L’Arte a Lunga Conversazione inaugura con tante novità

Mentre il treno musicale del SanVito Blues&Soul festival continua la sua corsa, prendono vita alcune interessanti iniziative collaterali. E’ già partita ArteInVetrina , un’iniziativa con la quale l’associazione culturale SanVito Blues&Soul, organizzatrice del tutto, ha trasformato alcuni negozi che a San Vito erano da tempo chiusi, in piccole gallerie d’arte sparse per il centro del paese. Nelle vetrine sono esposte opere artistiche di 7 artisti sanvitesi: Bruno Palatini, Gildo De Vido, Gabriella Menegus, Laura Sala, Maurizio De Lotto, Nathan De Lotto e Nicoletta Belli. Il percorso artistico dedicato a questa
brillante iniziativa iniziativa è disponibile fino alla fine di agosto.

2Domenica 17 luglio 2016 apre i battenti, presso l’Asilo Vecchio a San Vito di Cadore, la mostra Sguardi in verticale colori e geometrie del cielo mostra di fotografia astronomica della fotografa Marcella Giulia Pace. Nata a Ragusa, insegna alla scuola primaria di Cibiana di Cadore. Nel 2011 riceve, dal Ministro della Pubblica Amministrazione il premio per l’innovazione nella didattica. Realizza video clip per musicisti e nel 2011 è stata aiuto regista del docufilm “L’Ora di Spampinato”, giornalista siciliano de “L’Ora” ucciso nel 1972. Coltiva diverse passioni, solo apparentemente distanti tra loro: l’astronomia, la montagna, la musica, le illusioni ottiche e i giochi di logica e di prestigio. Le sue immagini ormai sono regolarmente pubblicate su molte riviste e siti di astronomia nazionali ed internazionali, tra cui Nuovo Orione, Astronomy Now, Sky and Telescope. Nel 2015 la sua foto “Moon and Antelao” viene selezionata dal Royal Museum of Greenwich, esposta
alla mostra permanente presso l’Osservatorio Astronomico di Greenwich e pubblicata nel volume
“Astronomy Photographer of the Year 2015”, edito dall’Osservatorio stesso in collaborazione con la
BBC e la casa editrice Collins. I suoi scatti sono soprattutto da un lato testimonianza della bellezza che ci offre continuamente la Natura e dall’altro un memento circa la fallacia di un nostro sguardo troppo spesso vittima di sempre più aggressivi attacchi alla nostra attenzione al momento che stiamo vivendo, troppo distratti per poter cogliere la bellezza nelle cose (e probabilmente anche nelle persone) che ci circondano…”
La mostra sarà aperta fino alla fine di agosto, ogni giorno dalle 17.00 all 20.00.

Il tutto all’interno de L’Arte A Lunga Conversazione, il contenitore artistico/culturale che da anni affianca il festival nelle estati cadorine e sempre brillantemente coordinato da Fiorella De Lotto

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su