Cadore: 2° Raduno Motoenduro & Fuoristrada 4X4, Quad & Buggy

Di nuovo in pista il team del Cadore Motor Games per i preparativi del 2° Raduno Motoenduro & Fuoristrada 4X4, Quad & Buggy, che si terrà il 13 e 14 settembre 2014 a Laggio di Cadore. Quest’anno con ancora più grinta grazie all’entusiasmo dimostrato da tutti coloro che hanno contribuito all’ottima riuscita della prima manifestazione: partner, collaboratori, partecipanti, organizzatori e un fantastico pubblico. Ed anche per questa edizione NuovoCadore media partner.

L’incantevole anfiteatro delle Dolomiti Orientali farà da cornice a questo evento dedicato agli appassionati di motori e di avventura che si troveranno ad affrontare un tracciato più lungo e un po’più impegnativo rispetto a quello dello scorso anno, con nuove prove tecniche di vari gradi di difficoltà. Uno dei momenti più attesi della manifestazione, quello che metterà d’accordo grandi e piccini, sarà lo spettacolare show della Daboot, il gruppo di freestyler più famoso d’Italia se non d’Europa. Ancora in fase di definizione i nomi dei campioni che si esibiranno in sella ai loro mezzi in acrobatiche figure, e che non mancheremo di comunicare in itinere.Elifriulia effettuerà voli panoramici in elicottero e vi avvicinerà alle più famose cime delle Dolomiti Orientali per godere di inimitabili panorami mozzafiato.

La zona “Cialea” a Laggio di Cadore, Infopoint dell’evento nonché punto di ritrovo e partenza degli equipaggi, accoglierà gli ospiti con uno stand enogastronomico, musica e giochi gonfiabili per i più piccini.
Party serale sabato 13 settembre, organizzato da Amanita Eventi, con la partecipazione straordinaria di DJ Mr. Ricky! Tutte le informazioni e gli aggiornamenti alla pagina Facebook: Cadore Motor Games.

SCARICA PROGRAMMA

SCARICA MODULO ISCRIZIONE

SCARICA HOTEL CONVENZIONATI

E nell’attesa sfogliatevi gli album con le foto della scorsa edizione!

I preparativi e le prove

Le persone e i personaggi dell’evento

Motoenduro & Quad

Fuoristrada & Buggy

Show Daboot

Official video

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su