Nasce la Rete Museale del Cadore

La Magnifica Comunità di Cadore, consapevole del proprio ruolo di erede della storia unitaria del Cadore, ha voluto sviluppare un progetto atto alla realizzazione di una Rete Museale attraverso la quale dare una maggiore visibilità agli importanti musei distribuiti nel territorio e rilanciare la necessità di sostenere la conoscenza quale ricchezza territoriale necessaria per incentivare la cultura.
A tal fine, dopo una prima fase di studio e di sviluppo del progetto, alcune istituzioni tra le più significative del Cadore hanno deciso di aderire nella consapevolezza e nell’urgenza di promuovere la cultura e di migliorare la visibilità delle singole realtà.
In questa maniera verrà condivisa, nella prima parte del progetto, la promozione e una serie di azioni attraverso le quali creare dei duraturi e proficui rapporti tra i vari soggetti.
Ad associarsi a questa nuova sfida lanciata dall’Ente saranno, oltre ai musei gestiti dalla Magnifica Comunità di Cadore (Marc e casa natale di Tiziano), il Museo Vittorino Cazzetta di Selva di Cadore; il Museo Al Pojat di Zoppè di Cadore; il Museo della Latteria di Lozzo di Cadore; il Museo Corte Metto di Auronzo di Cadore; i Musei di Sappada (Museo etnografico G. Fontana e Casa museo della civiltà contadina); il Museo Algudnei di Comelico Superiore. Il progetto sarà sostenuto da un contributo del Gal Alto Bellunese e dalla Magnifica Comunità attraverso il quale realizzare un sito promozionale per tutti i musei e un ufficio di servizio per la rete. L’opportunità presentatasi è sicuramente una dimostrazione ulteriore del volere dell’Ente di promuovere e sostenere istituzioni ed iniziative di carattere culturale, come già dimostrato varie volte nel passato. La presentazione del progetto mercoledì 19 febbraio 2014 alle ore 17.30 nella sala del consiglio cadorino della Magnifica Comunità a Pieve di Cadore.

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su