Black out Dicembre 2013 in Cadore #chisiricorda (GALLERY)

Abbiamo pubblicato una gallery di immagini relative al recente black out. Inviateci le vostre foto a info@nuovocadore.it e le inseriremo con le altre. E’ importante ricordare e mostrare a tutti ciò che è successo (visto che forse nessuno, al di fuori di chi l’ha vissuta, si è reso conto).

E a proposito di ricordare, accogliamo l’iniziativa di un utente di Facebook, Nicola Zambelli Spezier, riportando di seguito il suo post (scritto ieri) e invitando tutti a inserire sui social network i propri racconti, con l’hashtag #chisiricorda oppure a inviarci le vostre storie in email.
Restate collegati con la nostra pagina Facebook per avere tutte le notizie e gli aggiornamenti in tempo reale sulla situazione nei singoli comuni.

Una splendida nevicata ha imbiancato il paesaggio. Manna dal cielo per la nostra Pitturina Ski Race. Ma qualche disagio per gli abitanti della provincia.
La situazione attuale: Candide, Casamazzagno, Dosoledo, Sega Digon, Gera, ancora senza corrente. Anche se i MassMedia parlano di impianti cortinesi già funzionanti. Alla 55esima ora senza luce…
#chisiricorda degli operai che stanno lavorando alacremente per ripristinare le linee?
#chisiricorda delle decine di Vigili del Fuoco impegnati nella giornata del 26 dicembre per liberare strade e passi?
#chisiricorda delle forze dell’ordine e degli addetti della Protezione Civile che, sotto la nevicata, davano indicazioni agli automobilisti?
#chisiricorda degli infermieri del territorio, che muniti di catene da neve e lampada frontale hanno comunque raggiunto tutti i pazienti, effettuando prelievi al lume di candela?
#chisiricorda dei pazienti gravi e degli anziani a domicilio, senza luce ed acqua calda?
#chisiricorda dei medici di guardia, andati ad assistere e tranquillizzare (nonostante strade chiuse per alberi caduti e neve) i pazienti bisognosi?
#chisiricorda di tutti coloro che vivono al freddo, poichè sprovvisti di stufe a legna? (le caldaie e i forni a pellet vanno con la corrente elettrica)
#chisiricorda degli allevatori che, senza corrente, sono stati costretti in alcuni casi a mungere le bestie “a mano”?
#chisiricorda dei commercianti, baristi, esercenti, albergatori che da 55 ore sono senza corrente e continuano a lavorare, chi con gruppi elettrogeni (anzi, grazie a Bar Cavallino per corrente e linea;-)), chi con candele?
#chisiricorda del funerale celebrato senza il suono delle campane, al cospetto di 10 candele e con il suono tremolante di un organo alimentato dall’aria dei mantici sollevati a mano?
#chisiricorda del pianto degli alberi nella notte tra il 26 e il 27 dicembre, decine di alberi che emanavano l’ultimo respiro cadendo a terra o sui cavi?
Questa è la montagna signori, questa è la nostra vita!
La Cortina spesso citata dai media è una piccola e “fortunata” realtà (presto graziata dalla presenza di numerosi gruppi elettrogeni), ma pur sempre una minoranza rispetto ai 56000 abitanti coinvolti da questo disagio.
Vi invito a fare una cosa: usate il tag #chisiricorda e raccontate le vostre storie.
Chissà quante ne salteranno fuori!

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su