Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24

Discussione: Escursione nella zona del comprensorio mancato Cadore-Civetta: le mie valutazioni

  1. #1
    Senior Member L'avatar di sanvito25
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bologna - San Vito
    Messaggi
    402

    Predefinito Escursione nella zona del comprensorio mancato Cadore-Civetta: le mie valutazioni

    Oggi ho compiuto un'escursione ad anello con partenza sopra Borca di Cadore (a quota 1.300), passando a fianco delle Rocchette, forcella Roan, Col de la Puina, Rifugio Città di TRieste, forcella Forada e rientro.

    Insomma, esattamente (almeno per una parte) nella zona che sarebbe stata sconsacrata dal comprensorio Cadore Civetta.

    Certo, sono zone selvagge, bellissime .... ma totalmente desolate, maltenute, con un dissesto idrogeologico pauroso.

    Non abbiamo incontrato nessuno, se non in crinale nel tratto di Alta Via n°1.

    Sentieri maltenuti, anche se ottimamente segnalati.

    Insomma, se il 13 agosto non c'è nessuno su quei sentieri, in quelle zone che vanno preservate (forse giustamente) a tutti i costi, vogliamo parlarne?

    Sono zone non fruibili, dissestate, senza punti di appoggio .... insomma per duri e puri.

    Ma se non ci va nessuno, ha senso lasciarle per duri e puri?

  2. #2
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Sicuramente sanvito25 sei tu che sei stato sfortunato, essendo zona di unesco è senzaltro sempre pieno di gente, è risaputo che la gente va dove c'è il nulla, sono convinto che se domani ci ritorni forse un cervo lo incontri.....

  3. #3
    Senior Member
    Data Registrazione
    Dec 2010
    Messaggi
    253

    Talking Sulle crode, tra cow-boys e cow-glions

    L'anno scorso, a Ferragosto, ho fatto la traversata dal passo Giau a San Vito: fin sotto la forcella Ambrizzola si trova qualcuno, ma da lì in avanti pochi s'incamminano per malga Prendera e il rifugio Fiume. Nessuno da malga Prendera (sotto le Rocchette, per intenderci) va verso San Vito. E si capisce. 1) Il sentiero che passa sotto le Rocchette (436) è poco segnato e, dopo Cianpolongo, è anche piuttosto ripido, attraverso il bosco, lasciato crescere selvaggiamente per la scarsa manutenzione (Sanvito25, per quanto mi pare di capire, ha seguito il sentiero più in basso n. 458, un pò più accessibile). 2) E poi, come torni al punto di partenza, considerato che a piedi ci vogliono almeno sette ore? Quest'anno invece, per non passare, come al solito, da cow-glion (come dicono nel Texas) sono andato sulle Tofane (patrimonio dell'Umanità, targato Unesco) ma in auto, su una comoda strada perfettamente asfaltata, fino al rifugio Di Bona (m. 2037), dove ho parcheggiato l'auto (il parcheggio era strapieno, ed anche il rifugio). Da lì, mi sono faticosamente arrampicato a piedi fino al rifugio Pomedes (m. 2340), dove sono stato raggiunto dai miei amici, saliti in seggiovia dall'altra parte, dal rifugio Duca d'Aosta, i quali mi hanno (giustamente) sbeffeggiato. A questo punto, incavolato nero, ho telefonato al mio commercialista, rag. Sticazzi, per farmi dare il numero di telefono del Pronto Intervento di MW. Ma come, sulle Tofane ci vai in seggiovia o sulla strada, e sul Mondeval neanche a piedi? Ma adesso ci avrebbero pensato loro, quelli di MW, a sistemare quegli sfaticati dei miei amici! Purtroppo il commercialista mi ha deluso, riferendomi che MW si occupa solo del Mondeval (e dintorni) ma che sulle Tofane quelli di MW non si fanno vedere, perchè se no li butterebbero giù dalla rupe (di Ra Valles). Sarà vero? Intanto le Tofane sono (orrore!) affollate di turisti (ho incontrato anche qualche cow-boy born in U.S.A.), mentre sul Mondeval c'è solo qualche asinello (oltre al cow-glion di turno). Statemi bene.
    Ultima modifica di egon; 15-08-2012 alle 09:19 AM

  4. #4
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Egon.....sei un grande.....

  5. #5
    Senior Member L'avatar di sanvito25
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bologna - San Vito
    Messaggi
    402

    Predefinito

    Egon è stato provocatorio, ma molto efficace.

    Anche perchè, fuor di provocazione, è tutto tremendamente vero.

  6. #6
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da sanvito25 Visualizza Messaggio
    Egon è stato provocatorio, ma molto efficace.

    Anche perchè, fuor di provocazione, è tutto tremendamente vero.
    Appunto, come dici tu è tremendamente vero, hanno fatto una votazione e hanno deciso per il no, se per loro va bene cosi, cosi sia, se si accontentano buon per loro.

  7. #7
    Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    87

    Predefinito

    Io, da quelle parti oltre alla seggiovia, ci farei passare anche una bella autostrada, con autogrill e discoteca, così sai quanta vita il sabato sera?
    La vedo dura per il turismo invernale, primo perchè c'è sempre meno neve, secondo perchè ha dei costi di gestione sempre più spropositati, che non so quanti, in futuro potranno permettersi (ci costruiamo anche un bella pista di atterraggio per far arrivare direttamente in aereo i miliardari Russi?)... quindi sarebbe l'ennesimo inutile scempio della natura

  8. #8
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da adf Visualizza Messaggio
    Io, da quelle parti oltre alla seggiovia, ci farei passare anche una bella autostrada, con autogrill e discoteca, così sai quanta vita il sabato sera?
    La vedo dura per il turismo invernale, primo perchè c'è sempre meno neve, secondo perchè ha dei costi di gestione sempre più spropositati, che non so quanti, in futuro potranno permettersi (ci costruiamo anche un bella pista di atterraggio per far arrivare direttamente in aereo i miliardari Russi?)... quindi sarebbe l'ennesimo inutile scempio della natura
    Puoi fare tutto l'umorismo patetico che vuoi, ciò non toglie che dove c'è comodità, vedi Tofana, Trecime ecc..ecc.. la gente c'è e non lo dico io sia chiaro, è un dato di fatto.

  9. #9
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito Sempre in tema.....

    Tra le escursioni fatte in questi giorni, ripensando alla tristezza generale della situazione (parlo del turismo), ho notato più di altre volte le seguenti assolute incongruenze (mio parere) del "non sapere che pesci pigliare" da parte di chi dovrebbe FARE turismo:
    1) Pian dei Buoi, Lozzo. 12 km di strada militare, tacconata (il termine asfaltata mi pare inopportumo). Ultimi 500/700 metri di mulattiera realizzate dalle truppe alpine di Cantore nel 914. Il tutto per arrivare in uno spiazzo d'erba acquitrinoso con un cartello con una P su campo blu che credo volesse significare "PIRLA se lasci l'auto qui". Risultato: in uno dei posti più belli del centro cadore, con una vista eccezionale, con un sacco di giri più o meno faticosi tra rifugi e le Marmarole eccezionali, al 10 di agosto ci saranno state 30 auto che o erano fuoristrada o erano di persone che imprecavano dicendo Mai più!!!
    2) Malga Ciàuta, Vodo. 7 km di strada a doppio senso di marcia larghezza di 2,5 mt. Dopo un primo tratto decente, una buona metà è in strada sterrata che nemmeno nella taiga.... Se ciò non bastasse in prossimità della Malga, lavori boschivi al 17 di agosto giusto per allietare i valorosi che si sono sin lì spinti a respirare un pò di buon odore di miscela e il silenzio delle motoseghe e dei trattori. Dei veri scienziati!!! In malga gente ce n'era ma a quali condizioni... Ultima chicca: sulla bella fontana fuori la malga era appeso mezzo spiegazzato un A4 scritto fitto fitto dal comune di Vodo dove alla fine dei soliti convenevoli e premesse si diceva che l'acqua non era potabile in quanto contaminata da colibacter. Va be.... succede visto la presenza delle vacche, ma cristo, scrivere un bel cartellone con NON POTABILE anzichè il fogliettino non sarebbe stato meglio? Un sacco di gente ha preso l'acqua senza leggere (il folgio non era così visibile) e proprio lì ci sono altalene e quant'altro per i bambini.... Ma che testa bisogna NON avere???
    Mi direte: la montagna deve essere così, rude, maschia, originaria....
    Io vi dico: va beh....poi vado in sud tirol e .... vi ri dico cazzate, da incompetenti che improvvisano!
    Ultima modifica di heimat; 20-08-2012 alle 05:27 PM Motivo: errori

  10. #10
    Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    87

    Predefinito

    Io invece mi chiedo che turismo bisognerebbe fare per accontentare i turisti, ma siamo in montagna o al luna park o al beauty center, la montagna dovrebbe essere fatica, contemplazione, qui invece si vogliono portare migliaia di persone direttamente davani alla porta del rifugio a bere e a mangiare e poi giù in albergo a fare sauna, idromassaggi, fienoterapia! Ma per piacere, tutto questo per attirare gente che non ha nessuna cultura della montagna... in sud tirol, noi dobbiamo per forza copiare loro?

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy