Bando per la creazione e sviluppo di attività nelle aree rurali

Il 22 settembre 2017 è stato pubblicato sul BUR veneto l’avviso del bando del tipo intervento 6.4.2 Creazione e sviluppo di attività extra-agricole nelle aree rurali, riservato alle imprese artigianali e dei servizi, nell’ambito del Programma di Sviluppo Locale CIME del Gal Alto Bellunese.

Per illustrare le opportunità offerte dal bando pubblico e in collaborazione con AVEPA SUA interprovinciale di Belluno e Treviso, ha organizzato tre incontri rivolti agli operatori del settore e a tutti i soggetti interessati che si terranno:

il giorno 03.10.2017 ad Agordo alle ore 17:30 presso la sede dell’Unione Montana, in via 4 novembre n. 2, nella saletta al terzo piano;

il giorno 04.10.2017 a Santo Stefano di Cadore alle ore 17:30 nella sala convegni, in via Udine, secondo piano palazzo ex scuola media;

il giorno 05.10.2017 a Pieve di Cadore alle ore 17:30 nella sala della Magnifica Comunità di Cadore, in piazza Tiziano n. 2

 

I soggetti richiedenti devono essere microimprese e piccole imprese la cui partita IVA riporti uno dei seguenti codici ATECO:

Attività 1.Artigianali – Living

16.23.20 Fabbricazione di altri elementi in legno e di falegnameria per l’edilizia

25.12.10 Fabbricazione di porte, finestre e loro telai, imposte e cancelli metallici

28.21.29 Fabbricazione di altri sistemi per riscaldamento

31.01 Fabbricazione di mobili per ufficio e negozi

31.02 Fabbricazione di mobili per cucine

31.09 Fabbricazione di altri mobili.

32.20 Fabbricazione di strumenti musicali

32.40.2 Fabbricazione di giocattoli (inclusi i tricicli e gli strumenti musicali giocattolo (di legno)

43.32.02 Posa in opera di infissi, arredi, controsoffitti, pareti mobili e simili

43.91 Realizzazione di coperture

95.29.02 Riparazione di articoli sportivi e attrezzature da campeggio (incluse le biciclette)

96.02 Servizi dei parrucchieri e di altri trattamenti estetici

Attività 3. Servizio settore sociale

88.91 Servizi di asili nido e assistenza diurna per minori disabili.

Gli investimenti ammissibili sono:

– ristrutturazione e ammodernamento di beni immobili:

a) ristrutturazione e ammodernamento dei fabbricati finalizzati alla realizzazione di stanze e/o locali per lo svolgimento delle attività e/o al loro adeguamento agli standard previsti dalle norme specifiche anche ai fini dell’autorizzazione all’esercizio

b) ampliamenti, nell’ambito di opere di ammodernamento o ristrutturazione dei fabbricati, necessari esclusivamente per gli adeguamenti tecnologici e igienico-sanitari, a volumi tecnici e per l’eliminazione delle barriere architettoniche come previsto dagli atti progettuali approvati dall’autorità competente

c) sistemazione delle aree esterne che interessano l’attività

– acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature

– acquisto o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali, realizzazione di siti internet.

Le spese ammissibili sono riferite ai costi sostenuti per investimenti strutturali, impianti, attrezzature, hardware e software.

L’importo a bando è pari a euro 500.000,00, con un’intensità di aiuto del 50% per ristrutturazione ed ammodernamento dei beni immobili e del 45% per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature, l’acquisto o sviluppo di programmi informatici e l’acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali, la realizzazione di siti internet. La spesa minima ammessa è di euro 10.000,00, il contributo massimo concedibile è di euro 40.000,00.

Le domande di aiuto devono essere presentate, per via telematica, ad AVEPA entro il 21.11.2017.

Il bando è scaricabile QUI.

 

Fonte: GAL Alto Bellunese

Commenti

commenti

Author: Orsola1

Condividi questi articoli su