Pagina 4 di 6 PrimaPrima ... 23456 UltimaUltima
Risultati da 31 a 40 di 51

Discussione: Dolomiti UNESCO

  1. #31
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Scusa smara, dimenticavo...... sempre nel cartello, aggiungerei anche...PERCHE' NOI; SIAMO UNESCO:

  2. #32
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Questo è un mio pensiero personale.... stai a vedere che era meglio prima che non hanno fatto un ca22o in 2 anni????

  3. #33
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Caro bosk, secondo me quanto emerso dall'incontro tra i responsabili CAI e SAT vuole essere un campanello di allarme. Il senso del discorso, per come l'ho inteso, è che non bisogna dedicarsi alle operazioni di facciata, quando manca la sostanza. E, a quanto pare, di attività vere e proprie (quelle richieste dai protocolli del riconoscimento UNESCO) non ce ne sono state molte finora. Anzi, forse non ce ne sono state affatto!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  4. #34
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    C'è anche la possibilità che venga l'ex assessore campano all'ambiente a dare una mano alla Fondazione:

    http://corrieredelmezzogiorno.corrie...83379737.shtml
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  5. #35
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Caro bosk, secondo me quanto emerso dall'incontro tra i responsabili CAI e SAT vuole essere un campanello di allarme. Il senso del discorso, per come l'ho inteso, è che non bisogna dedicarsi alle operazioni di facciata, quando manca la sostanza. E, a quanto pare, di attività vere e proprie (quelle richieste dai protocolli del riconoscimento UNESCO) non ce ne sono state molte finora. Anzi, forse non ce ne sono state affatto!
    Forse hai ragione tu, ho interpretato male io, anche se resto del mio parere, ma la cosa più assurda, sempre secondo me, è che ci è voluto il riconoscimento unesco per dire di andare nelle scuole a far capire che la montagna e la natura deve essere rispettata??? e pensare che questa gente viene pure pagata.....comunque se vogliono chiudere tutti i passi, facciano pure, però poi qualcuno mi deve spiegare dove il turista che voglia andare in cima al passo deve lasciare l'auto, forse abbatteranno qualche bosco prima e dopo i passi per fare dei parcheggi, oppure come hanno detto che servono collegamenti efficaci delle navette per salire e scendere dai passi, faranno anche navette che vanno a prendere e portano i turisti nei propri alberghi o abitazioni, faranno un servizio su prenotazione, chi lo sa, vorrei proprio capire, e chi fa il passo per lavoro??? cavoli suoi???

  6. #36
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Ocio ragazzi! La prossima settimana arriva l'ispezione dell'Unesco... Ce la faremo a superare l'esame?


    (ANSA) - BOLZANO, 30 SET - Da due anni le Dolomiti fanno
    parte del patrimonio mondiale dell'Unesco: per gestire al
    meglio, in un'ottica di sostenibilita', le chances che il
    riconoscimento offre, l'assessore provinciale Michl Laimer ha
    presentato a Comuni, imprenditori, associazioni e federazioni la
    possibilita' di un coinvolgimento attraverso la figura del socio
    sostenitore.
    ''Vogliamo che il tema delle Dolomiti come spazio vitale, da
    gestire in maniera sostenibile, sia veicolato in maniera
    diffusa, soprattutto con la partecipazione attiva della
    popolazione locale'', ha sottolineato Laimer. L'assessore
    giudica essenziale ''che le amministrazioni competenti, i
    Comuni, le aziende e i gruppi di interesse vengano coinvolti
    nello sviluppo della regione alpina. Per questo motivo lo
    Statuto della Fondazione Dolomiti Unesco prevede anche la figura
    del socio sostenitore.'' Ai partecipanti all'incontro
    l'assessore ha illustrato le possibilita' e i compiti del socio
    sostenitore - enti pubblici ma anche persone fisiche - nonche'
    le modalita' di utilizzo del logo del patrimonio Unesco.
    La prossima settimana Grame Worboys, il verificatore
    incaricato dall'Iucn (International Union for Conservation of
    Nature) controllera' il rispetto e lo stato di attuazione dei
    vincoli dettati dall'Unesco per il riconoscimento di patrimonio
    mondiale. (ANSA).
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  7. #37
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Ocio ragazzi! La prossima settimana arriva l'ispezione dell'Unesco... Ce la faremo a superare l'esame?


    (ANSA) - BOLZANO, 30 SET - Da due anni le Dolomiti fanno
    parte del patrimonio mondiale dell'Unesco: per gestire al
    meglio, in un'ottica di sostenibilita', le chances che il
    riconoscimento offre, l'assessore provinciale Michl Laimer ha
    presentato a Comuni, imprenditori, associazioni e federazioni la
    possibilita' di un coinvolgimento attraverso la figura del socio
    sostenitore.
    ''Vogliamo che il tema delle Dolomiti come spazio vitale, da
    gestire in maniera sostenibile, sia veicolato in maniera
    diffusa, soprattutto con la partecipazione attiva della
    popolazione locale'', ha sottolineato Laimer. L'assessore
    giudica essenziale ''che le amministrazioni competenti, i
    Comuni, le aziende e i gruppi di interesse vengano coinvolti
    nello sviluppo della regione alpina. Per questo motivo lo
    Statuto della Fondazione Dolomiti Unesco prevede anche la figura
    del socio sostenitore.'' Ai partecipanti all'incontro
    l'assessore ha illustrato le possibilita' e i compiti del socio
    sostenitore - enti pubblici ma anche persone fisiche - nonche'
    le modalita' di utilizzo del logo del patrimonio Unesco.
    La prossima settimana Grame Worboys, il verificatore
    incaricato dall'Iucn (International Union for Conservation of
    Nature) controllera' il rispetto e lo stato di attuazione dei
    vincoli dettati dall'Unesco per il riconoscimento di patrimonio
    mondiale. (ANSA).
    Fondamentale che aziende imprenditori, i comuni ecc.... siano coinvolti nello sviluppo.... in che senso??? sborsando soldi???? giusto per capire, essendo che ad oggi questo riconoscimento ha solo fatto spendere e dei risultati non si sono visti.....

  8. #38
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Tutto alla grande insomma... a quanto pare siamo sulla strada giusta, andiamo avanti cosi che va bene!

    (MA IL TURISMO DOV'E'?......)

    FONDAZIONE DOLOMITI – CONCLUSA L’ISPEZIONE IUCN

    “Una missione di successo, ho visto attuati gli obiettivi della Fondazione per un sistema di gestione condiviso attraverso una governance efficiente con politiche comuni”, sono parole espresse stamane a Cortina d’Ampezzo dal valutatore IUCN International Union for Conservation of Nature, Greame Worboys.

    L’incaricato di verificare lo stato delle cose nella gestione del Bene Naturale Dolomiti ha concluso stamane nella sede della Fondazione Dolomiti la visita cominciata domenica scorsa. Worboys ha espresso parole di ringraziamento verso tutti coloro che si sono prodigati per portare a termine questa missione. Ha sottolineato nei dettagli gli aspetti positivi colti durante la sei giorni di visita nei cinque territori.

    Il presidente Alberto Vettoretto e gli assessori delle cinque Province hanno ringraziato Worboys evidenziando come “momenti di verifica e di sintesi come questi siano utili e molto importanti anche per la Fondazione”. Concludendo la sua visita Worboys ha detto “Mi spiace non essere anch’io con voi per condividere la prosecuzione di questo entusiasmante e straordinario progetto”

    La relazione di Greame Worboys, sintetica e molto precisa ha messo in evidenza il successo di questa missione e l’importanza di comprendere tutti i valori che stanno intorno alle Dolomiti “perché se non si conoscono le montagne e i valori intrinsechi non si possono gestire le montagne e in questi sei giorni mi avete aiutato a comprendere meglio. Il vostro contributo è stato molto professionale, la Fondazione ha fornito un supporto molto efficace e così tutte le Province, le Regioni, i Comuni e gli esperti dei settori, geologi, geomorfologi e paesaggisti”.

    Tre i punti analizzati da Worboys: il progresso della Fondazione Dolomiti – Dolomiten – Dolomites – Dolomitis UNESCO, il progresso per il piano di gestione, e ciò che è stato fatto nelle strategie per il turismo.
    Per quanto riguarda il primo punto dopo aver constatato l’effettiva costituzione della Fondazione con tutti i suoi organi ha accertato come ci siano molte reti a diversi stadi di sviluppo, alcune avanzate, altre in stato di avanzamento, alcune avviate e in via di formazione, ma tutte contribuiscono in modo molto positivo alla gestione. “Vedo attuazione degli obiettivi della Fondazione e vedo che si stanno realizzando tutte queste cose. Tutto è molto positivo e capisco anche che le persone dei vari territori stanno trovando un metodo di lavoro comune”.

    Riguardo alla gestione operativa, Worboys ha evidenziato che si stanno attuando azioni positive con l’installazione di utili e uniformi pannelli illustrati posti lungo le strade dei territori dolomitici, la presenza di un bel logo, una buona letteratura, e varie modalità con cui viene fatta informazione per diffondere il valore del Bene. “Molte iniziative buone e so che volete fare molto di più – ha detto Worboys – Una delle questioni che è diventata più chiara è la parola complessità e profondità storica. Quello che avevo più bisogno di capire è cosa significa per questo sito “protezione” e ho capito cosa significa protezione nelle singole realtà. I valori del Patrimonio mondiale sono protetti molto bene in questa particolare area: la tutela delle qualità naturali, la gestione dei flussi turistici, lo staff e il coordinamento tra gli staff. Vedo progresso, tutto bene, si va verso un’idea e le persone hanno a cuore i valori dele Dolomiti”.

    Per quanto riguarda la rete del funzionale del turismo il valutatore ha messo in evidenza la positività di molte azioni e ha constato il raggiungimento dell’obiettivo della prima fase. “Avete un compito straordinario, quello di trasmettere alla gente un messaggio sulla storia della Terra. Non è facile ma bisogna comunicare i valori del Patrimonio alla gente e credo che ciò si possa fare in un tempo ragionevole di cinque anni. Vedo progresso, vedo molte belle ideee. Vorrei concludere che non ho alcun dubbio sul fatto che questo Bene deve rimanere Patrimonio dell’Umanità.”

    Anche il rappresentante del Ministero Ottavio Di Bella ha ringraziato le Province, le Regioni e tutti gli esperti per la conduzione della missione: “Qui ci sono risposte che danno lustro al nostro Paese” – ha detto -. Ho visto grande capacità di far dialogare aree protette provinciali, Natura 2000 e Parchi Naturali”.

    Tutti i membri del Consiglio d’Amministrazione hanno espresso parole di ringraziamento per l’articolato lavoro svolto dalla Segreteria della Fondazione, dagli uffici, dai consulenti esprimendo anche parole di stima per il presidente Alberto Vettoretto, che ha saputo guidare con successo anche questa importante e delicata fase della Fondazione.


  9. #39
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ecko Visualizza Messaggio
    tutto alla grande insomma... A quanto pare siamo sulla strada giusta, andiamo avanti cosi che va bene!

    (ma il turismo dov'e'?......)




    in trentino.......

  10. #40
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Oggi artico interessante sulla questione unesco, loro dicono che non è compito loro fare pubblicità al riconoscimento, indipendentemente che lo sia o no, ma queste persone che vengono pagate per questo incarico, cosa fanno nella pratica??? considerando anche che ad oggi non ha portato ad alcun risultato, perchè si continua a pagarli????

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy