Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 32

Discussione: Nuova centrale idroelettrica a Vodo di Cadore

  1. #1
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito Nuova centrale idroelettrica a Vodo di Cadore

    Caro bosk, non è vero che qui non si fanno investimenti. Zitti zitti, quatti quatti, quelli dell'ENEL stanno portando avanti il progetto di una nuova centrale idroelettrica che si succhierà il boite da cortina a borca-vodo. Ti lascio immaginare i riflessi sul turismo e sull'ambiente. Avremo una nuova attrattiva: si potranno pescare le trote affumicate! Forse era meglio il comprensorio....

  2. #2
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Ciao Egon! Secondo me questa centrale viene fatta apposta per alimentare l'impianto di innevamento del nuovo comprensorio... quello sì che risucchia energia!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  3. #3
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da egon Visualizza Messaggio
    Caro bosk, non è vero che qui non si fanno investimenti. Zitti zitti, quatti quatti, quelli dell'ENEL stanno portando avanti il progetto di una nuova centrale idroelettrica che si succhierà il boite da cortina a borca-vodo. Ti lascio immaginare i riflessi sul turismo e sull'ambiente. Avremo una nuova attrattiva: si potranno pescare le trote affumicate! Forse era meglio il comprensorio....
    Bhè, bhè.....buone le trote affumicate, pensa non devi neppure comprare la legna che le peschi già cosi......

  4. #4
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Ciao Egon! Secondo me questa centrale viene fatta apposta per alimentare l'impianto di innevamento del nuovo comprensorio... quello sì che risucchia energia!
    Non so come faremo a sopravvivere.....

  5. #5
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Ciao Egon! Secondo me questa centrale viene fatta apposta per alimentare l'impianto di innevamento del nuovo comprensorio... quello sì che risucchia energia!
    Considerato che il comprensorio assorbe 4.500 kw mentre la nuova centrale idroelettrica sul boite (che d'ora in poi sarà ribattezzato "ex boite") produrrà 60 milioni di kw, ne deduco che si prevede un grande ampliamento del comprensorio, almeno fino a cervinia o a garmisch. Mi sorprendono però quelli di MW. Hanno fatto tanta caciara per quattro impianti sotto le rocchette e stanno zitti adesso che gli soffiano dodici chilometri di torrente sotto il naso, nella valle dell'ex boite. Però forse hanno ragione loro. Infatti si chiamano mountain wilderness, mica torrents wilderness, e quindi...chissenefrega del boite!

  6. #6
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Dai Egon! Fondiamola noi la Torrent Wilderness, tu farai il presidente!

    Ma dove hai letto di questa centrale? Hai qualche documento/articolo?
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  7. #7
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Predefinito

    Et voilà.
    Per la serie: Dolomiti patrimonio dell'umanità (o magari anche dell'ENEL) cadorini esclusi.

    Impianto idroelettrico in Val Boite
    Progetto di una nuova centrale in provincia di Belluno


    Il progetto riguarda un nuovo impianto idroelettrico ad acqua fluente da realizzarsi lungo il torrente Boite in provincia di Belluno, con opera di presa nel territorio comunale di Cortina d'Ampezzo e centrale di produzione, con relativa opera di restituzione, nel territorio comunale di Borca di Cadore, in corrispondenza dell'invaso artificiale di Vodo.
    Il Progetto Definitivo, corredato dallo Studio di Impatto Ambientale, accompagna la domanda in concorrenza per la concessione di adduzione a scopo idroelettrico, in ottemperanza alla normativa vigente in materia. L'impianto idroelettrico, del tipo ad acqua fluente, ha uno schema molto semplice: è infatti composto da un'unica opera di presa, ubicata sul torrente Boite nell'estremità meridionale del territorio di Cortina d'Ampezzo, subito a valle della confluenza nel Boite del rio Federa.
    Dall'opera di presa le acque derivate, dopo essere state sottoposte a dissabbiatura, imboccano una lunga galleria naturale, della lunghezza di circa 12.1 km, fino a giungere ad un manufatto di carico, da cui trae origine una condotta forzata interrata della lunghezza di circa 725 m che giunge alla centrale di produzione, ubicata sulle rive del lago di Vodo nel territorio comunale di Borca di Cadore. Qui le acque, turbinate da due gruppi Francis, vengono restituite mediante un breve canale di scarico al torrente Boite.

    fonte: www.proiter.it/val-boite.html


    Due nuove centrali idroelettriche in arrivo fra 7 anni a Busche e Vodo di Cadore
    Enel e En&En fondano la società che realizzerà gli impianti
    Avranno una potenza complessiva di circa 60 megawatt



    BELLUNO - In provincia si torna a costruire centrali idroelettriche. Due mega impianti sorgeranno a Busche e a Vodo di Cadore per una potenza complessiva di circa 60 megawatt.
    L'iter autorizzativo è già in corso. Il rilascio della prima concessione trentennale di derivazione da parte della Regione Veneto potrebbe arrivare entro la fine di quest'anno, al massimo entro l'inizio del prossimo.
    «Siamo ad uno stadio abbastanza avanzato - dichiara il presidente di En&En, Angelo Caneve - dobbiamo ottenere le autorizzazioni per costruire e poi si partirà con i lavori». Non solo centrali, ma anche opere di presa, gallerie e condotte che attraverseranno per decine di chilometri il territorio. «L'impianto di Vodo di Cadore - spiega il consigliere e amministratore delegato di En&En, Elio Tramontin - si sviluppa da Zuel, in comune di Cortina, e arriva fino al lago idroelettrico di Vodo, quello di Busche nasce a Sospirolo attraversa i comuni di Santa Giustina, San Gregorio fino a Cesiomaggiore. Ci vorranno 6-7 anni per realizzarli». «È stato un iter estremamente lungo - prosegue Tramontin - sono 5-6 anni che lo seguiamo. Su tutta questa linea l'Enel aveva già lavorato per avere le licenze negli anni ‘80».
    Nel frattempo, ieri, davanti al notaio, la firma nero su bianco per la costituzione di una nuova società, la Energy Hydro Piave srl, nata con lo scopo di costruire e gestire nuovi impianti idroelettrici in provincia di Belluno. La compagnia, partecipata rispettivamente al 51% da Enel Produzione e al 49% dalla bellunese En&En, avrà sede legale a Soverzene. «Il cda sarà convocato la prossima settimana - conclude Caneve - per l'assegnazione e l'ufficializzazione delle cariche e la società entrerà nel vivo diventando operativa. Faranno parte del consiglio di amministrazione sia componenti di Enel Produzione che dell'imprenditoria locale».

    di Lina Pison - Sabato 16 Luglio 2011 - fonte: http://www.ilgazzettino.it/articolo....84&sez=NORDEST
    Ultima modifica di egon; 20-07-2011 alle 01:01 PM

  8. #8
    Senior Member L'avatar di smara
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    475

    Predefinito

    Sarà contento il sindaco di San vito: chissà quanti nuovi posti di lavoro ci saranno!
    "Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza dire nulla."

  9. #9
    Senior Member L'avatar di sanvito25
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bologna - San Vito
    Messaggi
    402

    Predefinito

    Beh, credo che le energie rinnovabili debbano sempre pagare uno scotto al paesaggio.
    Fotovoltaico, eolico, idroelettrico .... tutta roba brutta.

    Ma sarebbe miope, pur con un impatto davvero devastante, bloccare progetti come questi. da qualche parte l'energia dovremo prenderla.

    ma avete ragione: il silenzio degli ambientalisti è, per ora, assordante.

  10. #10
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da smara Visualizza Messaggio
    Sarà contento il sindaco di San vito: chissà quanti nuovi posti di lavoro ci saranno!
    ........ Dal momento che nessuno si è offerto volontario di aiutare chi un lavoro lo ha perso, tu compreso, direi che probabilmente questo aspetto di avere posti di lavoro sia una buona cosa...... ma la cosa che mi fa più schifo, come altri hanno fatto notare è che nessuno degli ambientalisti dica nulla, forse sono ambientalisti solo dove e quando li fa comodo per qualche motivo...

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy