostra iniziativa e ci ha promesso un pieno supporto.”

NuovoCadore accoglie sempre con entusiasmo queste iniziative volte al miglioramento dei nostri territori e “dopo esserci concentrati su alcuni progetti come quello della Guida Cadore Terra Magica e la Ciclabile delle Dolomiti” dichiara Matteo Gracis autore e promotore del sito “ora e in futuro faremo il possibile per promuovere e valorizzare altri fiori all’occhiello del nostro territorio come il Lago Centro Cadore e la Val Visdende”.

Miralago Cadore 2013

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su