Malga Maraia è la nuova meta del turismo in Val d’Ansiei

La nuova Malga Maraia è nata un anno fa e il primo bilancio è stato positivo. A tirare le somme è stata la Società Cooperativa Agricola Auronzo Val D’Ansiei che comunica che i dati sono in linea con una situazione di forti investimenti e di start-up di una nuova attività. Malga Maraia manifesta tutti i segnali positivi per il futuro.

L’attività agrituristica ha avuto inizio il 3 agosto 2017 e si è protratta fino al 30 settembre, quindi nei fine settimana di ottobre e nei primi di novembre, è ripresa a Natale per concludersi a Pasqua: Da Natale a Pasqua, causa la neve, la malga era raggiungibile solo a piedi.

In questo anno di attività sono stati serviti 7000 pasti ed oltre 3900 porzioni di dolce. Numeri che testimoniano un vero successo. Questo per quanto riguarda l’attività agrituristica ma anche l’attività agricola e di allevamento presenta numeri altrettanto interessanti. Nella primavera 2017 sono state installate altre serre in località San Rocco portando la superficie coperta a 800 metri quadrati. Nel contempo è stato impiantato nella stessa zona un vigneto di circa 1000 metri quadri.

Sotto le serre e negli appezzamenti attrezzati sono stati coltivati piccoli frutti e ortaggi utilizzati in parte nella Malga in parte venduti. Nei pascoli delle malghe sono stati allevati 250 capi fra bovini, cavalli, capre e maiali, macellati nell’autunno del 2017 per essere utilizzati nell’agriturismo di Maraia.

Nella primavera 2018 sono stati completati anche i lavori di ristrutturazione di Malga Popena che si trova lungo la strada che collega Misurina con Carbonin. Questa struttura che andrà ad affiancarsi a quella già in esercizio soprattutto nelle attività di allevamento, sarà attrezzata con un’attività di smercio dei prodotti della Cooperativa.

Dati brillanti anche dal punto di vista occupazionale visto che sono stati impiegati fino a 17 addetti e le prospettive parlano di un incremento d’organico.

Malga Maraia ha ospitato anche un convegno organizzato dalla Confcooperative Veneto. Vi hanno partecipato diversi operatori della provincia di Belluno, Treviso, Venezia e Padova. Nel corso dell’incontro, durante il quale la realtà della Cooperativa Val D’Ansiei è stata portata ad esempio. E così il presidente della cooperativa auronzana Osvaldo Vecellio Del Frate ha spiegato che gli obiettivi perseguiti sono a beneficio di tutti: creare nuova occupazione, coinvolgendo soprattutto i giovani, per evitare il declino della montagna, gestendo pascoli prima abbandonati, sistemando i sentieri, coltivando i terreni, ripristinando alcune stalle, trasformando e vendendo i prodotti agricoli, rilanciando ed incentivando il turismo nei nostri territori di montagna”: parole che esprimono chiaramente l’essenza del progetto.

In tutto questo non poteva mancare una nota di mondanità: agli inizi di giugno di quest’anno Malga Maraia è stata trasformata in un set in quanto sono state girate delle scene della celebre fiction di Rai 1 “Un passo dal cielo”. Complessivamente 35 persone tra registi, attori, truccatori e tecnici hanno fatto tappa nella malga situata a circa 1700 metri ed hanno prodotto delle scene a cavallo, d’amore e d’avventura. Gli attori, tra i quali spicca Daniele Liotti (che sarà il nuovo protagonista della serie al posto di Terence Hill), registi e membri del cast si sono dichiarati colpiti dalla maestosità della zona circondata dalle Marmarole, Sorapis, Cristallo e Cadini di Misurina. Tutti siti emblematici delle Dolomiti più belle, quelle di Auronzo, le Dolomiti Cadorine.

di Valentino Larese Filon

 

Articolo tratto da IL CADORE n.8-2018


Abbonati a IL CADORE, il giornale della Magnifica Comunità.
Info: ilcadore@magnificacomunitadicadore.it – Tel. 0435.32262


Commenti

commenti

Author: NC staff

Condividi questi articoli su
Privacy Policy Cookie Policy