Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 567
Risultati da 61 a 64 di 64

Discussione: Auronzo ha scelto i motori.Ma dove sono gli ambientalisti?

  1. #61
    Member L'avatar di Elisa
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Località
    Auronzo di cadore
    Messaggi
    63

    Predefinito

    ciao! io mi sforzo di capire le idee degli altri e se secondo te dovrei dire qualcosa di diverso da quello che ho detto sbagli, perchè dovrei, se le mie idee sono diverse dalle tue?
    come dici tu che siamo fatti con lo stampino la stessa cosa potrei dire a te e agli altri che sono d'accordo con te, ma non la penso così, perchè ognuno ha le proprie idee che ovviamente cerca di fare capire agli altri. mi sento offesa nel fatto che ci ritieni "AURONZANI" più che cadorini, solo perchè io condivido il pensiero di bosk che per puro caso come me abita in Auronzo.(se fosse stata un'altra persona non da auronzo non penso avresti detto così..)
    Non ho mai detto che le motoslitte non inquinano, che le strade sono da chiudere e che solo perchè lo sci da fondo non mi piace le macchine vanno bene. ho sempre detto che è ovvio che le motoslitte inquinano, il fatto di chiudere le strade era un'esempio(poi ovviamente mai fattibile), perchè guardando il fattore rumore lo fanno anche loro come i gokart(e se non sbaglio la pista da fondo si trova pure dall'altra parte della strada). se le persone sono salite con le motoslitte e scese a piedi è già una bella cosa!!
    Ogni anno fanno le gare di macchine su per il passo che porta a Danta!!(semmai dovresti preoccuparti per quello che per i gokart)

    Armin l'ho scritto perchè la cosa ha dato fastidio a me, non l'ho fatto per giovanni.

  2. #62
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    246

    Predefinito

    • Fermate quelle motoslitte!
    Non è più accettabile che l’ambiente acustico della montagna invernale sia degradato dal
    rombo delle motoslitte. Con soddisfazione dei rappresentanti valtellinesi del Club Alpino Italiano
    e del Gruppo regionale, il sindaco Gianfranco Saruggia di Santa Caterina Valfurva (SO) ha
    imposto l’alt a questi veicoli con un’ordinanza del 10 gennaio in cui si avverte che la violazione
    della disposizione comporta una sanzione di 300 euro. Nel documento si precisa “che durante il
    periodo invernale l’affluenza turistica e di affollamento del territorio è elevata poiché le mete di
    escursionismo alpino presenti nel Comune sono di forte richiamo, e quindi si rende necessario
    procedere alla limitazione delle motoslitte al fine di tutelare il patrimonio stradale, prevenire gli
    incidenti e conservare l’ambiente naturale anche nell’ottica della sua valorizzazione turistica e
    sociale
    Da lo “Scarpone” (rivista del CAI) Marzo 2011

  3. #63
    Senior Member L'avatar di giovanni
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    vigo di cadore
    Messaggi
    416

    Predefinito

    bhe a questo sindaco direi che come minimo andrebbe premiato con il tapiro d'oro !!! bravissimo...ma noi in cadore non siamo molto distanti continuiamo cosi e ci stiamo arrivando....al "fondo del barile" big up! yuppie!!
    giò73

  4. #64
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Io penso che certe scelte di turismo (come le motoslitte) andrebbero fatte con più accuratezza. Probabilmente le persone che vanno in montagna e scelgono come forma di divertimento la motoslitta, non apprezzano la bellezza della natura (quindi i suoi profumi e suoi silenzi) a pari livello di chi va in montagna a piedi o con le ciaspole o con gli sci d'alpinismo. Quindi inserire questa attività in un contesto che ha tutt'altra vocazione, forse, non è una scelta vincente e, probabilmente, non fa contento nessuno. Di base, a mio avviso, manca una vera e propria progettualità turistica che metta in primo piano le risorse disponibili (quindi l'ambiente che, come dice Armin, è l'elemento principale, senza di quello non c'è attrativa turistica che tenga!) e ne faccia un'analisi attenta insieme con gli altri elementi, come l'imprenditoria locale e le reali richieste dei turisti. E' un compito difficile, però gli amministratori dovrebbero iniziare a farlo.
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy