Regola di Villagrande: il programma di Mariantonia Corte e Daniele Monti

Si avvicinano le elezioni per la Regola di Villagrande previste per domenica 29 marzo 2015. Pubblichiamo come da richiesta il programma elettorale di Mariantonia Corte Pause e Daniele Monti Di Sopra

“Ci siamo candidati perché vogliamo che la Regola di Villagrande torni ad avere un ruolo centrale per la nostra comunità, dotata di strumenti e risorse utili a garantire la sopravvivenza del popolo regoliero in una montagna sempre più abbandonata dalla politica e dalle istituzioni”.

VERTENZA COL COMUNE

Vogliamo concludere la vertenza col Comune in modo pienamente legale, difendendo i diritti ed il patrimonio dei regolieri, per questo intendiamo trascrivere in conservatoria la sentenza Antonini che renderà le Regole proprietarie, a tutti gli effetti, della particella 402 e dei proventi di Misurina e delle Tre Cime:

> le Regole avranno l’ultima parola sull’urbanizzazione di Misurina: ogni proposta d’intervento verrà valutata in base al concreto vantaggio economico per le Regole, salvaguardando il territorio da inutili sfregi ambientali che arricchiscono solo gli speculatori;

> le Regole pagheranno l’intera rata annuale dei mutui contratti ad oggi dal Comune, a scalare fino all’estinzione dei debiti: in questo modo, il Comune eviterà la bancarotta mentre eventuali nuovi mutui verranno pagati da tutti i cittadini auronzani e non più dai soli regolieri.

FAMIGLIA E ISTRUZIONE

I bambini sono il futuro della Regola e di tutta la comunità auronzana, per questo intediamo:

> istituire un bonus bebè fino ai 3 anni d’età, contro calo demografico in atto nella nostra valle;

> istituire l’insegnamento facoltativo della cultura regoliera nelle nostre scuole elementari, in modo che i nostri figli possano conoscere, da subito e con l’aiuto di insegnanti preparati, il territorio in cui vivono e le tradizioni che lo animano, imparando a parlare correttamente il dialetto auronzano;

AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE

La Regola di Villagrande deve tornare a dialogare direttamente con la popolazione senza ostacoli, per questo intendiamo:

> reintrodurre il libero accesso agli atti: è inaccettabile che oggi un regoliere debba ricevere il consenso del consiglio d’amministrazione per visionare gli atti della propria Regola;

> creare un sito internet della Regola dotato di albo pretorio: non solo sarà possibile vedere e scaricare liberamente tutti gli atti prodotti, ma il sito servirà anche per comunicare, in qualsiasi momento e senza doversi recare negli uffici, ogni notizia e informazione utile riguardante la vita della Regola.

“Mai come oggi la Regola di Villagrande ha bisogno di guardare di nuovo al futuro, nella legalità, nella trasparenza e nell’interesse di tutto il popolo regoliero senza distinzioni, per questo vi chiediamo di votare per noi”

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su
468 ad
Privacy Policy Cookie Policy