La Pitturina Ski Race si corre il pomeriggio del 13 febbraio a Padola

pitturina«E’ arrivata la neve – ha detto Michele Festini Purlan, coordinatore della Pitturina Ski Race – le nostre montagne finalmente hanno un aspetto invernale. La nevicata della scorsa notte ci rende felici, ma dobbiamo confermare il programma e il tracciato di riserva. Purtroppo è troppo tardi per allestire il percorso originale della Pitturina».
Un inverno atipico, caratterizzato da scarse precipitazioni sull’arco alpino, ha costretto il Comitato Organizzatore della sci alpinistica dell’alto bellunese a cambiare i suoi piani.

Grazie così alla preziosa collaborazione con la società Sexten Dolomiten la Pitturina si svolgerà all’interno della Ski Area di Padola di Comelico che, unica in Italia, ha permesso durante l’ultima stagione, la risalita agli skialpers lungo un tracciato dedicato. Agli atleti non si farà mancare qualche uscita in neve fresca e qualche salita inedita, il tutto in un’atmosfera surreale, illuminata dalle lampade frontali posizionate sui caschi.
Sì, una Pitturina Ski Race diversa, diversa come non lo è mai stata, con partenza nel tardo pomeriggio di sabato 13 febbraio.

Modificato quindi il programma della Pitturina: venerdì 12 febbraio alle ore 19 si correrà la VerticalSpina con partenza a Candide e arrivo sul monte Spina (gara aperta a chi vorrà farsi una passeggiata o una corsa sulla neve e con le ciaspe); sabato 13 febbraio alle ore 17 si gareggerà la Vertical Ski Race, inedita e spettacolare gara di scialpinismo individuale aperta a tutte le categorie Open con partenza da Padola e arrivo al Rifugio Col d’la Tenda (730m di dislivello positivo), mentre alle 17.30 scatterà la Pitturina Ski Race con partenza e arrivo nei pressi della Ski Area.

pitturinaLa formula resta a coppie mentre il dislivello da superare sarà di 2200 metri con un triplice passaggio in vetta. Per tutti gli appassionati sarà inoltre possibile salire in quota e seguire gli spettacolari passaggi degli atleti grazie al tradizionale evento “Io c’ero a KM 0” che permetterà di percorrere accompagnati, con partenza alle ore 16 e muniti di sci e pelli, la salita verso il rifugio Col d’la Tenda dove è prevista musica e festa per tutta la durata della manifestazione. Al termine della gara, trasferimento al PalaPitturina nella storica borgata di Sega Digon per il CenaParty, le premiazioni, le estrazioni della Pitturina Winter Lottery e molto altro.
«Se l’ambiente non sarà quello spettacolare delle creste della Pitturina, – ha concluso il presidente dello Spiquy Team – se la neve non sarà quella polverosa del versante Austriaco, non significa che La Pitturina possa essere altrettanto affascinante. Anzi faremo in modo che anche questa 8^ edizione resti impressa nella mente dei partecipanti come un’edizione speciale, fatta di cultura, spettacoli, colpi di scena, tradizioni e soprattutto passione ed entusiasmo che solo la gente del Comelico sa dare».

La completa assenza di manifestazioni durante il weekend, sta favorendo le iscrizioni, e in questi ultimi giorni si è scatenata una vera e propria “caccia al compagno”. Tutti ricercano il socio più adatto, quello che può darti una mano in salita o tirarti in discesa e così nomi eccellenti come Tadei Pivk, Pietro Lanfranchi, la beniamina di casa Alba De Silvestro e Katia Tomatis si sono già prenotati un pettorale per la sfida notturna alla Pitturina Ski Race.
Tra le ultime iscrizioni giunte alla segreteria operativa del Comitato Organizzatore è arrivata una squadra eccellente formata dagli azzurri Michele Boscacci e Manfred Reichegger. Michele Boscacci, confermando il periodo di forma straordinario, nelle nevi svizzere lo scorso weekend si è laureato campione europeo nell’Individual Race.
La lista dei pretendenti alla vittoria finale si sta allungando, la corsa verso la conquista dell’ottava edizione della Pitturina è partita!

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su