Black-out nell’Alto Bellunese: una battaglia che va combattuta uniti

A seguito dell‘incontro sul black-out tenutosi a Pieve di Cadore il 7 gennaio 2014 fra i sindaci dei paesi coinvolti, il Bim e molte istituzioni locali, è stato redatto il verbale a cura dei collaboratori del deputato Federico D’Incà, con gli interventi dei presenti alla riunione. Ne esce l’intento generale e la necessità di agire assieme, infatti la proposta di una class action sembrerebbe essere la strada da perseguire.

Lo stesso Deputato D’Incà ha inviato un’interrogazione parlamentare al Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato firmata dai 13 parlamentari veneti del M5S e una lettera a Terna ed Enel su come vogliono comportarsi nei confronti del territorio. “Non possiamo più dare la colpa ad eventi eccezionali, che si verificano sempre più spesso” dichiara il capo gruppo alla Camera del M5S “bisogna puntare sulla messa in sicurezza del territorio e non solo tagliare le risorse a tutti i livelli. Questa è una battaglia che deve vedere tutta la comunità bellunese unita, oltre gli schieramenti politici delle singole amministrazioni”.

È possibile scaricare

-Il verbale completo dell’incontro sul black-out tenutosi a Pieve di Cadore il 7 gennaio 2014 con tutti gli interventi dei partecipanti cliccando qui

-L‘interrogazione parlamentare dell’On. Federico D’Incà al Ministro Zanonato cliccando qui

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su