Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 21 a 29 di 29

Discussione: La mia contestazione a Bruno Vespa (a Cortina)

  1. #21
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Non ti piace? cambia canale.
    Potrei dirti la stessa cosa del mio video: non ti garba la contestazione a Vespa? Non guardarla. Di video in rete ce ne sono tanti.
    ( e anche di forum... )

  2. #22

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ecko Visualizza Messaggio
    Potrei dirti la stessa cosa del mio video: non ti garba la contestazione a Vespa? Non guardarla. Di video in rete ce ne sono tanti.
    ( e anche di forum... )
    Non ho detto che non devi contestarlo. Se credi di dovergli dire qualcosa fai bene a farlo (finchè non diventi molesto e cominci a stalkeggiarlo). Tra l'altro ho già detto che Vespa non mi piace, pensiamo di lui la stessa cosa. Ma tanta gente gli va dietro e paga il canone Rai anche per poter sentire quello che ha da dire, e ha il diritto di farlo.

  3. #23

    Predefinito

    Dopo il richiamo di Matteo, Vespa mostra un po' di coraggio


  4. #24
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Chissà, Stefano, magari il mio "attacco" l'ha un po' influenzato (ne dubito).

    Sempre riguardo Vespa, sentite cosa ne pensa di lui Giorgio Bocca (uno dei più grandi giornalisti italiani viventi)...

    NuovoCadore staff
    > matteogracis.it

  5. #25
    Member
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Calalzo di Cadore
    Messaggi
    81

    Predefinito

    mitico Giorgio Bocca! "vespa non lo considero un giornalista, lo considero un servo del regime"
    ha detto tutto.

  6. #26
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Sempre più disgustato dal personaggio...

    Nella serata dei risultati dei referendum, sul primo canale del servizio pubblico va in onda l'approfondimento di 'Porta a porta'. L'argomento: la cronaca nera
    http://tv.repubblica.it/copertina/e-...ri/70700?video

  7. #27
    Senior Member L'avatar di sanvito25
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bologna - San Vito
    Messaggi
    402

    Predefinito

    Una domanda ad Ecko, che mi sembra abbia i titoli e l'interesse per potermi rispondere con cognizione di causa.
    Ma fuor di polemica, davvero ,anche perchè non ho mai visto Porta a Porta o se l'ho visto in passato non ne ho ricordo, mentre vedo regolarmente Floris e Santoro.

    Al di là della statura dei giornalisti o dell'audience (che ovviamente non fa testo per questo tema) o della simpatia o antipatia, in che cosa Vespa è un giornalista asservito al potere, mentre Santoro (o anche Floris o anche Fazio, perchè Santoro è un caso troppo estremo) è un giornalista libero?
    Non sono tutti asserviti alla loro ideologia (che è cosa diversa da essere aserviti al potere), manifesta e dichiarata e ben trasparente dai loro programmi?

    E perchè anche la stampa se è di "sinistra" è libera e vera, se è di "destra" è asservita al potere?
    Al di là del fatto che Repubblica è un ottimo giornale mentre Il Giornale è una caricatura di un quotidiano gossiparo (questa almeno è la mia opinione) perchè da sempre questa differenza di giudizi sulla lor libertà, quando i due editori in questione sono avversari dichiarati da più di 20 anni?

    In generale: io credo che ogni giornalista/editore cerchi di trarre il massimo dal pubblico che lo segue di norma. Al di là degli ideali, con i quali non si campa a lungo, anche fare giornalismo è fare impresa, dunque ognuno cerca di dare in pasto ai suoi lettori/ascoltatori quello che questi amano sentirsi dire.

    Ergo io questa distinzione tra giornalismo libero, vero ed indipendente e giornalismo fazioso e asservito al potere non la vedo.

    Non dico che non esista il giornalismo libero, vero ed indipendente (anche se ho in mente davvero pochi casi di testate giornalistiche non schierate), dico che si abusa, da una parte e dall'altra, di reciproci giudizi di faziosità.

    Qualunque giornalista ha la sua idea: essa traspare nettamente da quel che dice o scrive. Ed è tanto più apprezzabile quanto meno si cammuffa dietro un'aura di imparzialità.

    Ma dire che gli uni sono asserviti al potere e gli altri liberi ed indipendenti, mi sembra una forzatura, percò volevo capire perchè invece tu la pensi diversamente.

  8. #28
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    ...ma io non la penso diversamente!

    Proprio nel video infatti, rivolgendomi a Vespa, dico testuali parole:
    "Non esistono in Rai e Mediaset le voci moderate. Lei fa parte di quel teatrino che è l'informazione in Italia di oggi. La disinformazione!"
    Io la penso esattamente come il grande Giorgio Bocca (dal video qui sopra):
    "Non si può essere considerati giornalisti se non si ha il coraggio di dire la verità. E la verità non è né di sinistra né di destra."
    Chi ha mai detto che "la stampa se è di sinistra è libera e vera"?! Io no di certo.

    Ci tengo infine a riportare questo testo, che ho pubblicato sul mio blog tempo fa e che chiarisce un po' il mio pensiero a riguardo:
    Io posizioni non ne ho, non essendo assolutamente schierato politicamente, né a destra né a sinistra (tanto meno con i loro attuali rappresentanti italiani). Ho partecipato come candidato a delle provinciali, è vero, ma è anche vero che me ne sono poi tirato fuori immediatamente e ad oggi non ho alcuna tessera di partito. Tanto per chiarire!
    Parlando di INFORMAZIONE, in Italia, quella libera NON ESISTE: non lo dico io, ma organizzazioni e associazioni internazionali (per Reporter Senza Frontiere siamo al 44° posto tra la Corea del Sud e la Rep. Ceca, per Freedom House al 61° posto insieme a Capo Verde e Israele e dal maggio 2009 siamo stati classificati “paese semi-libero”). Quindi, da noi (come in altri stati spesso del terzo mondo) tutti gli organi ufficiali d’informazione sono filtrati, pilotati, controllati: tg3, tg5, ansa e adnkronos per me sono SPAZZATURA. Sky tg 24 è già meglio, in quanto è un’emittente estera. Ma anche su questa, ce ne sarebbe da ridire...

    Io leggo: Internazionale (una delle poche riviste italiane NON filtrate, che pubblica settimanalmente gli articoli dei migliori giornalisti mondiali, sia di destra che di sinistra, tradotti e non modificati), alcuni quotidiani locali (che godono ancora di un briciolo di libertà non attirando l’attenzione dell’opinione pubblica nazionale), ma soprattutto, BLOG e siti indipendenti e politicamente disinteressati (da italianidallestero.info a disinformazione.it, da indymedia.org a beppegrillo.it …si, a volte il “comico che non fa più ridere” caccia ancora notizie che nessun altro in Italia ha il coraggio di diffondere).
    La TV non la guardo più, se non per vedere film o documentari (per l’informazione ci sono youTube e Current.com).

  9. #29
    Senior Member L'avatar di sanvito25
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bologna - San Vito
    Messaggi
    402

    Predefinito

    Ok, allora siamo allineati.

    Sono solo un po' dubbioso sulla frase di Bocca che, per quanto sia certamente vera, si avvicina all'utopia su certi temi. Se non all'utopia, al pio desiderio in Italia. E comunque che il giornalista possa avere la sua opinione mi sembra sacrosanto, l'importante è che non si dia da solo la patente di oggettività.

    Ciao

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy