La signora delle camelie in scena ad Auronzo di Cadore

18 marzoProsegue venerdì 18 marzo la rassegna teatrale intitolata “CulturAuronzo 2016 è … Teatro” organizzata dal Comune di Auronzo di Cadore in collaborazione con l’Istituto Ladin de la Dolomites e il Consorzio Turistico Tre Cime Dolomiti. A causa di un problema sopraggiunto la compagnia teatrale delle Bretelle Lasche è stata costretta ad annullare lo spettacolo previsto nel programma originario, che subirà pertanto una variazione. Venerdì 18 marzo alle ore 21.00 al Cinema Teatro Kursaal l’appuntamento è con il gruppo teatrale delle Bretelle Lasche Giovani e il loro nuovo spettacolo intitolato “La Signora delle Camelie”, liberamente tratto da Alexander Dumas figlio, regia di Ginevra Zanol.

Protagoniste sulla scena le tre signore delle camelie, le più belle cortigiane di Parigi, fiori appena sbocciati, ma destinati ad appassire velocemente. Ortensia, Rosa e Violetta, tre donne che vivono tutte dello stesso inganno. Gioielli e sfarzi sembrano averle appagate, almeno finché Armando non entra nella loro vita. E‘ infatti l’amore puro quello che poi le smaschera, le accompagna e le rovina; l’amore per un uomo o forse il ritrovato amore per sé stesse che dà redenzione e perdono.

E‘ a questo ambiente e in questo spazio fatto di manichini e soffocante compostezza che il gruppo delle Bretelle Lasche Giovani ha deciso di aggiungere dell’ardore e dell’energia giovanile tipici della loro età. L’abito si fa gabbia di spiriti per propria natura, in cerca di libertà, e l’istinto prende il sopravvento sulle convenzioni.
Per concludere: si tratta di tempi diversi, ma le verità rimangono pur sempre le stesse.

Per il Gruppo Bretelle Lasche Giovani non è stato facile interpretare un testo come quello della Signora delle Camelie, scritto in un tempo lontano, che raccoglie i cliché di un’epoca obsoleta e frivola, vissuta tra salotti, caffè, musica raffinata e teatro. Un’attenta lettura, unita alla riflessione per la messa in scena, ha rivelato la profondità del testo e la sua complessità. La protagonista del romanzo, Margherita, parla un linguaggio che è anche quello dei nostri giorni, essendo una donna che vuole mostrarsi liberamente per quello che è veramente, vivendo la propria vita e i propri sentimenti liberamente. Lo spettacolo presenta però una novità, in quanto non sarà il personaggio di Margherita protagonista sulla scena, bensì la sua storia sarà vissuta da tre diverse cortigiane che cercheranno a loro volta la via dell’amore e della libertà.

Le Bretelle Lasche Giovani hanno voluto raccontare questa storia tracciandola con i movimenti, i segni e le parole a loro più sentiti, attraverso la forza evocativa e attualizzante del teatro, un teatro che per loro è maestro di bellezza, carisma, tenacia, spirito di gruppo e consapevolezza.

La rassegna teatrale ospiterà come ultimo appuntamento il 1 aprile il gruppo Teatrando di Cortina d’Ampezzo con lo spettacolo “Volesse il cielo”. Il costo dell’ingresso per ogni spettacolo è di €5. Ingresso gratuito per i ragazzi fino ai 18 anni. Per informazioni rivolgersi all’Assessorato alla Cultura del Comune di Auronzo di Cadore culturaturismo@comune.auronzo.bl.it oppure al Consorzio Turistico Tre Cime Dolomiti, 0435 99603, www.auronzomisurina.it

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su