Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 32

Discussione: Multa da 200 euro per un parcheggio a Sappada: pagherò, ma non tornerò più

  1. #21

    Predefinito

    Ciao Bosk leggi quello che ho scritto. Io c'ero e un trasgressore vale l'altro
    anna:

  2. #22
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da anna Visualizza Messaggio
    Ciao Bosk leggi quello che ho scritto. Io c'ero e un trasgressore vale l'altro
    Complimenti, ottimo ragionamento.

  3. #23
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    @Anna, non devo svegliare nessuno, figurati, sono il più addormentato di tutti...
    I miei sfoghi sono a volte passionali proprio perchè ho a cuore il problema.
    Dici due cose ugualmente condivisibili ovvero:
    che chi viene da fuori alle volte può essere più utile di chi ci vive 365 l'anno (quando stai troppo sul pezzo, non ti accorgi di aver scritto "quore" con la Q);
    chi abita cresce e vive in un luogo (qualsiasi eh non siete speciali in questo voi), ne ha alla fine una percezione maggiore, ne conosce tutte o quasi le sfumature.
    Le due cose sembrano contraddirsi ma secondo me invece dovrebbero intergarsi perchè fanno allo stesso modo "bene" alla causa.

    Quello che faccio io: quando sono qui (che bisticcio di parole) parlo, ascolto e guardo ciò che accade (e non necessariamente in questo ordine).
    Quest'anno più di sempre francamente sono rimasto deluso da ciò che ho detto (quasi sempre è finito con nette contrapposizioni), da ciò che ho sentito (solo lamentele) e da ciò che ho visto (il più bel teritorio delle Alpi lasciato a se stesso).
    Veramente una cosa mi sento di dire (in generale): uscite dal vostro territorio quando potete, visitate altre realtà, traetene beneficio, fatelo in modo critico ma non liquidando frettolosamente la questione "tanto da noi è irrealizzabile". Mandate i Vostri figli a studiare, imparare un professione dove quella professione la sanno fare al top e non sotto casa "parchè xe comodo". Insomma la ricetta Anna non ce la può dare nessuno, ma gli ngredienti sì sono già tutti lì.... Poi il Cadorino sono sicuro li sapra ben ordinare e dosare!

  4. #24

    Predefinito

    D'accordo con te Heimat, ma non sono io quella cadorina lamentosa, amo il mio territorio e per il momento lo vivo in pieno, mi do da fare contribuendo anche così allo sviluppo dei miei figli ancora "piccoli", per loro questa è un'isola felice dove voglio che crescano. Non pongo limiti a quello che sarà del loro futuro, al momento Semino Faccio e se posso Sparlo poco. La gente che si lamenta di solito è quella che per il prossimo o peggio ancora per se stesso fa ben poco.
    anna:

  5. #25
    Senior Member L'avatar di bosk
    Data Registrazione
    Nov 2010
    Messaggi
    511

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da anna Visualizza Messaggio
    La gente che si lamenta di solito è quella che per il prossimo o peggio ancora per se stesso fa ben poco.
    NON condivido......

  6. #26
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    @anna: l'italiano è una lingua meravilgiosa!! Tutti noi anche inconsapevolmente alle volte, diamo significati "positivi o negativi" ad una parola, che automaticamente diviene "bella o brutta" (in altre lingue questo non accade, sfortuna loro).
    Per esempio il termine "lamentarsi" come lo intendi tu certamente assume un significato negativo, fine a sè stesso. Secondo me "lamentarsi" può anche essere produttivo ed efficace qualora si evidenzia qualcosa che non va e che si dovrebbe/vorrebbe cambiare.
    Ecco la differenza sta tutta qua: in giro (cadore parlo), ma anche sul forum, mi pare che il tono lamentevole sia quasi sempre usato nel primo modo (è chiaro che generalzzare non va mai bene e non dubito che ci sia anche chi lo fa costruttivamente, ma sai la legge dei numeri..).
    L'idea che mi sono fatto del problema sotto sotto è questa e spero di non offendere nessuno nel comunicarla: in Cadore in questo momento nonostante un mal celato campanilismo, vi è una forte e radicata mancanza di identità. Cioè, voi Cadorini sapete chi siete e cosa volete?. A me pare proprio di no! Conseguentemente le modalità per affrontare questo disagio sono di due tipi:
    chiedere che qualcuno ti dia la ricetta per risolvere i problemi;
    scartare a priori quello che viene "da fuori" perchè non adatto, non consono, non etico, "foresto" e quindi pensato da chi non sa di "casa Vostra".
    Grande contraddizione che si risolve con l'immobilismo generale sotto gli occhi di tutti!
    Ecco io leggo questo nei comportamenti che ho riscontrato. Un'involuzione ai primi anni 70. Non si sa più a cosa "guardare", su cosa puntare, cosa eventualmente accantonare. Risultato: non si fa nulla e quel nulla è fatto male.

  7. #27
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    ad un anno di distanza torno sulla questione "padaggio val visdende". Torno in valle quest'anno (come sempre) con il portafogli in mano pronto al solito esborso e mi sento dire: "no non si paga più!" Come Come!!! Felice e sospetta scoperta che mi mette di buon umore ma ch mi fa al contempo "sentire odore di bruciato". Mi riprometto di indagare sul perchè di tale dietro front dopo anni di vacche grasse.
    Ero con amici che venivano qui per la prima volta e quindi abbiamo fatto il "giro turistico" completo per scoprire: solita desolante chiusura del locale fronte alle "buone arie" all'ingresso della Valle, zona est verso costa d'antola, sempre più desolata, con il bar albergo Plenta sempre chiuso (da tre anni mi pare). Poche auto e nessuno in giro (14 agosto), nonostante la splendida giornata... A pra Marino scopro che anche la locanda Stella Alpina ? ha chiuso i battenti. Insomma una morìa quasi completa.....le regole dichiarano che l'anno scorso hanno ricavato 45 mila € dai pedaggi, quest'anno li tolgono, ma nel frattempo la Valle muore....uhmmm che strano. Forse si chiude la porta della stalla a buoi già scappati?? E ci voleva un genio per capirlo è vero!!!

  8. #28
    Senior Member L'avatar di sanvito25
    Data Registrazione
    Mar 2011
    Località
    Bologna - San Vito
    Messaggi
    402

    Predefinito

    Prendo spunto dal post di heimat per dire che anch'io quest'anno sono stato un giorno in val visdende (19 o 20 agosto, non ricordo) a curiosare, visto che non c'ero mai stato.

    Non era una giornata bellissima, ma non era prevista nè minacciava pioggia.

    Ebbene, l'area è davvero bella, ma confermo la desolazione: davvero pochissimi turisti oltre che strutture non all'altezza.

    Citazione Originariamente Scritto da heimat Visualizza Messaggio
    Insomma mi chiedo: che cosa si vuole fare veramente del territorio? Sì crede veramente che la conservazione del territorio e il turismo si faccia esclusivamente con i divieti e con un vergognosamente mal celato abbandono travestito da "conservazione"?
    Frase da incorniciare che sta alla base della decadenza del Cadore, secondo me.
    Può anche essere che tra 50 anni si sarà rivelata una politica vincente, ma di questa passo tra 50 anni non ci si arriva.

    Eppure l'esempio dell'Alto Adige è lì a portata di mano .....

  9. #29
    Member
    Data Registrazione
    Feb 2012
    Messaggi
    87

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da heimat Visualizza Messaggio
    ad un anno di distanza torno sulla questione "padaggio val visdende". Torno in valle quest'anno (come sempre) con il portafogli in mano pronto al solito esborso e mi sento dire: "no non si paga più!" Come Come!!! Felice e sospetta scoperta che mi mette di buon umore ma ch mi fa al contempo "sentire odore di bruciato". Mi riprometto di indagare sul perchè di tale dietro front dopo anni di vacche grasse.
    Ero con amici che venivano qui per la prima volta e quindi abbiamo fatto il "giro turistico" completo per scoprire: solita desolante chiusura del locale fronte alle "buone arie" all'ingresso della Valle, zona est verso costa d'antola, sempre più desolata, con il bar albergo Plenta sempre chiuso (da tre anni mi pare). Poche auto e nessuno in giro (14 agosto), nonostante la splendida giornata... A pra Marino scopro che anche la locanda Stella Alpina ? ha chiuso i battenti. Insomma una morìa quasi completa.....le regole dichiarano che l'anno scorso hanno ricavato 45 mila € dai pedaggi, quest'anno li tolgono, ma nel frattempo la Valle muore....uhmmm che strano. Forse si chiude la porta della stalla a buoi già scappati?? E ci voleva un genio per capirlo è vero!!!
    Il 28 luglio io invece ho pagato 5 euro... in tempo di crisi hanno anche avuto il coraggio di aumentare il prezzo del parcheggio...
    Effettivamente a Pra Marino c'erano ben poche macchine e per il mese di agosto avran deciso di togliere del tutto il pagamento, probabilmente non si pagavano neanche il personale adetto al pedaggio...
    I tempi dell'abbondanza sono finiti e il buon senso ha prevalso, ma le ragioni o le cause è inutile cercarle qui da noi, quando è ovvio che tutto dipende dalla politica centrale che ha portato l'Italia in questa tremenda crisi ( burocrazia, tasse) è ovvio che i locali chiudano appena cala il flusso dei clienti.

  10. #30
    Senior Member L'avatar di heimat
    Data Registrazione
    Apr 2012
    Località
    nord del sud
    Messaggi
    212

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da adf Visualizza Messaggio
    .....I tempi dell'abbondanza sono finiti e il buon senso ha prevalso, ma le ragioni o le cause è inutile cercarle qui da noi, quando è ovvio che tutto dipende dalla politica centrale che ha portato l'Italia in questa tremenda crisi ( burocrazia, tasse) è ovvio che i locali chiudano appena cala il flusso dei clienti.
    E di questo adf che non sono sicuro. Ovvero innegabilmente la crisi colpisce perchè il numero dei turisti diminuisce, ma sono quasi sicuro che il numero di ingressi in meno in Val Visdende sia legato di più alle politiche folli degli anni scorsi, piuttosto che alla globale crisi.
    Nel mio piccolo: sino a una diecina di anni fa, andavo in Val Visdende almeno una 15 ina di volte d'estate (per non parlare dell'inverno). Amo quei boschi, le creste di confine che conosco, posso dire abbastanza bene, si andava in qualche malga a mangiare e/o comprare formaggio ect. Ogni occasione era buona per condividere sopratutto con chi non la conosceva, questa unica realtà del Cadore. Non sempre si spendeva, ma almeno il caffè si prendeva ogni volta....Da allora, ci andrò al massimo due volte a stagione!!! Chiaro che sono cambiate le mie abitudini, si cresce, si ha meno tempo ect. ma tra i monti ci vado sempre! Ora mi chiedo come mi chiesi allora: perchè devo pagare semplicemente per calpestare il suolo della Valle; parcheggi, servizi, cartellonistica sono solo BALLE!!! Negli anni è stato fatto 1 contro il 100 che si è chiesto. La mia convinzione rimane questa e me ne duole: credo si sia capito quanto tengo a questo luogo! Ancora una volta perle ai porci!! PuhAA

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  


Privacy Policy Cookie Policy