Pagina 2 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 39

Discussione: Tassa di soggiorno

  1. #11

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da arams Visualizza Messaggio
    Dal Gazzettino di Belluno di oggi, pagina delle lettere:
    RINGRAZIAMENTI/1
    AMMINISTRATORI
    DI SAN VITO, BRAVI!
    Ero presente all’incontro pubblico svolto mercoledì sera a San Vito e non posso che dire a Ludovico De Lotto, al sindaco Fiori e alla sua giovane e attiva giunta nonché ai presenti tutti: «bravi». Vi muovete fra mille difficoltà - e non solo finanziarie - con un entusiasmo accattivante ma anche con una visione chiara e realistica dei problemi del comprensorio.
    Bravi ancora: non arrendetevi mai perché siete la linfa «viva» di San Vito, un paese meraviglioso, con tante difficoltà, ma che ha un’amministrazione da additare a esempio per tutto il Bellunese.
    Gianfranco Conte
    Feltre

    Dunque quella sera non sono stato l'unico pirla a vederla così...

    E' un bel gesto quello del gentile signore feltrino che dà una pacca sulla spalla all'Amministrazione sanvitese, saranno stati contenti anche gli amministratori sanvitesi di ricevere un segno di apprezzamento da un cittadino di Feltre. Tuttavia, non mi sembra che sia questo il punto su cui si stesse snoccilando la questione. Il punto non è trovare qualcuno che dia ragione o meno ad arams sulle impressioni ricavate da una riunione tra Comune e cittadini. Il punto del contendere, in realtà, era un altro. Ovvero, perché un'Amministrazione che era disposta a spendere (e ha anche già speso) risorse ed energie in un'impresa turistica plurimilionaria, nel giro di pochi mesi decida, invece, di chiedere ai turisti, e non più agli imprenditori locali, di investire nell'impresa turistica sanvitese per una somma pari a 50.000 euro (niente rispetto alle cifre richieste per fare gli impianti)? E' questo il punto che non riesco a capire, ed è per questo mi chiedevo che cosa stesse succedendo a San Vito. La mia perplessità, tra l'altro, trova conferma anche nelle parole che leggo nella lettera del gentile signore di Feltre. Anche lui, pur non abitando a San Vito - ma evidentemente le impressioni sono le stesse per tutti - sottolinea che a San Vito ci sono tante difficoltà. Il sig. Conte usa il termine "difficoltà" ben due volte nella sua pur breve lettera, una volta sono "mille" la seconda volta sono "tante". In effetti è esattamente l'impressione che si ha quando si aprono le discussioni su San Vito. Allora la mia domdanda è: quali sono le difficoltà, le problematiche che San Vito ha in più rispetto agli altri Comuni? Perché si parla tanto di questi problemi e difficoltà che ha San Vito e nessuno sa esattamente quali siano (almeno su questo forum) e perché siano così maledettamente più gravi e impegnativi dei problemi che possa avere qualsiasi altro Comune cadorino (per rimanere in ambito locale)? Eppure, in base alla mia, purtroppo scarsa, attenzione che riesco a prestare alle questioni del Cadore (mi piacerebbe interessarmene di più) mi verrebbe da dire che la vicina Borca ha ben più gravi problemi di San Vito. Mi sembra che il problema della frana sia piuttosto preoccupante e da quel che so, correggetemi se sbaglio, ancora non si è riusciti a trovare una soluzione. E non mi sembra un problema da poco. Come non mi sembra che Borca stia chiedendo aiuto ai turisti per risolvere i suoi problemi.

    Qualsiasi siano i problemi di San Vito - spero comunque che li possa risolvere presto, perché è una paese molto carino e mi dispiace che sia così invischiato in chissà quali problematiche - sarebbe opportuno, secondo me, che San Vito decidesse, una volta per tutte, cosa vuole fare della propria vocazione turistica: fare concorrenza ai big (e quindi andare avanti con la proposta dei mega-impianti) o chiedere ai turisti di investire nella sua offerta turistica? Spronare i propri cittadini a credere ed investire in un progetto turistico o prendere con la forza un sostegno dai turisti? Su quali basi i turisti tassati dovrebbero credere nelle potenzialità di San Vito più dei suoi stessi abitanti?

  2. #12
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da edradour Visualizza Messaggio
    E' un bel gesto quello del gentile signore feltrino che dà una pacca sulla spalla all'Amministrazione sanvitese, saranno stati contenti anche gli amministratori sanvitesi di ricevere un segno di apprezzamento da un cittadino di Feltre. Tuttavia, non mi sembra che sia questo il punto su cui si stesse snoccilando la questione. Il punto non è trovare qualcuno che dia ragione o meno ad arams sulle impressioni ricavate da una riunione tra Comune e cittadini. Il punto del contendere, in realtà, era un altro. Ovvero, perché un'Amministrazione che era disposta a spendere (e ha anche già speso) risorse ed energie in un'impresa turistica plurimilionaria, nel giro di pochi mesi decida, invece, di chiedere ai turisti, e non più agli imprenditori locali, di investire nell'impresa turistica sanvitese per una somma pari a 50.000 euro (niente rispetto alle cifre richieste per fare gli impianti)? E' questo il punto che non riesco a capire, ed è per questo mi chiedevo che cosa stesse succedendo a San Vito. La mia perplessità, tra l'altro, trova conferma anche nelle parole che leggo nella lettera del gentile signore di Feltre. Anche lui, pur non abitando a San Vito - ma evidentemente le impressioni sono le stesse per tutti - sottolinea che a San Vito ci sono tante difficoltà. Il sig. Conte usa il termine "difficoltà" ben due volte nella sua pur breve lettera, una volta sono "mille" la seconda volta sono "tante". In effetti è esattamente l'impressione che si ha quando si aprono le discussioni su San Vito. Allora la mia domdanda è: quali sono le difficoltà, le problematiche che San Vito ha in più rispetto agli altri Comuni? Perché si parla tanto di questi problemi e difficoltà che ha San Vito e nessuno sa esattamente quali siano (almeno su questo forum) e perché siano così maledettamente più gravi e impegnativi dei problemi che possa avere qualsiasi altro Comune cadorino (per rimanere in ambito locale)? Eppure, in base alla mia, purtroppo scarsa, attenzione che riesco a prestare alle questioni del Cadore (mi piacerebbe interessarmene di più) mi verrebbe da dire che la vicina Borca ha ben più gravi problemi di San Vito. Mi sembra che il problema della frana sia piuttosto preoccupante e da quel che so, correggetemi se sbaglio, ancora non si è riusciti a trovare una soluzione. E non mi sembra un problema da poco. Come non mi sembra che Borca stia chiedendo aiuto ai turisti per risolvere i suoi problemi.

    Qualsiasi siano i problemi di San Vito - spero comunque che li possa risolvere presto, perché è una paese molto carino e mi dispiace che sia così invischiato in chissà quali problematiche - sarebbe opportuno, secondo me, che San Vito decidesse, una volta per tutte, cosa vuole fare della propria vocazione turistica: fare concorrenza ai big (e quindi andare avanti con la proposta dei mega-impianti) o chiedere ai turisti di investire nella sua offerta turistica? Spronare i propri cittadini a credere ed investire in un progetto turistico o prendere con la forza un sostegno dai turisti? Su quali basi i turisti tassati dovrebbero credere nelle potenzialità di San Vito più dei suoi stessi abitanti?


    Concordo pienamente.

  3. #13
    Junior Member
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Ma che problemi e problemi! Ma che problemi vuoi che abbiano? Disoccupazione? Povertà? Mafia? Camorra? Criminalità? Inquinamento? Polveri sottili? Traffico? Rifiuti? Dissesti idrogeologici? Mafia cinese? Emergenza alloggiativa? Integrazione multietnica? Violenza? Teppismo? Innondazioni? Siccità? Terrorismo? Corruzione? Appalti truccati?
    È solo una questione politica come diceva sanvito25. Tutto il resto sono soltanto pretesti.

  4. #14
    Moderator L'avatar di deryls82
    Data Registrazione
    Jun 2010
    Località
    Tai di Cadore
    Messaggi
    310

    Predefinito

    pretesti o no servirebbe una bella rivoluzione, tra governo e risorse mal gestite i turisti non verranno piu neanche se li paghi continuando così!
    NuovoCadore Staff

  5. #15
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Notizia di ieri sul giornale, il Comune di Calalzo ha detto no alla tassa sui turisti, facendo 2 conti si sono resi conto che i 30000 euro che ne avrebbero ricavato non valgono la figura da pezzenti nei confronti dei turisti.
    San Vito parla di circa 50000 euro di ricavato, certo che con 20000 euro in più hanno risolto il problema, che strano, a detta di molti loro sono una zona benestante essendo anche a 2 passi da Cortina...mhà!!!

  6. #16

    Predefinito

    Ricordo di aver letto, qualche tempo fa, in un articolo del Corriere delle Alpi, che la tassa di soggiorno (chiesta da vari Comuni tra i quali anche San Vito di Cadore) serviva a sostenere una serie di iniziative a favore dei turisti. Per il Comune di San Vito si parlava di sostenere le spese dovute alla ormai prossima partenza del Giro d'Italia e al ritiro estivo del Siena. La mia riflessione vuole concentrarsi soprattutto sul ritiro di questa squadra di calcio, che si allenerà a San Vito a spese del Comune, grazie alla tassa chiesta ai turisti, anche a quelli che di calcio non solo non ne vogliono sapere niente, ma ne sono addirittura scandalizzati, per la quantità di soldi che girano in quel settore. Eppure alla famigliola che risparmia tutto un anno per riuscire a trascorrere una settimana in montagna, viene chiesto di sborsare un ulteriore obolo per sostenere le spese dei calciatori (ultra-pagati) che devono allenarsi per 15 giorni al fresco. Devo dire che faccio veramente fatica a seguire questi ragionamenti. Non solo. Il caso ha voluto che proprio il Siena (il cui proprietario, si sa, è uno dei più grossi palazzinari in Italia) sia al centro di uno scandalo di partite vendute. Quindi i miei 1,5 euro al giorno, che dovrò sborsare per sostenere il soggiorno estivo di questi calciatori, concorre ad alleggerire le spese di una squadra amministrata da persone implicate nel calcio scommesse.
    E' una questione di principio, proprio non ci riesco a tirare fuori i soldi per questa tassa. Credo che quest'anno, anche se a malincuore, cambierò luogo di villeggiatura.

  7. #17
    Senior Member L'avatar di sanvito25
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bologna - San Vito
    Messaggi
    402

    Predefinito

    Ospitare il ritiro di una squadra di calcio (al di là dell'interesse che si può nutrire per questo sport) è un'iniziativa di sviluppo dell'immagine: già questo fa notizia, credo, in un territorio dove le iniziative latitano.

    Aumentano gli arrivi ed i pernottamenti (forse con il Siena, non tanto, ma san Vito non può pretendere di ospitare la Juve), il nome viene letto per 15 gg. sui quotidiani sportivi, viene citato in TV, ecc...

    Ci sono degli effetti negativi, ovvero che parte della clientela tradizionale può essere infastidita e dunque optare per altre soluzioni.

    Ma anche ospitare il Giro non credo sia gratis.

    Sono tutte iniziative promozionali, volte ad aumentare la visibilità della località.

    A me non sembra una cosa negativa.

  8. #18
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    Non credo sia il modo giusto per incentivare il turismo....
    Tante altre città hanno istituito questo obolo è vero, ma CITTA'....
    Mi pare che tante piccole realtà(e nonparlo sono di S.Vito) si siano leggermente montate la testa: se Venezia, Bologna ect. istituiscono una tassa di soggiorno, appurato che quei soldi siano poi effettivamente re imiegato e favorire il turismo, è un conto ma che si venga a dire che un paese come s.vito posa pretendereche un turista sborsi dei denari (oltre a quelli che già profumatamente e spesso immotivatamente versa per la sua vacanza) mi pare follia...
    Che ha s.vito di così speciale per meritare ulteriori 1.50 €/giorno procapite, che succede di straordinario d'estate.... mah...

    Non ci sono i fondi, che paghino i cittadini (in questo caso turisti) e la geniale "cura monti" è per l'ennesima volta rispettata

  9. #19
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da heimat Visualizza Messaggio
    Non credo sia il modo giusto per incentivare il turismo....
    Tante altre città hanno istituito questo obolo è vero, ma CITTA'....
    Mi pare che tante piccole realtà(e nonparlo sono di S.Vito) si siano leggermente montate la testa: se Venezia, Bologna ect. istituiscono una tassa di soggiorno, appurato che quei soldi siano poi effettivamente re imiegato e favorire il turismo, è un conto ma che si venga a dire che un paese come s.vito posa pretendereche un turista sborsi dei denari (oltre a quelli che già profumatamente e spesso immotivatamente versa per la sua vacanza) mi pare follia...
    Che ha s.vito di così speciale per meritare ulteriori 1.50 €/giorno procapite, che succede di straordinario d'estate.... mah...

    Non ci sono i fondi, che paghino i cittadini (in questo caso turisti) e la geniale "cura monti" è per l'ennesima volta rispettata


    Concordo pienamente..... ho notato che molti sono convinti che qua siamo nel posto più bello del mondo, per carità, bellissimo, ho scelto di venirci a vivere e quindi pensano che se la gente vuole venire si deve adeguare, come hai detto tu, non esiste solo S. Vito o il Cadore, non per niente negli ultimi 10 anni si è perso oltre il 35% dei turisti, non per la tassa di cui si parla, ma per altri motivi.

  10. #20
    Senior Member L'avatar di sanvito25
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bologna - San Vito
    Messaggi
    402

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da heimat Visualizza Messaggio
    Non credo sia il modo giusto per incentivare il turismo....
    Tante altre città hanno istituito questo obolo è vero, ma CITTA'....
    Mi pare che tante piccole realtà(e nonparlo sono di S.Vito) si siano leggermente montate la testa: se Venezia, Bologna ect. istituiscono una tassa di soggiorno, appurato che quei soldi siano poi effettivamente re imiegato e favorire il turismo, è un conto ma che si venga a dire che un paese come s.vito posa pretendereche un turista sborsi dei denari (oltre a quelli che già profumatamente e spesso immotivatamente versa per la sua vacanza) mi pare follia...
    Che ha s.vito di così speciale per meritare ulteriori 1.50 €/giorno procapite, che succede di straordinario d'estate.... mah...

    Non ci sono i fondi, che paghino i cittadini (in questo caso turisti) e la geniale "cura monti" è per l'ennesima volta rispettata
    scusa, con questo concordo pienamente.
    concordo 100% che istituire tassa di soggiorno sia una pessima idea, a meno di non rendere molto trasparente al turista quale beneficio ne trarrà il turista medesimo.
    poichè "trasparente fa rima con impossibile", allora meglio non istituire tassa di soggiorno.
    E' chiaro che il turista sceglie di andare altrove, se capisce che il suo eurino al giorno se ne va per finanziare cose di cui non beneficia.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy