“Niente è così sia” di Michela Ianese al Rifugio de Dòo Monte Zovo

FullSizeRenderUn ritorno dove tutto iniziò venerdì 12 agosto 2016 alle ore 17 presso il rifugio de Dòo Monte Zovo (Loc. Monte Zovo – Costa San Nicolò San Nicolò Comelico) dove Michela Ianese, artista di origini comeliane ma molto conosciuta per le sue opere a livello nazionale ed internazionale, presenterà la sua prima esperienza come scrittrice. L’evento sarà accompagnato dal suono della fisarmonica, del flauto e della chitarra con lettura di alcune pagine del libro.

Niente è così sia” questo è il titolo del racconto dedicato alla madre che inizia proprio dall’affresco effigiato esternamente della chiesa di San Nicolò che rappresenta il San Cristoforo e da quella sfera bianca, simbolo del mondo nelle mani del Cristo che roteerà perdendosi come il perdersi dei valori umani, e dal tufo annerito partirà la migrazione del personaggio che dal monte nuovo (Monte Zovo) per la crisi del lavoro giungerà in Scozia perfezionando e attivandosi come ‘Mastro distillatore’ per una nuovo aroma di Whisky. Il libro edito da Europa Edizioni è disponibile in libreria da maggio 2016.

“Avvicinarsi a queste pa­gine significa sfiorare una letteratura che fa con le parole ciò che Picasso faceva con il suo cubismo. Se giunti alla terza o quarta pagina vi sembrerà di vedere le frasi accostate in modo affascinante, ma non troppo immediato, dovrete supe­rare quel solo gradino che vi separa dallo scoprire un mondo assurdo e geniale. È il gradino della convenzione, del consueto modo di scrivere, dell’aspettativa di trovare quello che di solito si trova in un romanzo. Va superato, perché non è ciò che troverete. Se riuscirete ad andare oltre, ad attraversare quel confine che separa l’arte dalla semplice improvvisazione, allora questo libro si imprimerà a fondo nella vostra anima e resterà con voi per molto, molto tempo. Forse non per sempre, perché nulla è per sempre, Niente è così sia.”

Michela Ianese è nata a Pieve di Cadore, la Patria del Tiziano. Appassionata d’arte, ha esposto in tutto il mon­do con vari riconoscimenti e premi della critica: con le innovate TEXTURE//Cosmiche, esposte a NewYork, elaborazioni con materiali vari e pittura; con La IV Di­mensione, installazione di luci, selezionata per gli itine­rari internazionali nei circuiti paralleli espositivi della Biennale di Venezia; con I carto/volanti, cartoni appesi e girovaganti effigiati da grandi ritratti di scrittori e let­terari, per scenografie teatrali; con I tela/riFerimenti, grandi tele colorate bucate a rappresentarne il dolore umano e la crisi epocale in atto, esposti a Barcellona; infine con I volti bianchi al Louvre, ha introdotto nuovi linguaggi concettuali, testimonial del tempo contempo­raneo. Invenzioni e innovazioni creative. Ha esposto più volte al Castello Estense di Ferrara e in altre pre­stigiose sedi, al Centro Italiano di cultura a Helsinki in Finlandia, a Istanbul, alle esposizioni collettive di Arte Contemporanea Internazionale al Louvre di Parigi, e in tutta Italia. Citata in molte riviste e articoli culturali locali, Nazionali e Internazionali, oltre che essere pre­sente nel Catalogo di Arte Contemporanea Mondado­ri, nel Catalogo Arte in America e in vari altri volumi. Ha dipinto l’altare Maggiore nella Chiesa di Costa in Comelico con la rappresentazione delle Martiri e Delle Sante Contemporanee. Dipinge, medita, osserva, vive e respira in Comelico.

Michela Ianese - niente è così sia

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su