Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 15 di 15

Discussione: Stazione Dolomiti: Slackline Park ispirato alla precarietà del Centro Informativo

  1. #11
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Pierluigi... hai risposto solo a 1 dei 3 punti in discussione. Li riassumo al volo per evitare che ce li perdiamo per strada:
    - 1° Responsabilità gestione punto info
    - 2° Mancata collaborazione con NuovoCadore.it
    - 3° Priorità della struttura.

    Riguardo il 1° punto: come avevo previsto, mi hai giustamente corretto, in quanto non essendo al corrente dell'esistenza di un protocollo d'intesa, mi basavo unicamente sul bando di gara. A questo punto abbiamo stabilito che le lacune del punto info sono responsabilità della società Dolomiti Turismo srl. Quindi, se Dolomiti Turismo srl non fa il proprio lavoro, voi giustamente (come da contratto) ve ne lavate le mani, o meglio, cercate di fare il possibile con quello che avete a disposizione (2 volantini e 1 pc collegato a un sito che definire obsoleto è un complimento).
    Detto questo, se Dolomiti Turismo srl chiude baracca e burattini (cosa che è molto probabile, notizia di alcuni mesi fa) la Stazione Dolomiti in teoria rimane senza un PUNTO INFO; punto info che dovrebbe essere l'attività principale della struttura. Ottimo!
    Avete siglato un contratto decennale con una società che da anni è FERMA, turisticamente parlando (e ne è prova il fatto di come hanno lavorato lì da voi). NO COMMENT. Ecco a cosa mi riferivo quando parlavo di "gestione deleteria" (non di certo del negozio, sia chiaro).

    Mi sfugge inoltre come sia possibile che nel protocollo d'intesa abbiate concordato che lo spazio info sarebbe stato di 12mq su un totale di superficie utile coperta di circa 170mq, quando la prima funzione di quella struttura sarebbe dovuta essere un Centro informazioni territoriale!!! E questo naturalmente si rifà al 3° punto della questione.
    La Stazione Dolomiti è o non è all'80% un NEGOZIO?!?!
    E' vero o non è vero che il progetto iniziale con tanto di inaugurazione a cui erano presenti sindaci, assessori e politicanti vari, doveva essere UN PUNTO INFORMAZIONI sul territorio?!?!

    Domande semplici, a cui da inizio discussione, richiedo risposte semplici.

    Mi spiace Pierluigi, ma qui non si tratta di fare i moralizzatori: trovo VERGOGNOSO (lo ribadisco che tu lo accetti o meno) che si pubblicizzi un evento sportivo in Cadore mettendo in palio alcolici per i vincitori, in una zona in cui l'alcolismo è una piaga sociale devastante!
    Per ora è tutto. Attendo le tue risposte e ti ringrazio per la disponibilità.

    p.s. ne approfitto inoltre per darti il benvenuto sul forum di NuovoCadore.it

  2. #12
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    246

    Predefinito

    Mi inserisco anch'io nella discussione.
    Non entro nel merito del bando,del protocollo d'intesa ecc.ecc.perchè non conosco a fondo l'argomento.
    Volevo solo fare una considerazione su come è gestita la struttura sia dal punto di vista centro informazioni che negozio.
    Non sono certo qui a dare consigli su come gestire un'attività commerciale,penso che Pierluigi abbia abbastanza esperienza per gestire un negozio del genere.
    Quello che fin dall'inizio mi è parsa un'opportunità commerciale persa e mal sfruttata è stato il fatto di sottovalutare l'importanza del centro-informazioni.
    Solamente facendo funzionare alla grande,ripeto alla grande,un centro informazioni come "Stazione Dolomiti" riesco a convogliare potenziali clienti!
    La gente dovrebbe arrivare e entrare con la priorità di avere informazioni sul territorio e solamente dopo essere incuriosita e attratta dagli articoli posti in vendita nel negozio.Tutta la pubblicità andava,secondo me,indirizzata al centro informazioni! Di conseguenza,forse avendo la pazienza di aspettare i benefici,il negozio ne avrebbe tratto maggior beneficio.
    In più con un ufficio guide all'interno.
    E' una mia modesta valutazione,non pretendo di insegnare il mestiere a nessuno ma bazzico anch'io da parecchi anni nel commercio e questa è la mia opinione.
    Forse gestendo,come detto sopra, la Stazione Dolomiti entrambi le attività potevano trarne benefici maggiori di quelli attuali.

  3. #13
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    E' passato più di 1 mese e non ho più ricevuto risposte o chiarimenti alle questioni da me poste, né qui né sulla discussione su facebook. A questo punto, ciò che ipotizzavo si conferma visto che nessuno ha ribattuto alle mie affermazioni.

    Consiglio quindi di sostituire lo slogan della struttura da
    "STAZIONE DOLOMITI info_sport_avventura"
    a
    "STAZIONE DOLOMITI negozio_negozio_negozio".

    Buon lavoro!

    p.s. questo topic ha totalizzato finora 700 e più letture-visualizzazioni: bene che la gente sappia!!!

  4. #14
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    E' passato un po' di tempo e la Stazione Dolomiti ormai ha rinunciato a proporsi come centro informazioni territoriale... ora anche le pubblicità sono incentrate solo sul negozio (che ricordo sempre, dovrebbe essere l'attività secondaria e non la principale)*



    *Dal bando di gara (disponibile QUI) punto III b: "avviare EVENTUALI attività commerciali all'interno della struttura, in modo NON PREVALENTE rispetto alle attività di cui al punto sub a)" ovvero il Centro informazioni territoriale.

    E così, quella che doveva essere "La porta delle Dolomiti", è a tutti gli effetti un negozio di sport. Viva il turismo!


  5. #15
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    L'idea era BUONA, la posizione OTTIMA. Risultato: sistema italico di aggirare le regole/bandi il SOLITO, la furbizia/stoltezza di considerare l'utente/turista SCIOCCO, mancanza di professionalità nel capire l'occasione persa ASSOLUTA.

    Potrei continuare ma mi è passata la voglia.....
    Ma i sindaci, gli amministratori ect sempre pronti ai "tagli di nastro" non si accorgono mai di nulla???

    Certo che se così si vuole fare turismo......

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy