Pagina 2 di 14 PrimaPrima 123412 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 139

Discussione: No Tav: cosa ne pensate?

  1. #11
    Senior Member L'avatar di sanvito25
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bologna - San Vito
    Messaggi
    402

    Predefinito

    Ecko son d'accordo sulla difesa del proprio interesse. Ci mancherebbe.
    Io, che solitamente son più realista e meno idealista, sono infatti convinto che se decidessero di costruire al tangenziale di san Vito sotto casa mia - e la possibilità in futuro potrebbe anche esserci - mi trasformerei in no.qui e no-là e difenderei il mio benessere coi denti.

    Detto questo, però:
    - non sono d'accordo con le "cattive": oppure, se cattive devono essere, devo anche ssere disposto a subirne le conseguenze
    - temo che il tipo di manifestazione messa in atto stia nuocendo alla causa vera dei veri no-TAV, cioè di quelli cui comprano la casa per pochi soldi per buttarla giù.

    Per quello mi piacerebbe vedere da chi sono composti i gruppi che manifestano "duro".

  2. #12
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Anche io ecko sono d'accordo con te, ma sono d'accordo anche con sanvito25.

  3. #13
    Administrator L'avatar di ecko
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Località
    Cadore e Milano
    Messaggi
    1,078

    Predefinito

    Articolo di cui consiglio la lettura: “Pecorella”, per giudicare va analizzato il contesto

  4. #14
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    251

    Predefinito no tav no tem?

    Non ho un'idea precisa di quel che accade in val di susa; forse perchè vengo dal nord est, non mi sono mai occupato dei problemi del nord ovest. Vi rimando allora a questo articolo di uno studioso del politecnico di milano che forse può servire per qualche riflessione (anche se qualcuno mi dirà di non credere ad una scienza "obiettiva" e probabilmente ha ragione). Comunque anche qui ci sono i comitati NO TEM che invece spero si faccia per risolvere i problemi del traffico nel sud est milanese (anche se passa a poche centinaia di metri da casa mia; se non altro sarà più breve la strada per il cadore TEM + BREBEMI = 40 km. in meno).
    Ultima modifica di egon; 01-03-2012 alle 05:54 PM

  5. #15
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da ecko Visualizza Messaggio
    Articolo di cui consiglio la lettura: “Pecorella”, per giudicare va analizzato il contesto
    Non è solo la parola pecorella è anche il resto delle parole, ma sopratutto con la persona sbagliata che sta facendo il suo lavoro, poi volendo si può trovare giustificazioni anche su quelli che hanno bruciato le auto....

    questioni di punti di vista, possiamo discutere sulle sue ragioni ma difenderlo mi sembra assurdo, con questo non significa che siano tutti cosi.

  6. #16

    Predefinito

    Quello che sta succedendo in Val di Susa, mi fa sentire orgoglioso di essere italiano, mi sento molto vicino al popolo della valle, un popolo che sta affrontando con estremo coraggio e determinazione l'ennesima speculazione all'italiana. E non è una questione di cultura nimby. La Val di Susa è già attraversata da una ferrovia (di recente potenziata) e un'autostrada. Ora vogliono devastarla con un'opera concepita 20 anni fa, un'opera inutile e fine a se stessa che dovrebbe collegare Lione a Torino e lì morire, per 20 miliardi di euro che - come l'esperienza ci ha ormai insegnato - subiranno una lievitazione esponenziale tale per cui le casse pubbliche subiranno ripercussioni tali da metterci di nuovo in ginocchio.
    Mi chiedo perché non potenziare ulteriormente l'attuale tracciato? Forse perché non costerebbe abbastanza? Tra l'altro la linea esistente non è ancora sfruttata per tutta la sua capacità. Non solo, il traffico dei treni che collegano Milano a Parigi è già stato ridotto da tre a due convogli al giorno, per mancanza di passeggeri. La nuovo linea, invece, è dimensionata per circa 24 treni ad alta velocità (!). Anche le linee esclusivamente italiane dell'alta velocità, fatta eccezione per la Roma-Milano, sono tutte molto sofferenti, per mancanza di passeggeri. E non si parla di piccole cifre, si parla di milioni di passeggeri ogni anno.
    Le motivazioni che inducono le persone della Val di Susa ad opporsi sono tutte - a mio avviso - validissime. Sono le ragioni che dovrebbero muovere ogni italiano a scrivere al Presidente del Consiglio di fermare quest'opera inutile e dannosa, così come ha fermato la candidatura delle Olimpiadi a Roma. Ma qui gli interessi sono altissimi, ci sono accordi trasversali (non propriamente trasparenti) tra Italia e Francia, che difficilmente si riusciranno a bloccare. E non è vero, come dice il Ministro francese dei Trasporti (guarda caso) che la Polizia italiana fa bene a bloccare con tanta determinazione questa piccola minoranza di scatenati. Il numero delle persone che si sta opponendo a questo pericolosissimo progetto sta crescendo di giorno in giorno. 380 tecnici, tra studiosi e professionisti, hanno recentemente inviato una lettera a Monti chiedendo di bloccare questo scempio. Ci sono manifestazioni in tutta Italia a sostegno del movimento della Val di Susa, di questo grande movimento, di queste persone straordinarie, che stanno sacrificando molto per il bene della propria Valle e del proprio Paese, del nostro Paese.
    Ultima modifica di edradour; 01-03-2012 alle 06:23 PM

  7. #17
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da edradour Visualizza Messaggio
    Quello che sta succedendo in Val di Susa, mi fa sentire orgoglioso di essere italiano, mi sento molto vicino al popolo della valle, un popolo che sta affrontando con estremo coraggio e determinazione l'ennesima speculazione all'italiana. E non è una questione di cultura nimby. La Val di Susa è già attraversata da una ferrovia (di recente potenziata) e un'autostrada. Ora vogliono devastarla con un'opera concepita 20 anni fa, un'opera inutile e fine a se stessa che dovrebbe collegare Lione a Torino e lì morire, per 20 miliardi di euro che - come l'esperienza ci ha ormai insegnato - subiranno una lievitazione esponenziale tale per cui le casse pubbliche subiranno ripercussioni tali da metterci di nuovo in ginocchio.
    Mi chiedo perché non potenziare ulteriormente l'attuale tracciato? Forse perché non costerebbe abbastanza? Tra l'altro la linea esistente non è ancora sfruttata per tutta la sua capacità. Non solo, il traffico dei treni che collegano Milano a Parigi è già stato ridotto da tre a due convogli al giorno, per mancanza di passeggeri. La nuovo linea, invece, è dimensionata per circa 24 treni ad alta velocità (!). Anche le linee esclusivamente italiane dell'alta velocità, fatta eccezione per la Roma-Milano, sono tutte molto sofferenti, per mancanza di passeggeri. E non si parla di piccole cifre, si parla di milioni di passeggeri ogni anno.
    Le motivazioni che inducono le persone della Val di Susa ad opporsi sono tutte - a mio avviso - validissime. Sono le ragioni che dovrebbero muovere ogni italiano a scrivere al Presidente del Consiglio di fermare quest'opera inutile e dannosa, così come ha fermato la candidatura delle Olimpiadi a Roma. Ma qui gli interessi sono altissimi, ci sono accordi trasversali (non propriamente trasparenti) tra Italia e Francia, che difficilmente si riusciranno a bloccare. E non è vero, come dice il Ministro francese dei Trasporti (guarda caso) che la Polizia italiana fa bene a bloccare con tanta determinazione questa piccola minoranza di scatenati. Il numero delle persone che si sta opponendo a questo pericolosissimo progetto sta crescendo di giorno in giorno. 380 tecnici, tra studiosi e professionisti, hanno recentemente inviato una lettera a Monti chiedendo di bloccare questo scempio. Ci sono manifestazioni in tutta Italia a sostegno del movimento della Val di Susa, di questo grande movimento, di queste persone straordinarie, che stanno sacrificando molto per il bene della propria Valle e del proprio Paese, del nostro Paese.


    Scusate per il mio fuori tema riflessivo, ma da quello che ho letto, siamo tutti d'accordo che in realtà i passeggeri sono in continua diminuzione, allora mi chiedo perchè insistere tanto per la questione ferroviaria del Cadore??? Non sarebbe uno scempio anche nella nostra vallata fare una nuova tratta ferroviaria???

  8. #18

    Predefinito

    Resistere, resistere, resistere!

  9. #19
    Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    87

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da bosk Visualizza Messaggio
    Scusate per il mio fuori tema riflessivo, ma da quello che ho letto, siamo tutti d'accordo che in realtà i passeggeri sono in continua diminuzione, allora mi chiedo perchè insistere tanto per la questione ferroviaria del Cadore??? Non sarebbe uno scempio anche nella nostra vallata fare una nuova tratta ferroviaria???
    Mah... vedremo quando la benzina costerà 4 euro al litro con cosa si muoverà la gente e con cosa si trasporteranno le merci.
    Come sempre tutti a pensare all'uovo oggi e mai alla gallina domani...
    Il mondo sta cambiando e dopo l'euforia degli anni scorsi fatta con i debiti, molti dovranno ripensare al loro stile di vita e mi sa che ci saranno molte meno auto in giro...tutti a piedi o in bicicletta?

  10. #20
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da adf Visualizza Messaggio
    Mah... vedremo quando la benzina costerà 4 euro al litro con cosa si muoverà la gente e con cosa si trasporteranno le merci.
    Come sempre tutti a pensare all'uovo oggi e mai alla gallina domani...
    Il mondo sta cambiando e dopo l'euforia degli anni scorsi fatta con i debiti, molti dovranno ripensare al loro stile di vita e mi sa che ci saranno molte meno auto in giro...tutti a piedi o in bicicletta?
    Quando la benzina costerà 4 euro al litro, vedremo quanto costerà un biglietto, e poi faremo il paragone cosa conviene ad una famiglia di 3-4 persone.

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy