Gestire un cane agitato: attenzione alle esigenze

In questo articolo vi parlo di cani agitati, nervosi, scatenati, distruttori, di quelli che non stanno mai fermi e combinano un sacco di guai! Spesso i proprietari di cani di questo tipo li riportano indietro dopo l’adozione o l’acquisto perché non si sentono in grado di gestirli e non riescono a controllarli. In realtà ne avremmo molto da parlare sull’importanza dell’autocontrollo e sul fatto che il cane debba adeguarsi al nostro stile di vita e alle regole della società.

La verità è che il cane non può arrabbiarsi né discutere, il cane ad un certo punto sente che è giunta l’ora di sbroccare e lo fa esattamente come gli passa per la testa in quel momento cioè distruggendo il divano o girandosi in modo aggressivo verso il padrone.

Che problemi ha il cane? Posso ancora tenerlo o devo darlo via perché ingestibile? Diventerà aggressivo anche con gli altri cani o con me? State tranquilli, niente di tutto questo… semplicemente il cane ha accumulato molta energia, esigenze e frustrazioni che aveva bisogno di sfogare! I fabbisogni del cane non sono solo fisici come molti pensano quindi non basta una passeggiata guardando il cellulare per farlo sentire bene.

Il cane ha anche e soprattutto bisogni psicologici quindi necessita di stimoli, interazioni con i suoi simili o con l’uomo, socializzazione.

Il cane si sfoga in queste tre modalità:

  • Muovendosi: che si tratti di passeggiare, correre, rotolare, giocare al riporto, le energie del cane si sfogano con l’esercizio fisico. Il cane non sarà solo più stanco fisicamente ma anche molto rilassato psicologicamente.
  • Annusando: l’olfatto del cane è una vero portento ed è uno dei principali modi con cui il cane esplora l’ambiente circostante. Per cui è giusto rispettare questa caratteristica portando pazienza se in passeggiata si ferma molto spesso ad annusare e anzi stimolarlo attraverso giochi a premi come la caccia al tesoro o il Kong.
  • Rosicchiando: questo atteggiamento non solo stanca il cane fisicamente ma lo impegna molto anche a livello mentale e asseconda uno dei suoi istinti predominanti in natura! Per cui via con i giochi masticabili!

Certamente esistono razze di cani che per pura genetica e percorso di selezione sono più energici e iperattivi (es. Pastore australiano, Border Collie, ecc) ma ricordate che il problema di cani particolarmente difficili nella maggior parte dei casi è un padrone che non sa gestirli o uno stile di vita che non rispecchia le loro esigenze!

 

A cura della Dott.ssa Francesca Carli, Dottoressa in Igiene e Sanità Animale.

Commenti

commenti

Author: Orsola1

Condividi questi articoli su