Nuovo black-out in Cadore

Da questa notte abbondanti nevicate accompagnate da forte vento di scirocco stanno interessando le aree settentrionali del Veneto. Le copiose precipitazioni nevose hanno determinato caduta di alberi e formazione di manicotti sui conduttori, con ingenti e diffusi danni alle linee elettriche. Alcuni di questi hanno determinato disservizi sulla rete elettrica di trasmissione e di distribuzione.

Oltre 70 tecnici di Enel e 50 di Terna Rete Italia hanno operato per tutta la notte e altri 100 tecnici Enel sono in arrivo in mattinata. Per le situazioni più critiche si stanno attivando gruppi elettrogeni. Enel Distribuzione ha operato in anticipo allertando tutte le Unità Operative del Triveneto e facendo confluire gruppi elettrogeni e proprio personale sin da ieri. In questo modo e grazie a controalimentazioni di emergenza sulla rete di media tensione, sono state rialimentate in meno di un’ora quasi completamente le cabine Primarie di Forno di Zoldo e Zuel. Nonostante questo risultano al momento disalimentate la valle del Boite, alcune località nel Feltrino e nell’Agordino per un totale di circa 30.000 clienti. Purtroppo l’attività di ripristino è fortemente rallentata dalla difficile praticabilità delle vie di comunicazione e dal rischio valanghe.

Enel Distribuzione e Terna Rete Italia sono presenti presso le unità di crisi della Prefettura di Belluno e Enel Distribuzione anche presso l’unità di crisi della Protezione civile del Veneto a Mestre. Le attività Enel e Terna Rete Italia per la riparazione degli elettrodotti proseguiranno ininterrottamente al fine di ripristinare quanto prima l’erogazione del servizio elettrico. (fonte: bellunopress.it)

>>> Informazioni in tempo reale sulla pagina Facebook di NuovoCadore

AGGIORNAMENTO ore 16:00
In relazione alle abbondanti precipitazioni nevose che stanno interessando la provincia, e che continueranno in modo significativo nel corso delle prossime 24-36 ore, dalle 6.30 di questa mattina è stato attivato il Centro Coordinamento Soccorsi (CCS), presso la sede del Corpo Forestale dello Stato, cui partecipano tutte le componenti del sistema locale di protezione civile. Per la migliore gestione della situazione sono stati inoltre costituiti tre Centri Operativi Misti (COM) in posizione baricentrica rispetto alle aree maggiormente colpite da situazioni di criticità: COM 1 Cencenighe Agordino, presso il Comune Omonimo, COM 2 Val Boite e COM 3 Comelico e Sappada, presso le sedi delle rispettive Comunità Montane.
Le forti nevicate hanno determinato alcuni guasti sulle linee elettriche di alta, media e bassa tensione, per i quali sono in corso le verifiche da parte dei tecnici di Terna spa e di Enel Distribuzione spa, che avrebbero provocato il distacco di ca. 31.000 utenze. Secondo quanto riferito nel corso di una prima riunione tenutasi questa mattina presso il CCS, i guasti non sarebbero di facile soluzione.
Al momento non è pertanto possibile prevedere con certezza i tempi necessari alla risoluzione delle criticità determinatesi. Nel prosieguo della giornata, alla luce degli aggiornamenti che verranno forniti dal personale Enel e Terna, si valuterà la possibilità di procedere all’installazione di gruppi elettronici, tenendo conto delle priorità e delle esigenze segnalate dai Sindaci al CCS. Al riguardo è stato specificato che l’installazione di gruppi elettronici presso le cabine elettriche avverrà solo al termine dei lavori lungo le linee elettriche, in quanto è stato valutato prioritario, nel periodo di luce solare, l’intervento di ripristino della rete che potrebbe consentire la rialimentazione di un maggior numero di utenze.
Per quel che concerne la viabilità provinciale, la situazione rimane critica lungo la SS51 in direzione Cortina, dove il traffico è totalmente interdetto, mentre da Tai di Cadore in direzione S. Stefano è percorribile per i soli mezzi leggeri. La SR 203 è interdetta al traffico a partire da Mas e fino ad Agordo, per pericolo di caduta alberi. Ulteriori tratti di strade provinciali e regionali risultano chiusi al traffico, per cui si invita a consultare i siti ufficiali del gestore, anche per i relativi aggiornamenti.
Sulle zone interessate dalle problematiche segnalate è stato disposto l’invio di tutto il personale e di tutti i mezzi disponibili, al fine di contenere i disagi all’utenza. Si raccomanda comunque alla cittadinanza di usare la massima prudenza negli spostamenti, evitando di mettersi in viaggio verso le zone interessate dagli eventi atmosferici se non strettamente necessario.

 

 

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su