Auronzo e Misurina: servizi garantiti per il turismo

A seguire riportiamo il comunicato stampa del Consorzio Turistico di Auronzo e Misurina sull’attuale situazione del luogo per il turismo.

La corrente è arrivata a gran parte delle utenze del Comune di Auronzo, mentre molti alberghi si erano già adoperati dotandosi di generatori. A Misurina dovrebbe arrivare in giornata un generatore che alimenti l’intera frazione: molte delle strutture ricettive della parte alta erano in ogni caso provviste da tempo di proprio dispositivo. E’ consigliato in ogni caso rivolgersi direttamente alla struttura prenotata prima di mettersi in viaggio.
Percorribile senza problemi la strada che da Auronzo conduce a Misurina, aperto il Passo Tre Croci, non ancora agibile il tratto che collega Misurina a Carbonin.
Impianti di risalita parzialmente aperti ad Auronzo, dove la seggiovia quadriposto Taiarezze-malòn funziona grazie al proprio generatore automatico e la sciovia Ansiei è alimentata da un gruppo di cui si è dotata la società Auronzo d’Inverno. Le attività previste nelle prossime serate sul campetto illuminato sono annullate. Ancora chiuso a Misurina.
Battute invece entrambe le piste da fondo, sia quella di Palùs-San Marco sia quella di Misurina.
Il servizio motoslitta che va alla Tre Cime, come quello di Monte Piana, è correttamente funzionante.

La situazione può quindi dirsi non completamente tornata alla normalità: dando ovviamente precedenza alle situazioni più critiche e meritevoli di aiuto si spera che nelle prossime ore tutto il comprensorio possa garantire il pieno servizio all’utenza. Di certo, non è stata particolarmente apprezzata dagli operatori la diversa celerità di intervento rispetto ad altre zone più blasonate, né la eco mediatica data a livello nazionale alla notizia, che ha escluso quasi univocamente la realtà cadorina, disinformando i tanti turisti che accorrono in zona.

Aggiornamento ore 17.00
Dal centro operativo comunale presso la sede della protezione civile di Auronzo di cadore
Gran parte delle linee sono state ripristinate senza l’utilizzo dei generatori in via di ripristino nelle prossime ore la parte rimanente di Cima Gogna, via della grotta, Pais alta, Foletto, San marco e Misurina i numerosi alberi abbattuti sulle linee rendono molto difficile il ripristino per la zona da Giralba a Federavecchia e Misurina.
Dalla mattina del 26 dicembre in modo continuativo, 24 ore su 24, il centro operativo e’ attivo e continuera’ ad esserlo per dare risposte e assistenza alla popolazione. Al fianco dei tecnici continuano a lavorare tutte le maestranze comunali e l’intera amministrazione costantemente in contatto con le unita’ di crisi dei vari enti preposti alla risoluzione dell’emergenza.
Come gia’ evidenziato dal volantino distribuito la linea non e’ ancora in sicurezza, pertanto si invita a limitare i consumi riducendoli al minimo indispensabile.
Sara’ necessario, per esempio, staccare le luci natalizie, le luci delle vetrine e utilizzare solo se necessario gli elettrodomestici ad alto assorbimento di corrente (per esempio lavatrici, forni, lavastoviglie, ferri da stiro).
Per altre informazioni si invita a rivolgersi direttamente al c.o.c. al numero 0435.401156

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su