PDA

Visualizza Versione Completa : addio ai sacchetti di plastica nei supermercati: voi cosa ne pensate?



Aurora
09-01-2011, 12:12 PM
Dal primo gennaio non possono più essere prodotti o messi in commercio gli shoppers non biodegradabili, mentre una normativa transitoria dà la possibilità ai supermercati e ai negozi di smaltire le scorte.

Sui giornali in questi giorni leggo pareri differenti.

C’è chi dice che la “vita utile” dei sacchetti è breve rispetto alla “vita dannosa” quasi eterna (un sacchetto resta nell’ambiente da un minimo di 15 anni ad un massimo di 1.000).

I produttori di buste di plastica (UnionPlast) sostengono invece che:
• il divieto non è previsto da nessuna direttiva comunitaria
• il sacchetto non è un problema perché può essere riutilizzato
• il divieto obbliga il consumatore ad acquistare sacchi neri per la raccolta dei rifiuti
• il sacchetto di plastica una volta giunto in discarica, spesso viene separato dal contenuto e recuperato in energia o riciclato.
• Le bio-shopper hanno performance minori perché si rompono più facilmente.

Mi domando se in qualche modo questa iniziativa si può tradurre in un risparmio per noi consumatori (che a questo punto dobbiamo utilizzare borse di tela o altri mezzi alternativi al sacchetto, scegliendo accuratamente qualcosa che consenta di essere riutilizzato più e più volte visto anche la differenza di prezzo – dai 3 ai 5€ per la borsa di tela, contro i 0,05€ del sacchetto di plastica, per non parlare di altri contenitori sempre in plastica che hanno un costo superiore ai 5€) o sia solo uno specchio per le allodole a favore dei produttori di queste “bio-shopper”.

Gaudete Semper
09-01-2011, 02:16 PM
Non nascondo il fatto che la borsa di plastica mi è molto utile:per portare la spesa,robusta e quasi sempre molto capiente,e per imballare le immondizie,che vengono puntualmente depositate,chiuse nei benedetti sacchetti,nei cassonetti. Credo però che faremo l'abitudine alle borse di tela (ne riempiremo due o quante ci serviranno) o ai surrogati biodegradabili. Chi ha passato i cinquanta,ricorderà le vecchie "retine",con le quali portavamo(anni '60) le prime confezioni di pasta,zucchero e quant'altro. Le bottiglie erano poche...niente aranciate nè acque minerali...non si badava al fatto che tutti potevano vedere quanto avevamo acquistato. Ah...la retina... non credo che ritornerà,se non per emergenze.

jjbjjb
09-01-2011, 03:46 PM
doveroso salvare l'ambiente,ma credo che un (BORSA)di plastica non sia cosi grave come altri veleni che lo Stato ci obbliga a respirare o peggio ad acquistare,tipo le uova contaminate, la carne infettata,i polli malati,ecc,ecc,ma i nostri politici si perdono in piccole cose come le (BUSTE) di plastica. ma i problemi sono altri adesempio;se non abbiamo lavoro come facciamo a comprare la (BUSTA) di plastica?non si preocupano dei giovani che sono sempre più disoccupati?per non parlare di chi un affitto non se lo puo permettere,che ne pensate?non sarebbe meglio che sti politici si preocupino di altre cose molto ma molto più urgenti ed importanti che di una (BORSA) di plastica? Saluti a tutti.

Elisa
09-01-2011, 11:38 PM
Secondo me è meglio la borsa biodegradabile, mi ha sempre fatto "schifo" trovare borse di plastica nei boschi e raccoglierle per buttarle. sono sicura che ci abitueremo presto anche a questa nuova abitudine e ancora meglio sarebbe portarsi la borsa in stoffa da casa quando si va a fare spesa. :)

Stone Nihilist
10-01-2011, 07:43 PM
che ne pensate?non sarebbe meglio che sti politici si preocupino di altre cose molto ma molto più urgenti ed importanti che di una (BORSA) di plastica?

Il problema della plastica era di facile risoluzione. La disoccupazione no.
Se no, fin tanto che non abbiamo risolto il problema più grave, non possiamo occuparci del resto?!...

Armin Calligaro
10-01-2011, 08:03 PM
Il problema della plastica era di facile risoluzione. La disoccupazione no.
Se no, fin tanto che non abbiamo risolto il problema più grave, non possiamo occuparci del resto?!...

Concordo con John.

deryls82
10-01-2011, 09:18 PM
Quando vadpo a far spesa nei supermercati vado sempre in quelli grossi e solitamente mi arrangio la maggior parte della spesa dentro dei cartoni che poi arrivato a casa li uso per accendere fuoco

NONO DE PAE
15-01-2011, 08:14 PM
prova sul campo: stasera ho fatto la spesa, Carrefour, ho riempito il sacchetto di carta e ops......... s'è rotto. Anche per me, come per Elisa, sono contento della fine dei sacchetti di plastica, così mi sono premunito di un bel carrello capiente con ruote e non ci penso più.
Anch'io sono d'accordo con John. E a Napoli come faranno?:a030:

Aurora
15-01-2011, 08:17 PM
solitamente mi arrangio la maggior parte della spesa dentro dei cartoni che poi arrivato a casa li uso per accendere fuoco

anche io!! soluzione economica e utile :) evita di dover riempire più sacchetti per evitare spiacevoli sorprese:


ho riempito il sacchetto di carta e ops......... s'è rotto.

:) in alternativa bisognerà cambiare abitudine, ricordandosi la borsa di tela quando si esce da casa.

ma tutto questo... migliorerà l'ambiente/le tasche dei consumatori/le spese dei supermercati/blablabla?? mah...staremo a vedere

Aurora
27-01-2011, 02:44 PM
Dal Sole24Ore , risposte che Angelo Bonsignori, direttore generale di Federazione Gomma Plastica, ha dato a una recente intervista :


A quanto ci risulta, invece, in Europa si sta per aprire una procedura di infrazione contro l'Italia, perché il provvedimento non è stato notificato e inoltre viola la direttiva sui rifiuti e sui rifiuti da imballaggio. Già la Francia aveva provato a fare una cosa analoga nel 2006-7, notificando il provvedimento, che poi era stato respinto. E il governo italiano questo lo sapeva. Non esiste un obbligo comunitario che imponga la sostituzione dei sacchetti di plastica con quelli biodegradabili, ma solo una norma, alla quale ci si può adeguare in modo volontario. Il fatto è che è a partire dalla seconda metà del 2010 è stata condotta una campagna mediatica fortissima contro questo prodotto. Non so se le ragioni fossero politiche o elettorali, ma il ministero dell'Ambiente si è impuntato, anche se la sperimentazione necessaria per segnare il passaggio non è stata mai eseguita.

e poi:


Aumentare la grammatura non serve se la catena polimerica è corta. Nei supermercati mi capita mi vedere persone che mettono insieme più sacchetti perché possano reggere il peso della spesa. Un sacchetto bio è difficilmente riutilizzabile, mentre quello di plastica si usava per la spazzatura. Ora, dunque, bisogna comprare altri sacchi per i rifiuti, che sono sempre di plastica. Quindi dove starebbe il vantaggio, per i consumatori e per l'ambiente?

e infine:


anche a me danno fastidio i sacchetti dispersi nei prati. La colpa può essere della scarsa educazione degli italiani, ma anche delle istituzioni locali che non posizionano abbastanza cassonetti per la raccolta differenziata o semplici cestini. Lungo alcune spiagge bisogna camminare anche centinaia di metri per trovarne uno.

Stefanillina
29-01-2011, 03:06 PM
Penso: finalmente!!
W la shopper di cotone, che si riutilizza, resiste un sacco, occupa pocho spazio (quando richiusa) e soprattutto rispetta la natura!!!
..e poi son anche carine!!
L'idea del bando ai sacchetti di plastica mi sembra se non altro, un'ottima idea per cominciare a riflettere sullo spreco e sull'inquinamento.
Quel che è certo è che senza un minimo di educazione all'ambiente e al riciclo, senza l'impegno constante delle istutuzioni locali... non si va da nessuna parte!!!