Pagina 10 di 14 PrimaPrima ... 89101112 ... UltimaUltima
Risultati da 91 a 100 di 139

Discussione: No Tav: cosa ne pensate?

  1. #91

  2. #92
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

  3. #93
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Il TAV "perde i pezzi"...

    Il Portogallo dice "no TAV"
    Sospeso definitivamente il progetto di linea veloce tra Lisbona e Madrid
    trasporti pubblici bloccati nel giorno dello sciopero. La stazione del treno che collega Lisbona a Cascais, solitamente affollatissima, si presentava così (Foto Epa)
    11

    LISBONA - È, quello di oggi, il giorno dello sciopero generale in Portogallo (il secondo) prclamato per protestare contro il piano di salvataggio e il paese è praticamente paralizzato. Il governo portoghese del premier Pedro Passos Coelho ha comunque deciso proprio oggi di «sospendere definitivamente» il progetto di treno ad alta velocità (TAV) fra Lisbona e Madrid che avrebbe dovuto essere pronto per il 2013, ha indicato il ministero dell'economia .

    Una prima sospensione della parte portoghese del progetto era stata decisa l'anno scorso, subito dopo la formazione del nuovo governo di centrodestra, nel quadro delle misure antideficit. La parte spagnola, fra Madrid e Badajoz, alla frontiera con il Portogallo, è già in corso di realizzazione. La Corte dei conti portoghese ha indicato negli ultimi giorni che i contratti firmati dal governo precedente del socialista Josè Socrates con il consorzio Elos per la realizzazione della prima tratta portoghese della TAV Lisbona-Madrid non rispettavano le condizioni fissate dall'esecutivo. Il governo ha indicato che studierà «nei dettagli» il parere della Corte dei conti.

    http://www.cdt.ch/mondo/cronaca/6041...ce-no-tav.html

  4. #94
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    dal blog di Beppe Grillo:

    Il sigillo violento della legge
    Questa mattina ero a Torino per un processo insieme a una ventina di NoTav. Sono un imputato "alla sbarra"come scrivono i giornali e i giornalai che vorrebbero vedermi al più presto "dietro le sbarre". L'evento è stato persino trasmesso in diretta web. Non mi ricordo una simile attenzione neppure per i processi Bassolino e Dell'Utri.
    L'accusa è di quelle toste, di aver violato i sigilli di una baita di legno costruita nell'area destinata ai lavori della Tav. Ammetto di essere entrato nella baita e di aver mangiato della polenta senza esigere alcuno scontrino. Ho perfino bevuto del vino sfuso. La grappa però no, quella l'ho rifiutata. Quando sono arrivato non c'era alcun sigillo, la porta era aperta. Lo conferma una notizia Ansa "CHIOMONTE (Torino), 5 Dic. - Beppe Grillo, leader del MoVimento 5 Stelle, è entrato oggi nella baita costruita dal movimento No Tav, violando i sigilli posti dalla magistratura. I sigilli, in realtà erano già stati portati via dal vento". Si parla di tagli ai costi dello Stato, ma quanto costa un processo a venti persone per un sigillo violato? Era sufficiente un giudice di pace, mezz'ora di discussione e, in caso di reato accertato, una sanzione amministrativa, una multa. La Tav costa 22 miliardi per trasportare merci che sono in costante diminuzione da un decennio, finirà tra 15 anni. Un'opera che ingrasserà le cooperative rosse e bianche, le lobby e, attraverso di loro i partiti, con infiltrazioni future della 'ndrangheta, che in Piemonte è al terzo posto per presenza dopo Calabria e Lombardia. Questo scempio e spreco colossale di denaro pubblico, mentre l'Italia rischia il default, grida vendetta al cospetto di Dio. Dov'è la Corte dei Conti? Perché nessuno indaga sulle vere ragioni della Tav? Sarà dura!

  5. #95
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    Fino a prova contraria, tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (articolo 21 della Costituzione Italiana).

    Questo è vero finchè non si prevarica il prossimo. E' sempre difficile capire dove finisce la libertà dell'uno e inizia il sopruso e la diffamazione verso l'altro.
    Sin dove ci si può spingere nella protesta verso un qualcosa che non si ritiene giusto a fronte del fatto che la decisione in un regime di democrazia è stata presa dalla maggioranza che ci rappresenta? No perchè se si perde di vista questo che secondo me è il punto nodale, si mettono in discussione (e non con i mezzi del confronto e della parola) i principi sui quali è fondato il nostro paese e se oggi lo si fa sulla TAV domani lo si farà con le tasse da pagare e su qualsiasi altra cosa.

    Morale: non è perchè una cosa non mi piace o non la reputo giusta, mi posso sentire libero di fregarmene e di non riconoscere l'autorità costituita. Con altri metodi i NO TAV hanno tutta la libertà di farci conoscere le loro ragioni del NO ma fatto ciò, non è che siccome sono contrari si fa come vogliono loro e basta.
    Adesso scannatemi

  6. #96
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da heimat Visualizza Messaggio
    Fino a prova contraria, tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (articolo 21 della Costituzione Italiana).

    Questo è vero finchè non si prevarica il prossimo. E' sempre difficile capire dove finisce la libertà dell'uno e inizia il sopruso e la diffamazione verso l'altro.
    Sin dove ci si può spingere nella protesta verso un qualcosa che non si ritiene giusto a fronte del fatto che la decisione in un regime di democrazia è stata presa dalla maggioranza che ci rappresenta? No perchè se si perde di vista questo che secondo me è il punto nodale, si mettono in discussione (e non con i mezzi del confronto e della parola) i principi sui quali è fondato il nostro paese e se oggi lo si fa sulla TAV domani lo si farà con le tasse da pagare e su qualsiasi altra cosa.

    Morale: non è perchè una cosa non mi piace o non la reputo giusta, mi posso sentire libero di fregarmene e di non riconoscere l'autorità costituita. Con altri metodi i NO TAV hanno tutta la libertà di farci conoscere le loro ragioni del NO ma fatto ciò, non è che siccome sono contrari si fa come vogliono loro e basta.
    Adesso scannatemi

    Per quel che mi riguarda hai perfettamente ragione, un'altro esempio riguarda il nuovo tratto di a27 che vogliono fare, c'è chi ha già detto che siccome lui è contrario si useranno tutti i mezzi possibili per non farla....questa sarebbe democrazia???? sopratutto detto da chi si ritiene sostenitore della democrazia, detto questo, io sono uno dei contrari della tav.

  7. #97
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    LA DISOBBEDIENZA CIVILE DIVIENE UN DOVERE SACRO QUANDO LO STATO DIVIENE DISPOTICO O, IL CHE È LA STESSA COSA, CORROTTO.
    Lo diceva un certo Ghandi, profeta indiscusso della NON-violenza.

  8. #98
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ecko Visualizza Messaggio
    Lo diceva un certo Ghandi, profeta indiscusso della NON-violenza.
    Non credo si riferisse ad un tratto ferroviario o autostradale......

  9. #99
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    ...si riferiva a uno "stato dispotico e corrotto", quello che è il nostro in questo momento.

  10. #100
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ecko Visualizza Messaggio
    ...si riferiva a uno "stato dispotico e corrotto", quello che è il nostro in questo momento.
    In questo momento???? secondo me è dal 70 che lo stato è corrotto....

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy