Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15

Discussione: Stazione Dolomiti: Slackline Park ispirato alla precarietà del Centro Informativo

  1. #1
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Exclamation Stazione Dolomiti: Slackline Park ispirato alla precarietà del Centro Informativo

    Riporto di seguito un articolo pubblicato oggi sul sito www.lozzodicadore.eu/blog
    Si tratta del nuovo Slickline Park che verrà inaugurato a breve alla Stazione Dolomiti di Caralte di Cadore e dello scarso servizio di informazione turistica effettuato.

    Lo riporto qui su NuovoCadore in quanto anche noi, mesi fa, abbiamo tentato di collaborare con la Stazione Dolomiti, proponendo alcuni progetti e offrendo la nostra disponibilità (senza risultati).

    a Caralte Stazione Dolomiti: Slackline Park ispirato alla precarietà del 'Centro Informativo'

    Lo slacklining può essere inserito in vari contesti, da quello urbano del video sottostante a quello più selvaggio e precipitevole stile gran canyon o alpine rock. Lo Slackline Park che verrà inaugurato (sabato 14 maggio 2011) presso SD10 Stazione Dolomiti a Caralte deve aver tratto ispirazione dalle modalità che hanno contraddistinto il servizio di informazioni turistiche che fa capo a qualche IAT cadorino, che come è noto è ospitato (cella dormiente) all’interno del citato negozio di articoli per outdoor e montagna.

    Faccio riferimento al modello proposto nel corso della stagione estiva 2010 nel quale durante il mese di agosto, nel corso della settimana, il Centro Informativo di Caralte non era presidiato da nessuna “signorina”, che con qualche fortuna si poteva invece trovare (a singhiozzo) durante i fine settimana. Una condizione … di precarietà, come quella che si prova avventurandosi sulla fettuccia dello slacklining.

    E dire che il centro informativo di Caralte doveva essere la “porta delle Dolomiti”.

    Todo cambia, come dice la canzone. Magari quest’anno il centro informazioni sarà presidiato costantemente ed il viandante potrà essere accolto, oltre che dalla figura di cartone di un orso (quest’anno dedicata a Dino), da un appartenente al genere umano, magari in grado di raccontare, fra le tante cose, anche le “campeolate” nell’esteso pascolo della fondazione Dolomiti Unesco.

    E’ veramente tanto che non percorro il Canal del Piave: i maxischermi, sono mica stati installati?



  2. #2

    Predefinito

    oh ecco finalmente che qualcuno se ne e' accorto! Ci pensavo settimane indietro.Sono stato anch'io con la mia compagna alla stazione a Caralte per fare un giro e vedere soprattutto questa cosa del punto info turistiche........incommentabile!!!!! è un negozio praticamente al 99%. No altre cose!
    vediiamo se con il tempo lo miglioreranno perche' il posto è bellissimo! potrebbe essere veramente "la porta delle Dolomiti", ma così no proprio!

  3. #3

    Predefinito

    Sono d'accordo sul fatto che il posto sia bellissimo, dal punto di vista paesaggistico, ma non lo è per quanto riguarda l'utilità, è posto dopo una galleria, scarsamente pubblicizzato (non mi sembra ci siano indicazioni visibili sul fatto che li c'è un punto d'informazione) e a quanto pare anche mal gestito

  4. #4
    Member
    Data Registrazione
    Aug 2010
    Località
    Calalzo di Cadore
    Messaggi
    81

    Thumbs down

    adesso,io sono anche uno che ogni tanto alza il gomito alle feste ma non mi sembra il massimo dare come premi spritz in un evento sportivo no?!?!..........
    uno spritz gratis a chi si fa tutta la slack line senza cadere
    e poiun centro informativo dovrebbe anche dare un minimo di buon esempio noo?!?!?....

  5. #5
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Nota pubblicata recentemente sulla pagina facebook ufficiale della Stazione Dolomiti:

    Oggi ci siamo prodigati nel dare informazioni turistiche a una coppia di Isrlaeliani. Facendo fotocopie dalle cartine TABACCO riusciamo nell'intento. Ci fanno i complimenti per la passione che trasmettiamo nella descrizione dei nostri luoghi. Ma a me personalmente piange il cuore non avere niente di istituzionale da dare che con intelligenza spieghi cosa fare e cosa vedere nel Cadore. MA CI VUOLE COSI' TANTO? Penso proprio di no.... e non penso neppure sia fondalmentamente un discorso di risorse ma di volontà e di coordinamento. Per fortuna esistono persone, tra le quali mi ci metto anch'io, che amano il luogo in cui vivono e che cercano in tutte le maniere di far del loro meglio per far conoscere il Cadore. Turisti che girano il mondo ce ne sono bisogna fare in modo che passino per il Cadore e poi fermarli! Ma non bastano il panorama e l'aria buona. Ci vuole altro e, può darsi, che, con un piccolo opuscolo sulle 20 cose da non perdere del Cadore si portebbe in parte ottenere qualcosa !
    Firmato Pierluigi Marengon
    Risposta del sottoscritto:

    Noi ci abbiam provato a collaborare con la Stazione Dolomiti (con NUOVOCADORE.IT), portando progetti concreti, offrendo il nostro supporto e bussando più volte alle vostre porte... senza MAI ricevere risposta e notando come la priorità della struttura sia il NEGOZIO e non il CENTRO INFORMAZIONI TURISTICHE. A quel punto ce la siamo messa via, ma ora leggere queste "lamentele" sinceramente, fa un certo che!!! Saluti.
    In attesa di risposta...

  6. #6

    Predefinito

    perchè non lo fate voi questo piccolo e semplice opuscolo? non dovrebbe essere difficile per chi ha, come sono convinta, grandi conoscenze in merito e agganci giusti. Personalmente penso che la maggior parte di noi montanari ami profondamente i suoi luoghi e lo dimostra a suo modo, ma sono altrettanto convinta che tutti dovrebbero contribuire allo sviluppo della zona, soprattutto chi decide di gestire certe strutture prettamente turistiche e poi... basta chiedere... alle volte la gente ha bisogno di uno stimolo
    anna:

  7. #7

    Predefinito

    per " voi " intendo; Stazione Dolomiti info-sport-avventura
    anna:

  8. #8
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Risposta di Pierluigi Marengon per Stazione Dolomiti:

    Caro Matteo come ti avevo spiegato a suo tempo il punto info è gestito come tutti i punto info dalla IAT e da Dolomiti Turismo e non da me o dalla mia azienda o dai miei dipendenti quindi non potevamo avere iniziative personali sulla divulgazione delle INFO. Quando abbiamo parlato (tra l'altro una volta..... almeno con me) ed era all'inizio di agosto dell'anno scorso avevo dato la mia disponibilità a mettere un video all'interno della struttura.

    Caro Matteo, continuo quello che stavo scrivendo prima. La priorità della struttura è il negozio perchè il negozio mantiene e paga l'affitto alla Comunità Montana anche per lo spazio INFO. Se poi lo spazio INFO non è gestito da chi dovrebbe farlo purtroppo non è colpa mia. In termini di immagine, anche per il negozio, avere una spazio INFO non seguito e praticamente senza materiale non è certo positivo. Questo sia in termini commerciali sia in termini turistici. Se vuoi fare delle polemiche o delle lamentele rivolgile direttamente alla IAT.

    Continua: ho sempre dato la mia disponibilità a tutti i tipi di collaborazioni. Detto ciò se vuoi che ne riparliamo sai dove trovarmi. Pierluigi Marengon
    Mie risposte:

    Caro Pierluigi ti risponderò per punti così non rischiamo di fare confusione. Mi dev'essere sfuggito il passaggio in cui, nel bando di gara per la gestione della Stazione Dolomiti (disponibile QUI), si spiega che il punto info sarebbe stato gestito dalla IAT e Dolomiti Turismo. Al contrario, nel punto III h si spiega in modo molto chiaro che è l'impresa (in questo caso voi) che ha l'OBBLIGO di "garantire la corretta gestione di tutti i servizi annessi al Centro informativo". O sbaglio? Ma non è tutto: sempre al punto III nota a, è descritto chiaramente come la realizzazione del Centro informazioni territoriale sia sempre a cura dell'impresa. Questo, nel bando, è il primo e fondamentale compito dell'impresa. Detto questo, se avete deciso di affidare la gestione del punto info alla IAT e non siete soddisfatti del lavoro da loro svolto (come tu stesso hai scritto nel primo messaggio di questa discussione), sarebbe vostro diritto e DOVERE intervenire a riguardo, gestendolo personalmente o facendolo gestire a chi ritenete opportuno. Probabilmente sono all'oscuro di alcuni meccanismi-accordi-regole e probabilmente mi sto sbagliando, in tal caso, mi correggerai.

    Ricordo molto bene quando abbiamo parlato di una possibile collaborazione tra NuovoCadore.it e Stazione Dolomiti. Mi sono recato personalmente 3 volte per cercare di mettere in piedi qualcosa (su suggerimento e invito del sindaco di Pieve di Cadore Antonia Ciotti). Dici di aver dato la disponibilità a mettere un video all'interno della struttura (video collegato con NuovoCadore.it, che avrebbe trasmesso news aggiornate, calendario eventi, ecc ecc): forse però non ricordi che proprio quella volta ti consegnai un preventivo (disponibile QUI) dopo il quale non abbiamo mai più avuto vostre notizie. Vorrei sottolineare che il preventivo era a prezzi di costo, l'attrezzatura e l'installazione sarebbe stata fatta da un negozio di informatica quindi noi come NuovoCadore.it non avremmo avuto alcun tipo di entrata economica. Giusto per precisare.
    Per portare a termine la cosa, era sufficiente l'accettazione del preventivo, cosa che non è avvenuta. Quindi, la "disponibilità" di cui parli, mi sfugge se permetti.

    Nel tuo messaggio qui sopra confermi che "la priorità della struttura è il negozio perchè il negozio mantiene e paga l'affitto": curiosa interpretazione di quello che dovrebbe essere la Stazione Dolomiti!!! Invito a riaprire il bando di gara (disponibile QUI) e leggere ATTENTAMENTE il punto III b in cui si spiega che l'impresa può (cito testualmente) "avviare EVENTUALI attività commerciali all'interno della struttura, in modo NON PREVALENTE rispetto alle attività di cui al punto sub a)" ovvero il Centro informazioni territoriale. Quindi? A quanto pare si è ribaltato un po' il tutto e la priorità è diventato il negozio. Ma non era questo che doveva diventare quella struttura e il bando lo dice in modo palese!

    Concludo: non era mia intenzione fare polemiche, tutto ciò che ho scritto avrei potuto scriverlo mesi fa ma ho sempre lasciato perdere sperando che prima o poi avremmo trovato un modo per collaborare (in fondo il mio unico interesse era riuscire a dare il mio-nostro contributo con NuovoCadore.it), ma dopo aver aspettato 1 anno e soprattutto dopo aver letto la tua lamentela per la mancanza di collaborazioni, se permetti ho dovuto intervenire. Mi dispiace molto credimi, ma non trovo corretto il vostro comportamento e sono abituato a dire le cose senza peli sulla lingua quindi tutto ciò che avevo da dire l'ho detto qui. Concludo, dicendoti che visto il vostro comportamento riassunto in questi miei 3-4 messaggi e visto come state portando avanti la gestione del tutto (ovvero "spacciando" un negozio per centro info turistiche o viceversa non si è ancora capito... e alcune iniziative degli ultimi tempi, in cui mettete in palio alcolici in manifestazioni sportive -NO COMMENT-) ci tengo a dirti che a questo punto, noi come NuovoCadore.it non abbiamo assolutamente più alcuna intenzione di collaborare con Stazione Dolomiti e di essere presenti col nostro logo-marchio-nome in quella struttura, o per lo meno, non fin tanto che continuerà questo tipo di gestione deleteria.
    Rimango comunque sempre a disposizione per ulteriori chiarimenti, confronti e dibattiti. Segnalo che questa discussione è stata riportata anche sul forum di NuovoCadore.it. Saluti

  9. #9
    Junior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    2

    Predefinito

    Caro Matteo cercherò anch’io di risponderti seguendo dei punti così da essere il più chiaro possibile:
    A seguito del bando è stato siglato un contratto nel quale all’ART 1 riporta che all’interno della struttura vi debbano essere:
    Centro informativo territoriale, ufficio guide, biblioteca sulla montagna fruibile liberamente, punto informazione multimediale con accesso internet, piccolo punto ristoro, punto vendita prodotti per la montagna.
    Nel bando non c’era menzione della IAT o di Dolomiti turismo in quanto il 28 giugno 2010 venne siglato un Protocollo d’Intesa tra Provincia-Comunità Montana-Viking Nord Pool srl nel quale all’ART.2 punto 1 si dice che “ la Comunità Montana Centro Cadore e la società Viking Nord Pool srl, rispettivamente proprietaria e conduttrice dell’immobile, si impegnano a consentire alla Provincia di Belluno, per il tramite della società Dolomiti Turismo SRL, la gestione gratuita, per il periodo di 10 anni, di un ufficio all’interno della struttura della grandezza di 12mq e situato a lato della zona di ingresso, al fine di esercitare l’attività di informazione ed accoglienza turistica sul territorio ed a completarlo con le dotazioni……”, all’ART.3 punto 1 viene riportato “ La Provincia si obbliga ad esercitare all’interno del locale datole in gestione, per il tramite del personale della società Dolomiti Turismo SRL, l’attività di informazione, accoglienza e promozione turistica….”.
    Purtroppo il personale di Dolomiti Turismo ha smesso di essere presente al punto info a Dicembre 2010 ma ci hanno fornito di un computer collegato al sito della www.infodolomiti.it . Il materiale informativo ci è stato portato all’inizio della stagione e il personale della Stazione Dolomiti lo distribuisce.
    Le informazioni le abbiamo sempre fornite senza mai lesinare sul tempo. Anzi dedicandoci, quando occorreva, più tempo del dovuto. Quindi il personale della Stazione Dolomiti si è sempre reso disponibile con chiunque avesse necessità di informazioni.
    Non mi sono lamentato di non aver collaborazione ma di non avere sufficiente materiale da poter lasciare ai turisti. Come ho scritto, tramite computer , fotocopiatrice/stampante cerchiamo sempre di fare del nostro meglio per sopperire a questo.
    Tutto è migliorabile e tutto può essere migliorato. Però non accetto che tu definisci la nostra gestione una gestione deleteria. Lo ritengo molto offensivo nei confronti miei, dei miei soci e delle persone che lavorano nella Stazione Dolomiti. Non mi permetterei mai di dare giudizi sul tuo lavoro quindi non vedo perché tu possa farlo.
    Non accetto neppure che tu faccia il moralizzatore se durante una manifestazione, tra l’altro ben riuscita, abbiamo messo in palio uno Spritz a chi riusciva a fare un percorso intero sulla slackline.
    Se poi ritieni di non voler assolutamente a che fare con Stazione Dolomiti questa è una tua scelta personale che sei liberissimo di prendere .
    Saluti Pierluigi Marengon

  10. #10

    Predefinito

    Plm scusa la mia ignoranza ma cos'è un protocollo d'intesa? è una sorta di contratto che obbliga le parti? ed in caso di inadempimento da parte di uno o più dei contraenti cosa accade?
    Credo, ma potrei aver capito male, che tale protocollo sia stato siglato dopo la vincita da parte della società Viking Nord Pool srl del bando e che con tale protocollo si sia consentito alla Provincia, tramite la società Dolomiti Turismo SRL, di svolgere parte dei compiti che nel bando erano a carico della società Viking Nord Pool srl, ma non esonerata la società dai propri obblighi e se la Provincia non adempie agli obblighi di cui al protocollo d'intesa la società Viking Nord Pool srl risulta inadempiente nei confronti della Comunità Montana?

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy