Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 32

Discussione: Nuova centrale idroelettrica a Vodo di Cadore

  1. #21
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sanvito25 Visualizza Messaggio
    Se mi fanno la circonvallazione sotto casa, dove tutte le sere si trovano decine di cervi a pascolare e ad abbeverarsi nel Boite .... Smara conto su di te per piantare un casino

    NIMBY!! NIMBY!!
    volentieri! Sono bravissima a piantare casini!!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  2. #22
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    volentieri! Sono bravissima a piantare casini!!
    Non avevo dubbi..... comunque ottimo lavoro, mi chiedo solo dove sono finiti quelli di MW, strano che non si siano ancora fatti sentire, proprio strano.

  3. #23
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Comunque la situazione è poco chiara... come abbiamo visto l'unico progetto che sembra andare avanti è proprio quello più contestato (quello di En&En), non solo, è anche quello che ha la netta opposizione di Cortina:
    http://corrierealpi.gelocal.it/crona...rmo-no-2896449

    mi chiedo quindi come possa andare avanti... boh!

    Gli altri Comuni, da quello che si capisce da questo articolo, sono contrari al progetto di En&En, ma non sono contrari in assoluto all'idea di una centralina, purché sia di portata limitata (in termini di sfruttamento delle acque del Boite).

    La En&En. dal canto suo, ha i suoi problemi a farsi accettare:
    http://corrierealpi.gelocal.it/crona...ialogo-2474741

    A San Gregorio hanno anche indetto, nel gennaio scorso, un referendum che si è concluso con la vittoria dei NO al progetto.

    A questo punto non capisco quali possano essere gli sviluppi futuri di queste due nuove centrali: andranno avanti contro i sentimenti delle comunità locali?
    E la centrale della Val Boite, come riusciranno a realizzarla se Cortina è contraria e se le Regole d'Ampezzo hanno persino vinto il ricorso al TAR?

    Boh!!!!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  4. #24
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Mi devo correggere. Non sono state le sole Regole Ampezzane a fare ricorso al TAR. In realtà il ricorso è stato portato avanti dalla Consulta Nazionale della Proprietà Collettiva. A promuovere il ricorso è stato il Coordinamento Veneto della Consulta (al quale aderiscono una trentina di Regole tra le quali, in testa, quelle Ampezzane). Con questo ricorso si chiedeva al TAR di annullare la delibera di giunta regionale n.1609 del 9 giugno 2008 che consentiva l'esproprio dei terreni regolieri in caso di impianti idroelettrici. A seguito dell'intervento del TAR, la Giunta Regionale ha emesso una nuova delibera, la n. 4070 del 30 dicembre 2009, in base alla quale non è più possibile espropriare i terreni regolieri, a meno che le Regole non diano il loro consenso.

    A questo punto, visto che neppure le Regole di San Vito intendono dare il loro appoggio al progetto della En&En (http://corrierealpi.gelocal.it/crona...contro-4500432), non mi sembra che rimangano molte possibilità alla En&En... Ma perché allora la En&En e l'Enel hanno fatto la NewCo? Perché stanno pubblicizzando queste centrali (quella di Vodo e quella di Busche), tanto da affermare che entro la fine dell'anno avranno i permessi? Qualcuno ha qualche idea?
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  5. #25
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Sul Gazzettino di ieri c'era questo articolo:


    Il presidente della Comunità montana Valboite, i sindaci della valle e gli amministratori delle Regole di San Vito, Borca e Vodo dicono no ai progetti "faraonici" di sfruttamento delle acque del Boite a fini idroelettrici. E sono pronti a rivolgersi alla Procura della Repubblica. Intanto hanno presentato un contro progetto.
    Durante una riunione organizzata dal presidente comunitario Vittore De Sandre proprio per dibattere questo tema, amministratori pubblici e Regole, hanno reagito contro quelli che definiscono «appetiti speculativi addensati sul fiume da parte di vari gruppi industriali, Enel con En&En, Proiter e Alpina, i quali hanno prodotto progetti di grandi derivazioni in grado di soddisfare le loro aspettative di guadagno, ma anche di compromettere quasi completamente l’ecosistema fluviale».
    «Se l’approvvigionamento energetico - recita una nota - è una prioritaria esigenza nazionale, nessuno ha il diritto di dimenticare che il territorio di questa valle non è terra di conquista, che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco e che è costellato di siti della Rete natura 2000. Le elevate quantità d’acqua previste sono eccessive in un contesto ambientale, turistico e sociale di grande valenza paesaggistica. A ciò si deve aggiungere il disturbo al territorio anche alla qualità della vita dei residenti ed alle loro attività. Inoltre possono essere disattesi i diritti millenari delle Regole».
    I Comuni e le Regole chiedendo che la Regione Veneto rispetti il loro diritto a difendere e gestire il territorio e ad esserne protagonisti.


    A quanto pare 'sta centrale non s'ha da fare...
    Ora sì che c'è attenzione all'ambiente, al riconoscimento Unesco, alle aree protette (Rete natura 2000)!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  6. #26
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Anche Vodo dice NO ai "mega impianti":

    http://carta.ilgazzettino.it/MostraS...29&CodSigla=BL

    --------------------------------------------------
    Il problema dello sfruttamento delle acque del Boite attraverso impianti definiti "faraonici" dai sindaci e dalle Regole della valle, è entrato anche in consiglio comunale a Vodo. Il sindaco, Gianluca Masolo, infatti, ha espresso le sue perplessità e preoccupazioni sui progetti di centraline idroelettriche. «Tre delle quali - ha detto - hanno caratteistiche ciclopiche che, se realizzate, andrebbero a prosciugare il Boite riducendolo ad un rigagnolo. Noi sosteniamo il progetto della Comunità montana, più rispettoso dell’ambiente e delle genti della nostra valle e che appunto avrebbe una ricaduta positiva».
    ** * *Il consiglio comunale di Vodo si è occupato prevalentemente di bilancio: entrate di 90mila euro che la Regione dà quale contributo per il fotovoltaico e spesa per 48mila euro da impegnare per realizzare il Piano di assetto del territorio. Niente vigile urbano ed allora ci si mette assieme ad altri comuni, in questo caso con Cibiana. (N.M.)
    ---------------------------------------------

    Comunque devo fare un paio di considerazioni:*
    1) così come Bosk e sanvito25 si sono meravigliati che nessuna associazione ambientalista sia finora intervenuta, così io mi meraviglio della conversione ambientalista di queste amministrazioni. Finché si parlava di comprensorio, tutto era lecito, ora invece c'è di colpo una forte preoccupazione per gli eventuali impatti ambientali negativi (più che giusto), come mai?

    2) apprezzo il metodo del sindaco di Vodo che porta le discussioni delle politiche territoriali sempre all'interno del Consiglio. Perché invece a San Vito non hanno le stesse sane abitudini? *Mi correggo, se hanno discusso di recente questo argomento non lo possiamo sapere, perché il sito del Comune di San Vito ha smesso di pubblicare le delibere che vengono approvate... Chissà che direbbe il buon Brunetta se sapesse che non si fa più trasparenza amministrativa!*
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  7. #27
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Sinceramente non lo so smara, cosi sul momento mi viene da pensare che sono 2 cose completamente opposte, per primo il comprensorio, ma è una mia opinione, non ha tutto questo impatto devastante al contrario di una centrale elettrica, secondo, il comprensorio avrebbe dato molti posti di lavoro e sarebbe stato un investimento per cercare di risollevare l'economia locale attirando turisti, mentre la centrale sfrutta il territorio dando alla comunità poco o nulla, in termini di offerte turistiche e introiti.... secondo me il motivo è semplicemente questo, e ribadisco che non capisco le varie associazioni tipo MW non abbiano ancora fiatato..... forse è perchè è ancora presto??? oppure??? non so, forse un giorno si saprà....

  8. #28
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Secondo me, invece, l'ambientalismo è spesso usato in maniera strumentale, purtroppo. Non di può essere ambientalisti a seconda del tornaconto.
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  9. #29
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    secondo me, invece, l'ambientalismo è spesso usato in maniera strumentale, purtroppo. Non di può essere ambientalisti a seconda del tornaconto.
    appunto!!!!!!......

  10. #30
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito La disputa continua...

    Ci sarà da divertirsi! Chi vincerà?


    Centrali in Val Boite, l’Enel:
    «Impatto ambientale sostenibile»

    Adami (Energy HidroPiave) risponde alle preoccupazioni dei sindaci e degli amministratori sullo sfruttamento delle acque


    BELLUNO - L’amministratore delegato di Energy HydroPiave Sergio Adami risponde ai sindaci e agli amministratori delle Regole di San Vito, Borca e Vodo, sul tema dello sfruttamento a fini idroelettrici delle acque del Boite. Gli amministratori avevano lanciato un monito: «Come è noto, sul fiume si sono addensati gli appetiti speculativi di vari gruppi industriali (Enel, En&En, Proiter e Alpina), che hanno presentato progetti di faraoniche derivazioni in grado di soddisfare sicuramente le loro aspettative di guadagno, ma anche di compromettere quasi completamente l’ecosistema fluviale ». Sindaci e regolieri informavano che avrebbero interessato la Regione e le società idroelettriche. Adami, (che è anche responsabile della gestione degli impianti idroelettrici di Enel ndr), ha usato parole rassicuranti parlando dello sfruttamento delle grandi derivazioni della Val Boite. «Siamo in fase di istruttoria—spiega l’ingegner Adami — il bando è regionale, e siamo sei concorrenti. Non è nostra intenzione fare nulla contro il territorio, tanto è vero che sono molti i bellunesi all’interno della società Energy HydroPiave. Come altri, anche noi abbiamo fatto domanda e possiamo vincere o perdere il bando». Adami conclude: «Stiamo partecipando alla gara e lo stiamo facendo con 100 milioni di euro. Il territorio avrà le sue ricadute economiche e, a livello ambientale, garantiamo un impatto sostenibile. L’importante è costruire una rete, a noi interessa la parte industriale». Per i prossimi mesi ci saranno incontri con gli amministratori dei Comuni della Val Boite.

    Fe.Fa.
    03 agosto 2011

    FONTE:*http://corrieredelveneto.corriere.it...30032261.shtml
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy