Ciao a tutti mi presento e colgo l'occasione per postare il mio primo intervento.
Vi invito a guardare questo servizio della trasmissione TV "Le Iene" http://www.youtube.com/watch?v=dqRKXFU3r88
che secondo me offre spunti di discussione molto interessanti. Viene messo in primo piano il problema delle piccole imprese italiane che, per effetto della crisi e della globalizzazione, sono costrette a licenziare e a chiudere. (situazione di certo non estranea alla realtà cadorina)
E' vero che la "delocalizzazione radicale" che propongono i nostri vicini svizzeri (e non solo) non sia un buon modo per cercare di migliorare la situazione del Belpaese, ma sono anche convinto che giovani e non solo abbiano il diritto di costruirsi un futuro e di vivere bene.
Ormai l'italia è un paese completamente allo sfascio che non è in grado al momento attuale di gestire e superare questa situazione di crisi. La classe di governo non riesce a fornire le giuste contromisure e non vi è spiraglio di ottimismo in una situazione che sta sempre più sprofondando. L'unico modo per incoraggiarci e, perchè no, trattenerci forse, è infonderci nello spirito l'orgoglio di essere ITALIANI! (mmm ce l'ho sulla punta della lingua... ah si!: "Esegesi dell'Inno d'Italia" R.Benigni Sanremo 2011). Certo sono italiano e orgoglioso di esserlo, ma possibilmente da vivo...