Il Dolomiti Blues&Soul Festival ai blocchi di partenza

Tra grandi proposte musicali, panorami, cultura, arte, gastronomia e altro il Dolomiti Blues&Soul festival, inizierà sabato 7 luglio, da San Vito di Cadore il proprio viaggio di un mese, tra le Dolomiti bellunesi patrimonio Unesco.

300 anni fa, nel 1718, l’esploratore Jean-Baptiste Le Moyne de Bienville. sceglieva di fondare, sul delta paludoso del fiume Mississippi, una colonia francese, Nouvelle-Orléans, in onore del Duca di Orléans, oggi la straordinaria New Orleans. Una delle più incredibili città del mondo, ipnotica, coinvolgente e decisamente unica. Un mix fatto di storia, musica, culture, tradizioni, profumi speziati e quel pizzico di follia, necessario per amalgamare il tutto. E culla, praticamente, di tutta la musica moderna.

Per rendere omaggio ai 300 anni di Nola, (così viene chiamata New Orleans dai suoi abitanti), sabato prossimo 7 luglio a San Vito di Cadore, avrà luogo l’apertura della XVII edizione del Dolomiti Blues&Soul festival.

L’apertura sarà un autentico Mardì Gras, (la festa più nota di New Orleans), una festa di carnevale, con musica, maschere, allegria, ballo e tanto divertimento. Ovviamente è gradito il vestito in maschera, qualsiasi maschera. (Il gruppo più numeroso e la maschera più originale saranno premiate).

Anche la proposta gastronomica sarà in linea con il resto della serata, con la famosa Jambalaya, piatto principe della cucina di New Orleans.

A tagliare il nastro della 17a edizione, alle 19.00, sarà la Banda Valboite, che porterà il proprio augurio musicale alla città della Louisiana tra musica Dixieland, letture e aneddoti sulla città della Louisiana. Nata nel 1982, la Banda Valboite costituisce una importante realtà musicale del nostro territorio dandosi un’impronta moderna e musicalmente accattivante, ha portato la propria musica anche oltre i confini del Cadore, con numerose partecipazioni in importanti piazze italiane ed europee.

Alle 21.00 saliranno sul palco i Bayou Moonshiners Collective, guidati da Max Lazzarin e Stephanie Ocean Ghizzoni, che, dopo tanti anni di esperienza girando in lungo e in largo l’Europa, nel 2015 decidono finalmente di unire le forze creando i Bayou Moonshiners, con lo scopo di portare lo stile di New Orleans in un vero e proprio never ending tour europeo.

Subito grande successo, la vittoria dell’ Italian Blues Challenge 2016 che li ha visti come rappresentanti italiani, in Danimarca all’European Blues Challenge nel 2017. Il loro messaggio musicale è riconoscibile e originale, un viaggio nella New Orleans e Mardi Gras Music un sound dai colori, profumi, odori e suoni evocatori di quella atmosfera magica e sensuale, tipica della città della Louisiana. Tra funk , blues, R’n’B, ragtime, soul e gospel, non sarà semplice rimanere fermi sulla sedie.

La formazione sul palco vedrà Stephanie Ocean Ghizzoni voce e percussioni, Max Lazzarin voce e piano, Alessandro Arcuri voce e basso, Corrado Corra voce e batteria, Giacomo Scavanini voce e trombone.

Durante la serata avrà luogo anche la consegna del premio dedicato alla memoria di Bortolo De Vido, il giornalista sanvitese scomparso nel 2010.

Quindi ….. Happy Birthday New Orleans e Laissez les bon temps rouler!

Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su
Privacy Policy Cookie Policy