PDA

Visualizza Versione Completa : Gita semplice al rifugio venezia con le ciaspole



giovanni
10-02-2011, 06:11 PM
partenza ore 9 ! ed rieccoci qui per un altra escursione facilissima ma bella! partiamo da tai di cadore ci inoltriamo per la statale che porta a cibiana e forcella cibiana ...poi gi a fornesighe e arriviamo alla fine alla piccola frazione di villanova.
Salite alla vostra destra per una strada con indicazione zopp troverete la chiesa di Dozza...nei pressi di un tornante "prima della chiesa" girate alla vostra destra e salite seguendo le indicazioni di Bragarezza/ Zopp
seguite la strada principale larga e comodissima arrivati al paese di zopp proseguite fino alla Piazza dove c' il bar e un p pi avanti alla fine quasi del paese troverete un bivio con due strade una volta alla vostra sinistra un altra sale in salita verso destra ...imboccate quest ultima seguite tabelle segnaletiche sul muro per Rif venezia e Vodo di cadore troverete dopo poche centinaia di metri 3 enormi case di legno simili tra loro parcheggiate presso parcheggio badando bene a non lasciare oggetti preziosi in auto o quantomeno in vista cellulari ecc ecc.....ora imbocchiamo a piedi la strada carrozzabile innevata segnavia numero 456 (carta tabacco) continuiamo per essa per qulache centinaio di metri ad un certo punto troveremo un "bivio" con segnavia numero 456 e 493 voi imboccate la strada che sale alla vostra sinistra con segnavia numero 493 ...per casera rutorto e rif venezia....
La strada non h mai pendenze difficili o difficoltose ...si cammina tranquillamente con scarponi adeguati ...
Arriviamo presto presso un tornante dove si apre maestosa la vista sul Pelmo Bellissimo!! ...foto di rito un p d'aqua p th e via andiamo! si risale!
ben presto la mulattiera ci porta sui piani dei tabi belvedere il nome stesso promette un panorama molto bello sui monti della val zoldana bassa e la valle longaronese...
Dopo alcune foto ripartiamo ben presto la strada finisce e incomincia un sentiero sempre facile e mai esposto o pericoloso...indossiamo le ciaspole finalmenteee!!!
Si sale per sentiero battuto ma noi andiamo sulla fresca...arranchiamo per l'ultimo strappo prima della enorme piana del rifugio Venezia....alla nostra sinistra si erge immenso il Pelmo con tutta la sua potenza ci sentiamo piccoli impotenti ma anche ammaliati dalla sua magia!
Sbuchiamo ben presto a scorgere il rifugio in fondo (dall'auto ore 2)intravediamo il monte Antelao ...forcella san marco cima Belpr tutto il gruppo del Sorapiss poco pi a sinistra gruppo del Cristallo ...Pomagagnon....Tofane e li in basso un accenno della valboite ....con San vito e Borca di cadore...che spettacolo! rimaniamo un bel p ad ammirare il panorama... poi via al rifugio si mangia !:icon_chef:ci accomodiamo su comoda panchina con tavolo e ci rifocilliamo con panini e quant'altro...:cheers:

giovanni
10-02-2011, 08:07 PM
Dopo aver riposato ripartiamo per la stessa strada da dove siamo saliti e ritorniamo sui nostri passi arriviamo in "pianura" al posteggio dell'auto giusti per ammirare un tramonto da favola rosso fuoco!


Per chi volesse c' una variante dal Rif .Venezia seguire un "p a naso" il sentiero con segnavia numero 475 in pratica quello che scende a malga ciauta a Vodo di cadore
dopo qualche centinaio di metri in discesa sulla vostra destra ci dovrebbe essere un bivio con un altro sentiero che sale vicino al ciglio del bosco e addentrarvi in salita segnavia numero 493 ..uso il condizionale perch oltre a qualche sporadico segnavia sulle piante non c' alcun altro riferimento se non i segni delle motoslitte che salgono da malga ciauta...
In partica andreste a circumnavigare le CREPE DELLA VIZA andando poi a ricongiungervi con la strada forestale con segnavia numero 493

ATTENZIONE! Non imbattetevi nella variante se non avete ore di luce sufficienti per farla con ciaspole ai piedi occorrono almeno 2 ore e mezza * 3 dunque di questi periodi dovete partire dal Rifugio Venezia almeno entro le 13/13.30 ....
Per precauzione portatevi sempre una torcia frontale a led nello zaino con pile di ricambio!....sondino e pala per ricerca in valanga... il non si s mai sempre d'obbligo in montagna .Prudenza e buon senso sempre......:016:

buone escursioni!:yes:

Carta tabacco numero 25 Dolomiti di zoldo ,cadorine e agordine

Armin Calligaro
12-02-2011, 03:35 PM
Grande Giovanni!

giovanni
14-02-2011, 12:24 PM
grazie vez....

Uwe
30-11-2011, 06:58 PM
la prossima volta invitami!!! Una meraviglia, davvero.

Suggerisco, per altre informazioni sul Cadore siti come cadore turismo (http://www.turismofvg.it/Montagna-neve?gclid=CNSGxNa0xa0CFYS9zAodjhhyAA)

gilroy
22-06-2013, 12:22 PM
dopo infinite discussioni se tutto va bene se ne porta a compimento una parte, di solito quella che da un punto di vista propagandistico e/o finanziario risulta pi appetibile, il resto boh??. All'interno di questo "resto" ahim ricadono praticamente sempre i dettagli che tanto dettagli non sono perch come nel caso della ordinaria futura manutenzione, sono i punti nodali per il funzionamento di un progetto

heimat
25-06-2013, 05:19 PM
@gilroy: chi il tuo pusher?!!? Aha aha, a parte gli scherzi, non mi chiaro per niente ci che volevi dire.....