Tappa finale del FANS WORLD SKI CUP a San Vito di Cadore

Fans World Ski Cup, il torneo non competitivo di giochi goliardici sulla neve, giunto ormai alla quarta edizione, quest’anno ha organizzato la sua ultima tappa e la finale presso la Ski Area di San Vito di Cadore. La manifestazione si rivolgeva a chiunque desiderasse provare l’esperienza vert rs n o pa n a aven o altres la poss l t r s opr re tradizioni locali legate alla montagna e non solo. Il progetto è nato all’ ea v vere la passione per il mondo dello sci in chiave alternativa, coniugando tra loro promozione turistica, cultura e intrattenimento, attenti e sensibili però sempre alle tematiche della sicurezza.

Sabato 28 si è tenuta l’ultima gara per le qualificazione alle finali attraverso una gara di Hockey Ski presso il Parco NeveSole della Ski Area San Vito, mentre domenica 01 marzo si sono tenute le finali. Hanno partecipato le quattro squadre vincitrici delle tappe precedenti, rispettivamente San Vito di Cadore, Monreale Valcellina, Tarvisio e Pieve di Cadore. I cinque componenti di ogni squadra dovevano, dopo aver recuperato alla cieca una pallina dai vasi di coccio appesi sopra le loro teste, affrontare due volte un percorso a tempo in salita con ostacoli, chi con dei vecchi sci, con con i sacchi e chi giocando a hockey sulla neve. La squadra vincitrice è stata quella di Tarvisio, aiutata e supportata dalla Scuola Sci Antelao di San Vito di Cadore.
L’affluenza di spettatori presenti all’evento è stata notevole, ma la diretta televisiva dalle 15.00 alle 16.00 su TV Caffè 24 ha riportato un’audience con oltre 500.000 telespettatori.

“Il Consorzio “Cadore Dolomiti” è molto soddisfatto della sinergia che si è creata con il Comune di San Vito, la Pro Loco Tiziano e il Comune di Pieve di Cadore per l’organizzazione e la realizzazione di questo evento. E’ stato mostrato che avere un consorzio unico che copre un territorio più ampio aiuta nella promozione e nella realizzazione di progetti ed eventi” dichiara soddisfatto il Consorzio.

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su
468 ad
Privacy Policy Cookie Policy