Museo dell’Occhiale: il risveglio dei sensi

Prenderà inizio il 5 aprile una rassegna di attività, per adulti e bambini, che si svolgeranno fino a fine maggio, presso il Museo  dell’Occhiale, all’insegna dell’arrivo della bella stagione. Tre pomeriggi dedicati ai più piccoli, e tre dedicati gli adulti, strutturati allo scopo di vivere il Museo in modo nuovo e piacevole per gli utenti di tutte le età, sia per coloro per i quali il Museo rappresenta una novità, che per coloro che lo conoscono già. Cliccando qui è possibile scaricare il programma.

Le attività per i bimbi sono così calendarizzate.
Si inizierà il 5 aprile, dalle ore 16.00 alle ore 18.30, con un laboratorio che vedrà anche la partecipazione dello scrittore Antonio Chiades: lo spunto è dato da una storia inerente al tema degli occhiali recentemente pubblicata nel suo volume Il lupo di Macchietto, per avvicinarsi al mondo delle fiabe e trascorrere un pomeriggio all’insegna del divertimento.
Il 19 aprile, negli stessi orari, un’altra attività alla scoperta del nostro occhio: ci chiederemo, attraverso giochi e illusioni ottiche, come funziona e se ci dà sempre un’immagine veritiera della realtà, provando anche a costruire un paio di occhiali 3D.mo1
Per concludere, la sera del 3 maggio si terrà una prima in assoluto: la notte al museo: dalle ore 21.00 alle ore 9.00 del 4 maggio, un’esperienza unica e molto coinvolgente data dalla possibilità di trascorrere un’intera notte dentro il museo, tra giochi ed enigmi che permetteranno di conoscere personaggi particolari al lume della torcia elettrica! Un momento per vivere il museo al di fuori dei consueti schemi. Dopo aver dormito tutti insieme, al risveglio sarà possibile consumare un’ottima colazione e poi i bimbi potranno tornare a casa. Per la partecipazione a questa attività sarà necessario sottoscrivere un regolamento. Un’altra novità è data dal fatto che d’ora in poi sarà possibile, per chi lo desidera, festeggiare il proprio compleanno al Museo, con giochi e attività di vario tipo. Anche in questo caso, per maggiori informazioni occorre contattare direttamente la segreteria del Museo.

Per gli adulti, invece, tre incontri concepiti come approfondimenti di alcune tematiche particolari.
Il 16 aprile, dalle ore 17.00 alle ore 18.15, a cura della dott.ssa Elena Maierotti,verranno illustrati i vari passi che sono stati compiuti durante le operazioni di restauro, da parte della ditta Nicola di Aramengo, di tre bellissimi ventagli, ma anche occhiali o cannocchiali insieme, in avorio e carta litografata: un po’ un dietro le quinte, per capire anche quali sono i progetti che il Museo porta avanti. La chiacchierata sarà accompagnata da una degustazione di infusi ottenuti con piante officinali del nostro territorio e pasticcini. Degustazione che si ripeterà anche il 7 maggio, negli stessi orari, in occasione di un approfondimento, questa volta, sulla figura di Santa Lucia, protettrice della vista, a cura della dott.ssa Letizia Lonzi. Saranno esaminati gli ex-voto dedicati alla  santa, la sua iconografia, anche in relazione ad alcuni esempi di opere in territorio bellunese.
mo2A conclusione degli appuntamenti, il 28 maggio, dalle ore 18.30 alle 19.45, si terrà un aperitivo al Museo, con la dott.ssa Elena Maierotti. Nell’occasione si darà maggior rilievo a tutti quei reperti realizzati con materiali particolari: oggi per la realizzazione degli occhiali si utilizzano soprattutto leghe metalliche e materiali plastici, ma un tempo gli occhiali si realizzavano con fanoni di balena, giaietto, alpacca, oro, cuoio, materiali preziosi ma anche poveri, la cui lavorazione sempre ha dato prova dell’ingegno e della fantasia dell’uomo. Ancora una volta un percorso insolito, per accostarsi per la prima volta al Museo o approfondirne la conoscenza.

Inoltre, è in fase di organizzazione per l’ultimo fine settimana di maggio, un viaggio nel sud della Francia, a tema culturale ma anche enogastronomico: l’obiettivo è visitare il Musée de la Lunette, museo dell’occhiale francese, espressione di un intero territorio, al pari del nostro Museo, ma anche assaporare vini e formaggi tipici della zona.

Vi aspettiamo al Museo, per informazioni e prenotazioni
tel. 0435.329530435.32953 (dal martedì al sabato, 9.30-12.30 e 15.30-18.30)
Ftel. 0435/32953 – fax 0435/500213
Fondazione Museo dell’Occhiale Onlus – via Arsenale 15 – 32044 Pieve di Cadore
www.museodellocchiale.it       museodellocchiale@alice.it

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su