Trail de le Longane, a Lozzo di Cadore si annuncia un grande spettacolo

trail-de-le-longane-2012-manuel-da-col-2.-classificato-al-passaggio-alla-chiesette-di-loreto-FOTO-ALESSANDRO-GHINATOSi annuncia un grande spettacolo per domenica 8 maggio a Lozzo di Cadore. Nella località bellunese andrà in scena la quinta edizione del “Trail de le Longane”, gara non competitiva di corsa in montagna che si snoderà tra alcune zone suggestive dei dintorni di Lozzo, come quella dei Mulini o quelle di Lagune e Somacros, per un totale di 15 chilometri di sviluppo e un dislivello positivo di 1.100 metri. Saranno in tanti a correre il Trail de le Longane (bellissime fanciulle, dai piedi caprini, di qui il “sottotitolo” della gara “correndo con piedi di capra” che abitavano i corsi d’acqua e che conoscevano l’arte della magia ndr). E molti saranno anche gli atleti di alto livello: ad esempio Alessandro Follador, ex azzurro dello sci di fondo e dello sci alpinismo. A sfidare il finanziere di Falcade ci saranno il neo campione regionale veneto di corsa in montagna, Filippo Barizza; l’auronzano specialista delle lunghe distanze Ivano Molin; l’altoatesino Eugen Innerkofler; il sappadino Matteo Piller Hoffer. Da tenere d’occhio anche il giovanissimo friulano Martin Coradazzi, una delle promesse più importanti dello sci di fondo italiano.

La gara, che metterà in palio il quarto memorial Gustavo Da Prà, scatterà dalla piazza di Lozzo (dove è fissato anche l’arrivo) alle 9.45 di domenica 8 maggio. Le iscrizioni sono possibili, on line, fino alla mezzanotte del 6 maggio. Il sabato e la domenica sarà possibile iscriversi in loco, fino al raggiungimento del numero massimo fissato dall’organizzazione, 350.
«Il percorso è tracciato e in condizioni ottimali» spiega Andrea Forni, coordinatore dello staff organizzativo. «Il livello dei concorrenti è buono e contiamo di aumentare il numero di iscritti in queste ultime ore. Oltre al pacco gara (con capo tecnico Karpos) e ai servizi di ristoro, per i concorrenti quest’anno abbiamo predisposto un servizio massaggi, gratuito. Un qualcosa in più che, crediamo, potrà essere apprezzato».

Forni intende anche rivolgere un appello ai concorrenti. «Quest’anno sarà obbligatorio presentare copia del certificato medico per attività agonistica o la tessera Fidal, pena l’esclusione dalla classifica finale» spiega l’organizzatore. Per quanto riguarda il ritiro dei pettorali, sarà possibile effettuarlo sabato 7 dalle 8 alle 18 all’ufficio turistico di Lozzo, oppure la mattina della gara, in zona partenza, dalle 7.30.

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su