Pagina 3 di 7 PrimaPrima 12345 ... UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 65

Discussione: Il cadore e' morto..

  1. #21
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da blacksheep Visualizza Messaggio
    Si, devo dire che la baita è una delle poche alternative che ho quassù ed è un lusso per chi viene dalla città. Viene cmq vissuta poco e male. Io piuttosto dei continui sabati sera al Tiziano, organizzerei sempre serate in baita, visto che la mia tra l'altro è facilmente raggiungibile. Ma come dicevo nel mio messaggio precedente, x gli altri organizzarsi è duro lavoro. E' molto + facile ritrovarsi al Tiziano e ubriacarsi come sempre!
    Se anche io avessi una baita passerei tutti i sabati sera con gli amici li a fare grigliate, non saranno le feste di cui parlavo ma è un'ottima alternativa alla monotonia quotidiana.

  2. #22
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da simona Visualizza Messaggio
    ....io nei paesi che citate voi ci sono nata....sono di Russi trasferita in Auronzo già da qualche anno....io mi sono trasferita proprio perchè ero stufa di una vita decisamente troppo "esagerata" dove se non si esce tutte le sere si è "strani" e dove il divertimento viene esageratamente rincorso, fino a perdere di vista le cose più essenziali.....detto questo.....non si può proprio però paragonare paesi come Russi, Faenza o Lugo ai paesi del centro cadore e nemmeno con Belluno!!
    Togliendo dal mezzo i locali notturni o i bar che non frequenterei nemmeno adesso....cosa rimane qui? nulla..... sento le mie amiche nel ravennate che frequentano palestre, fanno corsi di joga, di zumba, latino americano, di cucina, vanno al cinema a tutte le ore o vanno anche solo a fare una passeggiata in centro per lo "shopping collettivo".
    Qui dove si possono fare queste cose??
    Al di la delle strutture che mancano, io credo che manchi principalmente la mentalità. Io ho 30 anni e ho due figli (uno e mezzo a dire il vero!!), ma non esiterei un istante a lasciare mio marito con i pargoli due sere a settimana se avessi la possibilità di fare qualcosa di divertente.......
    Sinceramente.......quante donne della mia età e con figli conoscete che lo farebbero??
    Io FORSE una......sono le stesse donne che all'invito per la coscrizione mi hanno risposto rigorosamente in dialetto che "UNA MADRE DI FAMIGLIA CERTE COSE NON LE FA"
    A questo punto credo che stiamo parlando di nulla.....nel senso che la mancanza di strutture/divertimenti & co sia solo il "risultato finale" di una mentalità che non lo prevede.......
    E lo dico comunque ADORANDO il Cadore, ma essendo molto realista.....

    Conosco benissimo la zona essendo di Castrocaro Terme e quello che hai detto è esatto, nel senso che molte ragazze che conosco a 20-25 anni sono già sposate con figli e di conseguenza stanno a casa senza mai muoversi perchè qua la si pensa cosi, escono gli uomini e l'unica loro alternativa è starsene sul balcone del bar, e quelle poche volte che ho visto serate di ballo organizzato tipo latino americano, quelle poche donne che c'erano ballavano mentre i ragazzi se ne stavano comunque sul balcone, probabilmente perchè un uomo che balla viene considerato, forse, non uomo, oppure visto male. Un'altra cosa e questo lo dico perchè leggo i racconti o le risposte che si danno su facebook, ragazze che commentano la sera appena trascorsa se la ridono raccontando le volte che hanno buttato fuori da quanto hanno bevuto o su chi ha bevuto di più, come che chi butta fuori di più è il migliore.... e sono ragazze..... io alla loro età con i miei amici si faceva a gare di chi conquistava la ragazza più bella o a chi se la faceva per primo....

  3. #23

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bosk Visualizza Messaggio
    Quale criterio usi per dire che la festa fa schifo se stai a casa e non ci vai??? per il genere di musica o per il tema della festa ci sta ma se è una festa generica non capisco il criterio di valutazione.
    Ovviamente non parlo di una festa generica, a cui vado sempre se possibile.

    No john no, mi dispiace ma non puoi farmi un paragone del genere, se voui puoi trovarmi difetti della gente, sulla mentalità, quello che ti pare ma se mi fai un paragone del genere vuol dire che sei tu che non sei riuscito ad inserirti nel contesto.
    Non so, dicevo io, valutando il movimento in città, i paesi nei dintorni ho sempre pensato fossero ancor più vuoti, ma non che li abbia mai bazzicati. Però capitava talvolta di attraversarli in auto e locali aperti e gente in giro di sera tardi/notte non ne ho mai vista.

    Io piuttosto dei continui sabati sera al Tiziano, organizzerei sempre serate in baita
    Anch'io. Beh, non proprio sempre perchè le feste in baita ovviamente le si fanno tra amici intimi e torna il problema "non faccio mai nuove conoscenze".
    Comunque è vero che organizzarsi, anche se in pochissimi, è un'impresa. Saltuariamente organizzo feste a casa mia (una baita ce l'ho ma è attualmente inagibile) ma la maggior parte di amici e conoscenti pare sempre poco interessata e invitando decine e decine di persone, alla fine siam sempre i soliti 4 gatti.

  4. #24
    Junior Member
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sanvito25 Visualizza Messaggio
    Bella testimonianza Simona
    Grazie!!

  5. #25
    Senior Member L'avatar di blacksheep
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    207

    Predefinito

    Gira rigira mi sembra che siamo tutti daccordo! E la cosa che mi fa + rabbia è che mi sento impotente di cambiare le cose! Spesso mi muovo verso il vicentino o il veronese per ricaricarmi, energicamente parlando, perchè poi quassù, per quanto cerchi di rimanere interiormente stabile, tutto mi scarica!!! Uff...

  6. #26
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da blacksheep Visualizza Messaggio
    Gira rigira mi sembra che siamo tutti daccordo! E la cosa che mi fa + rabbia è che mi sento impotente di cambiare le cose! Spesso mi muovo verso il vicentino o il veronese per ricaricarmi, energicamente parlando, perchè poi quassù, per quanto cerchi di rimanere interiormente stabile, tutto mi scarica!!! Uff...
    Cambiare le cose??? ci ho rinunciato, quando tramite invito di una persona che voleva che esponessi alcune mie idee in un certo contesto, bhè...non ti scrivo qui cosa hanno risposto a questa persona, non a me, perchè a me non mi hanno neppure voluto ascoltare, forse non sarebbe cambiato nulla, ma on c'è stato neppure lo sforzo di provarci...

  7. #27
    Senior Member L'avatar di ALAN
    Data Registrazione
    Jan 2011
    Messaggi
    162

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da blacksheep Visualizza Messaggio
    Gira rigira mi sembra che siamo tutti daccordo! E la cosa che mi fa + rabbia è che mi sento impotente di cambiare le cose! Spesso mi muovo verso il vicentino o il veronese per ricaricarmi, energicamente parlando, perchè poi quassù, per quanto cerchi di rimanere interiormente stabile, tutto mi scarica!!! Uff...
    .....io per esempio non sono assolutamente d'accordo!!!! Il "piattume" mentale non deriva sempre dall'ambiente in cui si vive!!!! Ma da se stessi.......e la discussione in atto ne è la prova!!!!!!!!!

  8. #28
    Senior Member L'avatar di blacksheep
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    207

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ALAN Visualizza Messaggio
    .....io per esempio non sono assolutamente d'accordo!!!! Il "piattume" mentale non deriva sempre dall'ambiente in cui si vive!!!! Ma da se stessi.......e la discussione in atto ne è la prova!!!!!!!!!
    Certo! Il posto in cui si vive non giustifica l'apatia delle persone ma aiuta. Io ho abitato qui in Cadore x 6 anni ancora quando la vita era meno monotona (ai tempi della tana, della sala giochi, belvedere, five,....) e mi stavo anch'io trasformando. Riempivo i miei vuoti in modo nocivo ma per quanto mi riguarda, anche nei peggior momenti, ho sempre avvertito una vocina dentro di me che mi sussurrava "devi cambiare, devi muoverti e staccarti da questa routine o ti giocherai definitivamente salute e felicità!" E così me ne sono andata, ritrovando forza e stabilità. Ora sono passati 10 anni, la mia maturità è diversa ma la difficoltà di vivere serenamente e pienamente qui in montagna è rimasta.

  9. #29
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ALAN Visualizza Messaggio
    .....io per esempio non sono assolutamente d'accordo!!!! Il "piattume" mentale non deriva sempre dall'ambiente in cui si vive!!!! Ma da se stessi.......e la discussione in atto ne è la prova!!!!!!!!!


    Sono d'accordo alan, ma il problema è che se siamo in 10 a pensarla come noi contro i 1000 che si "accontentano" è difficile per noi 10 cambiare la situazione, può non essere l'ambiente a esserne la causa ma in questo caso diciamo che aiuta parecchio.

  10. #30

    Predefinito

    Ma se il posto e la gente che lo abita non vi piacciono, perchè state qui? Avete vissuto in altri luoghi, provato altre realtà che definite migliori, dunque perchè rimanere? (non vi sto invitando a fare le valige, eh!)
    Io qui ci sto da dio, forse proprio perchè non c'è nulla (e secondo me non è così) e le persone sono tendenzialmente chiuse, mentre quando abitavo in città stavo male.
    Trovo inoltre che sia qualcosa di positivo che ogni posto abbia le sue caratteristiche, per quanto in molti possano trovarle negative.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy