Terminata la seconda edizione di “Scuole a Teatro… ad Auronzo di Cadore”

Si è conclusa la seconda stagione di “Scuole a Teatro… Ad Auronzo di Cadore”, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Auronzo di Cadore in collaborazione con RossoTeatro e con direttore artistico Alessandro Rossi. La chiusura è stata affidata a Vasco Mirandola, attore teatrale e cinematografico del cast del Film Mediterraneo vincitore del premio Oscar nel 1991, con lo spettacolo “La scuola più strana del mondo”.

Nelle giornate precedenti, invece, hanno calcato il palco del Teatro Kursaal di Auronzo RossoTeatro/Atelier Teatro Danza con il debutto dello spettacolo “Bella Addormentata”, e Alberto De Bastiani con “La Storia di Pinocchio”.
A sottolineare ancor più il successo della seconda stagione si è delineato in chiusura della rassegna l’importante incremento di adesioni da parte degli Istituti dei comprensori scolastici con un incremento del 20% sulle presenze totali rispetto alla prima edizione del 2013. All’intera stagione hanno partecipato le scuole Primarie di Reane, Villapiccola, Vigo di Cadore, Sappada, Valle di Cadore, San Pietro di Cadore, le scuole dell’infanzia di Auronzo di Cadore, San Pietro di Cadore, Sappada, Comelico Superiore, Pieve di Cadore. Per le scuole secondarie di I° Grado Auronzo di Cadore, Santo Stefano, e la Scuola Papa Luciani di Candide e per le secondarie di II° grado il Liceo Linguistico Europeo di Auronzo di Cadore e l’Istituto Fermi di Pieve di Cadore.

“Un risultato importante e sorprendente – commenta il direttore artistico Alessandro Rossi – che premia il lavoro fatto la scorsa primavera e la qualità degli spettacoli proposti ma soprattutto il rapporto diretto dei docenti con la direzione artistica, che ha permesso loro di avere una figura di riferimento costante”.

Si è conclusa anche l’iniziativa del laboratorio teatrale per le scuole di Auronzo di Cadore, iniziativa che ha coinvolto circa 170 alunni tra le scuole elementari di Reane e Villapiccola, la scuola primaria di secondo grado e, per la prima volta, la scuola materna. Attraverso i laboratori teatrali, coordinati da Katiuscia Bonato e della durata complessiva di quasi 100 ore, l’obiettivo era quello di “sviluppare le abilità sensoriali di base – spiega l’assessore alla Cultura di Auronzo Anna Vecellio Del Monego – attraverso la comprensione e la trasformazione degli stimoli esterni fatti da brevi narrazioni e giochi-esercizi teatrali pensati ad hoc”. Al termine del laboratorio è stata realizzata anche una piccola rappresentazione dei ragazzi davanti ai genitori per mostrare loro i risultati di questo percorso. Decisamente molto positivo il bilancio di questa seconda stagione di teatro per le scuole del nostro territorio che a 360 gradi ancora una volta ha voluto sottolineare l’importanza del teatro per la crescita e la formazione dei bambini e dei ragazzi.

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su