Bando di Concorso della Fondazione Centro Studi Tiziano

La Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore bandisce un concorso biennale con inizio dal 7 aprile 2014 per una ricerca monografica sulle varie immagini dipinte raffiguranti Santa Maria Maddalena di Tiziano Vecellio e la sua bottega. Questo importante gruppo di dipinti, che propone una nuova immagine della santa in termini semantici ed iconografici, non è mai stato finora oggetto di uno studio monografico che tenga conto di tutti i vari aspetti storico-artistici – formali, documentari, iconologici, contestuali, collezionistici e tecnico-materiali rilevanti per intendere queste immagini nella loro epoca, e che hanno determinato la loro grande fortuna nella successiva arte europea. La ricerca ha una durata di due anni e verrà condotta dal borsista con la guida del Comitato Scientifico della Fondazione.

Apertura bando 07/04/2014 chiusura bando 28/04/2014

Scarica il bando di concorso e la Domanda di iscrizione

La Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore, nata su iniziativa della Magnifica Comunità di Cadore cpn sede a Pieve di Cadore, promuove la ricerca sull’opera e sulla figura del grande Pittore. Si avvale di un comitato scientifico internazionale. I progetti, di ampiezza locale ed europea, si distinguono per le tematiche e le metodologie, contribuendo a rinnovare e arricchire gli studi sull’artista, nonché a fare chiarezza sul problema delle attribuzioni e sull’organizzazione del lavoro nella sua bottega, una fabbrica d’immagini vera e propria per la quantità di committenze.

Gli studi della Fondazione non si limitano ad approfondire tematiche artistiche, bensì sono volti ad indagare e sondare la storia e la cultura del Cadore nelle sue manifestazioni particolari e generali, dal passato ad oggi.Quindi la Fondazione promuove la conoscenza e lo studio di Tiziano Vecellio, le sue opere, e i suoi ampi contesti nel riquadro cadorino, italiano, europeo e mondiale. Promovuendo progetti di ricerca e manifestazioni culturali ad alto livello, la Fondazione non ha scopi di lucro, e non può rilasciare dichiarazioni di autenticità (“expertises”) di oggetti d’arte a scopo economico o commerciale. L’istituzione promuove conferenze, convegni e realizza viaggi culturali con visite a raccolte tizianesche.

Il Centro Studi custodisce la preziosa biblioteca tizianesca, che si arricchisce costantemente nella sua parte antiquaria divenendo un importante riferimento per studiosi, appassionati o curiosi che desiderano avvicinarsi a questa realtà. Tutti i progetti sono possibili grazie ai finanziamenti provenienti da istituzioni pubbliche e private, nonché da quote associative e lasciti di privati cittadini.

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su