Rassegna autunnale “Il cosmo della musica”

il-cosmo-della-musicaParte a Pieve di Cadore la rassegna musicale organizzata in collaborazione con il Comune di Pieve di Cadore che si terrà nella sala COS.MO del medesimo comune, nei quattro sabati del mese di novembre 2016. Quattro concerti, partendo dalla musica Antica passando attraverso il Celtic il Jazz fino al Folk con una serata che vedrà protagonista il gruppo AL TEI con più di dieci musicisti sul palco, per condividere assieme una serata speciale per un’occasione speciale.

Ex Tempore Trio è un’esperienza musicale di recente ed improvvisa nascita, ex tempore infatti è un modo elegante di dire all’improvviso, senza preparazione, parlare ex tempore significa parlare a braccio, improvvisare.
Senza preparazione si diceva, però, intendiamoci, i musicisti che compongono questo trio hanno tutti una preparazione ed una formazione, anche accademica, con diploma di conservatorio e tutto il percorso accademico e concertistico conseguente. Ci vuole molta preparazione infatti, per suonare senza preparazione. E sta proprio qui una delle caratteristiche principali del concerto proposto e uno dei motivi del nome del complesso, la riproposizione della pratica musicale barocca, pratica che aveva nel saper improvvisare uno dei suoi punti cardine.
Spesso nel termine “improvvisazione” si può vedere un tono negativo, di sciatteria, non è, o perlomeno non dovrebbe essere così nella musica, improvvisazione non significa arbitrio ma significa capacità di trovare, all’interno di regole ben precise e ferree, soluzioni musicali adeguate senza bisogno che queste siano pedissequamente scritte.

Un accademismo sclerotizzato, figlio di alcuni aspetti deteriori del romanticismo ha escluso la pratica improvvisativa dalla formazione dell’interprete consegnandoci una figura di musicista molto diversa e più rigida di quella che era comune nelle epoche più antiche, dove molta parte delle esecuzioni musicali vedeva nella capacità di improvvisare una “conditio sine qua non”. Nel programma del concerto, attraverso il suono dei flauti dolci e del clavicembalo, verrà esplorata la musica strumentale da camera del periodo barocco, dal suo nascere, in cui le forme
musicali non sono ancora definite, la musica è in qualche modo proteiforme e il carattere improvvisativo è insito nelle composizioni stesse, fino alla piena maturità del barocco, in cui le forme sono ormai ben delineate ed hanno acquisito una certa rigidità e l’aspetto improvvisativo è in qualche modo “addomesticato” preannunciando in qualche modo la successiva evoluzione classica e romantica in cui l’aspetto formale della musica diverrà sempre più importante.

Gli Ex Tempore Trio sono:
Maria Canton: clavicembalo;
Luca Ventimiglia: flauti dolci;
Sandro Del Duca: flauti dolci

Commenti

commenti

Author: Marta De Zolt

Condividi questi articoli su