Il lago protagonista dell’estate 2014 di Auronzo

Il carnet estivo di Auronzo prende sempre più forma e propone quattro appuntamenti sportivi di rilievo sul Lago di Santa Caterina. Il 21 e 22 giugno si terranno il Campionato Regionale Canoa Velocità sulle distanze di 200 e 1.000 metri categorie Ragazzi, Juniores, Seniores e Master e il Campionato Regionale Canoa giovani, 200 e 2.000 metri categorie Allievi e Cadetti. Il 4, 5 e 6 luglio sarà invece la volta della Gara Internazionale di Canoa e Kayak, sulle distanze di 1000, 500 e 200 metri, categorie Junior e Senior, aperta anche a club italiani, accompagnata dalla Gara Nazionale categoria Ragazzi. La nazionale australiana di canoa trascorrerà alcuni giorni allenandosi sul lago di Auronzo con gli atleti delle squadre Junior, Senior e Paracanoa, in vista della preparazione per la gara internazionale e per gli appuntamenti agonistici successivi. In concomitanza a questo appuntamento del primo fine settimana di luglio si terrà sempre ad Auronzo una riunione del Consiglio Federale della Federazione Italiana Canoa Kayak. Si sta inoltre lavorando insieme alla Venice Canoa & Dragon Boat per portare ad Auronzo il Campionato Italiano Master che potrebbe vedere gli atleti scendere in acqua verso la fine di agosto.

La novità dell’estate 2014 sarà invece costituita dal Dolomiti Triathlon, che vedrà impegnati nell’organizzazione la 47 Anno Domini Triathlon, i Comuni di Auronzo di Cadore e Cortina d’Ampezzo e i rispettivi Consorzi Turistici. La competizione, che si terrà domenica 27 luglio 2014, prevede gli atleti impegnati nell’affascinante ed insolita cornice delle Dolomiti sfidarsi per un chilometro e mezzo di nuoto nel Lago di Santa Caterina, successivamente 40 impegnativi chilometri in bici fino a Cortina per il Passo Tre Croci e per finire 10 chilometri di corsa con l’arrivo in Corso Italia a Cortina d’Ampezzo. Il giorno antecedente l’evento verrà organizzata ad Auronzo una mini gara destinata a bambini e ragazzi che potranno a loro volta cimentarsi con questa affascinante e completa disciplina.

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su